Nominato il nuovo Cda dell’Università del Piemonte orientale “A. Avogadro”

Tra i membri esterni, cooptati il penalista vercellese Roberto Scheda e Mariella Enoc, presidente di confindustria Piemonte. L’organismo di governo dell’ateneo resterà in carica fino al 2011

Roberto Scheda

(c.c.) Si è concluso l’iter per la formazione del nuovo Consiglio di amministrazione dell’Università del Piemonte orientale “Amedeo Avogadro”, che sarà nei prossimi anni il vero motore dell’ateneo. Esso svolgerà le funzioni di indirizzo strategico, vigilerà sulla stabilità finanziaria e deciderà l’attivazione o la chiusura dei corsi di laurea.

Nel nuovo Consiglio, composto dal rettore, da un rappresentante degli studenti e da 7 membri, 4 interni e 3 esterni, scelti in base al profilo professionale, alla qualificazione scientifica e culturale e a una comprovata competenza in campo gestionale figurano anche Roberto Scheda, noto penalista vercellese ed attuale assessore alle Opere pubbliche e Infrastrutture della Città di Vercelli e Mariella Enoc, presidente di Confindustria Piemonte e, prima ancora, presidente degli industriali novaresi. Continua >

Pray: alla “Fabbrica della ruota” la mostra “lana e scuole”

Uno scorcio della mostra "la lana e le scuole"

(r.l.) Domenica prossima 1° aprile la “fabbrica della ruota” sarà aperta dalle 15 alle 18 e offrirà a chi interessato la possibilità di vedere la mostra “La lana e le scuole: la didattica tecnico-professionale tessile nel Biellese tra Otto e Novecento”, allestita in occasione della XX Giornata di Primavera lo scorso 24-25 marzo 2012.

L’allestimento illustra un inedito percorso di scoperta della storia dell’istruzione tecnico-professionale tessile nel Biellese, a partire dagli antichi istituti cittadini per proseguire con quelli attivi nelle vallate. Particolare attenzione è data però alle scuole interne delle fabbriche, soprattutto quella del Lanificio Giletti di Ponzone.

Novara: decolla il cantiere di Largo Don Minzoni

Un'immagine al computer della nuova rotonda

(r.l.) Da lunedì 2 aprile inizieranno i lavori di rifacimento di fognatura e acquedotto in L.go Don Minzoni a Novara. L’intervento sui sottoservizi (dopo il primo step che ha coinvolto il controviale di viale XX settembre) viene svolto in questa fase che precede il vero e proprio rifacimento della piazza con l’eliminazione dei semafori e l’introduzione di una nuova rotonda. L.go Don Minzoni sarà, nella prima fase di lavoro, parzialmente chiuso al traffico veicolare e pertanto la circolazione subirà una serie di variazioni. Il comando di polizia municipale ha predisposto una serie di percorsi consigliati, che saranno segnalati con adeguata cartellonistica sul posto. Continua >