Incidente sulla A21: ancora grave, ma stabile, Stefania Orlandi

(r.l.) Sono ancora molto gravi, ma stabili, le condizioni di Stefania Orlandi, tecnico di laboratorio di 27 anni coinvolta martedì nell’incidente sull’A21 che è costato la vita al suo fidanzato Adriano Varalda, agricoltore venticinquenne di Costanzana. La giovane vercellese resta ricoverata, con gravi lesioni all’altezza del torace e in coma farmacologico, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Alessandria, che ieri ha invece confermato le dimissioni della madre, Katia Paulato. Resta in ospedale anche la nonna della ragazza, Francesca Ferrarotti, ma le sue condizioni non sono gravi.

Non è ancora stata fissata la data dei funerali di Adriano, in attesa della decisione della procura di Alessandria sulla disposizione dell’autopsia. Le esequie potrebbero svolgersi nella giornata di domenica.

Novara: fondi per la formazione dei lavoratori

(r.l.) Circa un milione e 400mila uuro per attivare percorsi di formazione dedicati ai lavoratori.  Fino a venerdì 11 novembre, le Agenzie formative e le imprese, anche in forma di consorzi, potranno presentare i propri progetti nell’ambito della formazione dei lavoratori occupati direttamente alla Provincia di Novara, che mette a disposizione un apposito bando per ottenere i cofinanziamenti europei veicolati dalla Regione Piemonte.

«Si tratta di un’iniziativa destinata ad aumentare la competitività delle imprese – ha spiegato l’assessore provinciale alla Formazione professionale, Antonio Tenace – che, al contempo, contribuisce ad aggiornare le competenze dei lavoratori».

Pro Vercelli: adeguare lo stadio Piola spetta al Comune

Il presidente Massimo Secondo durante la conferenza stampa

(p.m.f.) «Se chi ha il compito d’intervenire non lo farà in tempi brevi, ci accolleremo noi le spese per gli interventi allo stadio “Piola”. Non vogliamo che la società venga multata o addirittura penalizzata». Il chiaro riferimento di Massimo Secondo, presidente della Pro Vercelli, è al Comune che, a fronte della richiesta d’interventi per adeguare l’ex “Robbiano” alle norme federali, si è tirato indietro asserendo che questi spettano ai gestori dell’impianto (nel caso specifico la Pro Vercelli).

«Invece, come si evince dal parere del legale della società, Bruno Poy, la “straordinaria amministrazione” spetta al proprietario – continua Secondo – E la video sorveglianza, l’adeguamento della tribuna stampa e i lavori per riportare il “Piola” alla capienza richiesta dalla Lega Pro rientrano senz’altro in queste categorie».