L'equipe di Chirurgia bariatrica con, al centro, il direttore dell'AOU Mario Minola

L’equipe di Chirurgia bariatrica con, al centro, il direttore dell’AOU Mario Minola

Sono stati eseguiti la scorsa settimana i primi due interventi di chirurgia bariatrica all’AOU Maggiore della Carità nell’ambito del nuovo dipartimento chirurgico diretto dal prof. Sergio Gentilli. «L’obiettivo dell’Azienda – ha spiegato il direttore generale Mario Minola – è quello di ridurre la mobilità passiva verso altre regioni dei pazienti del quadrante affetti da obesità patologica».

I pazienti, due donne, sono stati operati con tecnica laparoscopica e stanno bene. Grazie a questa tecnica operatoria hanno potuto essere dimessi già tre giorni dopo l’intervento, ma si punta – ha spiegato il dott. Gentilli, al trattamento giornaliero del paziente, con dimissione, dunque, nella stessa giornata dell’intervento. «La chirurgia bariatrica – ha aggiunto il dott. Federico D’Andrea, direttore della struttura di Scienza dell’alimentazione e dietetica – consente un rapido calo ponderale e un mantenimento più facile del peso a lungo termine. Il nostro lavoro non si ferma comunque all’intervento, ma prosegue nel follow up del paziente che può protrarsi per mesi od anni e che permette di ottenere i massimi risultati dall’intervento».