I giganti dell’Avanguardia dal 3 marzo al 10 giugno in mostra a Vercelli

In esposizione, per questa quinta rassegna del ciclo dedicato alle collezioni Guggenheim e promossa dal Comune, opere di Mirò, Mondrian e Calder. Il ruolo e il sostegno degli sponsor locali

I partecipantui alla conferenza stampa di presentazione della mostra

(c.c.) I giganti dell’Avanguardia stanno per arrivare a Vercelli. Sono Mirò, Mondrian e Calder, protagonisti, con alcune tra le opere più belle e importanti della loro produzione, della mostra che dal 3 marzo al 10 giugno riaccenderà i fari della cultura nazionale e internazionale sull’Arca di Vercelli.

«Alcune di queste opere – ha spiegato l’assessore alla Cultura Piergiorgio Fossale nella conferenza stampa di presentazione – sono addirittura concesse per la prima volta in assoluto per una mostra, altre sono state destinate a Vercelli preferendo questa esposizione ad altre richieste, sempre numerose nel periodo primaverile».

Sono testimonianze che danno grande credito non solo all’evento, il quinto della serie di esposizioni delle Guggenheim Collections, ma alla città di Vercelli. «Siamo al nono posto in Italia per movimentazione culturale – afferma con orgoglio Fossale – e la nostra presenza nel circuito delle città d’arte non è più solo un fatto episodico, ma un elemento che si traduce in un grande vantaggio per Vercelli, una valore aggiunto per chi vuole scegliere lo stile di vita della città di provincia a quello della metropoli». Continua >

Asl di Biella: la “Maglia nel Piatto” dona cuffie e scarpine ai bambini nati prematuri

Le cuffie e le scarpine donate all'Asl di Biella

(r.l.) La “Maglia nel Piatto”. Si chiama così il gruppo di appassionate del lavoro a maglia che dopo avere imparato il punto a diritto, quello a rovescio e le loro numerose combinazioni, hanno confezionato 37 piccole cuffie e 24 paia di scarpine per i bimbi nati prematuri accolti nella struttura di Neonatologia dell’Ospedale degli Infermi di Biella diretta da Anna Perona.Le 26 corsiste, guidate dall’insegnante Natascia Sartini, si sono incontrate nei mesi scorsi nella sede del Comune di Piatto prima per le lezioni e poi per lavorare al progetto insieme ad altre signore esperte di lavoro a maglia. Per creare le cuffie e le scarpine sono state utilizzate le lane donate dalla Filatura Bracco di Pralungo e dalla Zegna Baruffa Lane Borgosesia mentre le misure dei capi, adatte a vestire i piccoli bambini ricoverati in Neonatologia fino al raggiungimento dei parametri previsti, sono state decise insieme al personale del reparto.Il dono fatto alla Struttura di Neonatologia è molto importante. “Le cuffie e le scarpine sono, infatti, un aiuto prezioso” spiega Anna Perona “per garantire la temperatura ottimale dei neonati pretermine, che possono avere problemi di termoregolazione e devono stare con il capo e i piedini coperti”.

 

Novara: con le targhe alterne Pm10 in netta diminuzione

Il sindaco di Novara Andrea Ballarè che ha firmato l'ordinanza delle targhe alterne

(r.l.) La “cura” delle targhe alterne a Novara comincia a dare i propri frutti. E’ infatti in netta diminuzione la concentrazione di polveri sottili nell’aria della città. Le centraline dell’Arpa, domenica avevano rilevato una concentrazione di Pm10 pari a 215 microgrammi per metro cubo, il livello più elevato di tutto il Piemonte. Un dato che dopo il primo giorno di limitazione del traffico è più che dimezzato: siamo a 94 microgrammi per metro cubo. «La rilevazione – commenta l’assessore all’ambiente Giulio Rigotti – è ancora superiore ai limiti di legge, ma è importante rilevare una tendenza alla diminuzione». Nella giornata di ieri intanto, l’applicazione dell’ordinanza è proseguita, con il via libera alle targhe dispari. Oggi , dalle 8,30 alle 18, la circolazione è consentita alle auto con targa pari. Continua >