Si terrà venerdì 25 ottobre alle ore 18 presso il prestigioso Parlamentino dell’Ovest Sesia in via Duomo, 2 a Vercelli, l’incontro dal titolo “Viotti le Tricot: quando musica e impresa si incontrano”, organizzato dalla Sezione di Vercelli dell’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti. “Come Sezione di Vercelli abbiamo voluto organizzare un nuovo incontro dedicato alla sinergia tra cultura ed impresa – ha spiegato la presidente dell’UCID vercellese Adriana Sala Breddo –  poiché crediamo che l’alleanza tra questi soggetti non solo generi valore, ma possa promuovere anche il territorio. L’ esempio di questo incontro  ne è una chiara dimostrazione”. Il tema della serata sarà infatti incentrato su come è nata ed è stata realizzata la maglia in lana “Viotti Le Tricot”,  ispirata dal celebre compositore vercellese Gian Battista Viotti , realizzata sulla base del ritrovamento di una lettera del violinista vercellese che amava ricordare quando, nei momenti di difficoltà e di tristezza, stringeva al petto la maglia di lana che gli aveva confezionato la mamma quando era bambino. Dopo anni di ricerche e studi, è stata creata partendo da tre filati di lana vergine e due tecnologici con il punto riso, un tricot grigio mèlange ,che verosimilmente potrebbe essere la riproduzione moderna della maglia porta fortuna del compositore vercellese. La primissima maglia “Viotti Le Tricot” è stata consegnata al Presidente Sergio Mattarella e da allora ha avuto un grande successo non solo in Italia, dimostrando che quando musica, tecnologia, cultura, imprenditoria e territorio si alleano, riescono a centrare gli obiettivi più prestigiosi. A raccontare questa bellissima avventura interverranno in qualità di relatori: il direttore artistico del Viotti Festival Cristina Canziani,  il direttore  musicale della Camerata Ducale Guido Rimonda, scopritori della lettera,  l’imprenditore  Simone Bodo, direttore creativo della manifattura Alessandrosimoni Cashmere che ha realizzato il capo e l’inventore del Riso Acquerello Piero Rondolino. L’incontro sarà condotto da Roberta Martini, Capo Servizio della pagina vercellese del quotidiano “La Stampa”. L’ingresso sarà libero sino all’esaurimento dei posti.