Contenitori distribuiti a tutti i cittadini. «Adesso – dice l’assessore Materi – controlleremo il contenuto e avviseremo l’utente se sono stati riscontrati dei problemi». Entro una decina di giorni saranno tolti dalle strade tutti i cassonetti per l’indifferenziata.

L'assessore Massimo Materi (sinistra) con Andrea Stetich di Erica

(c.c.) La raccolta differenziata “porta a porta” è ora operativa in tutta la città di Vercelli. Condomini, abitazioni private e attività commerciali sono stati dotati dei contenitori per il rifiuto non recuperabile e per la frazione organica (chi non lo avesse ancora ricevuto può richiederlo presso il Centro multi raccolta nell’Area industriale attrezzata) e, contestualmente, è stata potenziata la raccolta di prossimità di plastica, vetro e banda stagnata con il posizionamento di nuovi contenitori nella aree periferiche della città.

«Completata questa prima fase del progetto – ha spiegato l’assessore Massimo Materi, delegato alla promozione della cultura della raccolta differenziata – ne inizia ora una nuova volta a sostenere le azioni di informazione e, al tempo stesso, a monitorare il territorio per testare come la cittadinanza ha recepito l’invito a differenziare. Gli operatori addetti alla raccolta esamineranno, infatti, i singoli bidoni e daranno una valutazione del contenuto: apporranno quindi un cartellino verde se le regole sono state rispettate, uno giallo se è stato riscontrato qualche problema, che sarà anche segnalato, uno rosso, infine, se l’utente ha differenziato male. Non ci sono ancora sanzioni per chi sbaglia, ma si tratta solo di un avvertimento».

Entro una decina di giorni verranno tolti dalla strada anche i restanti contenitori nei quali l’immondizia veniva gettata in modo indifferenziato (quelli verdi), ma sarà aumentato il numero dei cestini per i “piccoli” rifiuti e le deiezioni degli animali.

Il progetto di informazione, gestito dalla cooperativa Erica e finanziato da Anci-Conai, sarà completato con la distribuzione di 25 mila pieghevoli informativi sui due Centri multi raccolta cittadini e con il coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie di 1° grado alle quali sarà proposto un piano educativo. Si tratta di un concorso dal titolo “Vercelli disegna l’ambiente” che inviterà gli alunni a realizzare dei disegni con un premio pe i 5 ritenuti migliori.

«I risultati fin qui ottenuti – conclude l’assessore Materi – sono decisamente incoraggianti con un aumento decisamente grande della percentuale di materiale differenziato. Dobbiamo fare ancora di più e veramente stiamo mettendo in campo tutte le risorse disponibili. Per chi avesse ancora dei dubbi metto a disposizione anche il mio numero di telefono: 328.7307190. Adesso tutti quanti dobbiamo fare la nostra parte».