Cento mascherine sono state consegnate ieri, giovedì 2 Aprile, a LILT Biella dal Comune di Biella e dal Gruppo di Protezione Civile di Biella. Presidio fondamentale nell’emergenza Covid19, le mascherine saranno utilizzate dal team di infermieri, medici, psicologi  e operatori socio sanitari che proseguono a lavorare in Hospice accompagnando i pazienti e i loro familiari in un periodo di grande difficoltà. Una fragilità correlata al dolore del lasciare e del perdere, aspetti emotivi molto importanti e forti, accanto ai quali si aggiungono oggi le paure derivate dall’emergenza Covid19 e, allo stesso tempo, il dolore di non poter stare accanto ai propri cari perché purtroppo in Hospice non è più possibile accedere senza limitazioni. “In questo momento in Hospice abbiamo ricoverati 10 pazienti. Il nostro ringraziamento va in particolare a Barbara Greggio,  Assessore al Commercio del Comune di Biella e Maurizio Lometti, Responsabile Area Protezione Civile del Comune di Biella che ci sono stati vicini anche in questo momento così difficile – ha commentato Mauro Valentini, Presidente di LILT BiellaGrazie a queste mascherine i nostri operatori possono proseguire a lavorare in sicurezza per se stessi e soprattutto per i pazienti ricoverati e i loro familiari. L’idea con cui nacque il progetto Hospice nel lontano 2001 era quella di non abbandonare i malati oncologici e i loro familiari, ma di accompagnarli, di essere con loro comunità. E’ ciò che stiamo proseguendo a fare anche in questo momento, nonostante le limitazioni dell’emergenza, e che continueremo a fare con tutti i nostri mezzi e le nostre forze affinché si possa ancora proseguire nel prendersi cura delle persone. Con scienza e, insieme, umanità“.