Chiusa l’emergenza maltempo nel Vercellese e in Valsesia

Il bilancio degli interventi illustrato dal prefetto Malfi e dal presidente della Provincia Carlo Riva Vercellotti.

Il prefetto Malfi e il presidente della Provincia, Carlo Riva Vercellotti, hanno fatto il bilancio a chiusura dell'emergenza maltempo.

(c.c.) Cinque giorni di operatività, più di 110 ore consecutive per monitorare in ogni momento la situazione e coordinare, sulla base delle indicazioni fornite dai tre Centri operativi misti attivati sul territorio (a Trino, a Crescentino e a Varallo), gli interventi dei quasi mille uomini impegnati, tra forze dell’ordine, vigili del fuoco, polizia locale e volontari della Protezione civile.

«Questa emergenza maltempo – ha commentato questo pomeriggio il prefetto Salvatore Malfi – alla fine è stata una grande esercitazione perché, fortunatamente, non ci sono state vittime e i danni sono stati contenuti. Ma se è vero che oggi, pur se stanchi, possiamo tirare un sospiro di sollievo, dobbiamo questo risultato anche al fatto che il lavoro sul campo è stato frutto di esperienze passate e gli interventi strutturali fatti si sono dimostrati validi». Continua >

Allerta maltempo rientrata, chiusi i Com sul territorio

L’assessore regionale alla Protezione civile, Roberto Ravello, invita tuttavia a non abbassare la guardia. Sceso a livello «1» il codice di allerta.

La sala operativa della Provincia rimarrà aperta ancora per l'intera giornata

(c.c.) Nel Piemonte orientale – l’area comprende le province di Biella, Novara e Vercelli – è stato riportato a «1» il codice di allerta meteo-idrogeologica comunicato dall’Arpa, l’agenzia regionale per la protezione ambientale. Il che vuol dire che è cessato, in pratica, lo stato di allerta anche se in queste ultime ore una nuova perturbazione sta interessando il territorio con piogge forti.

I responsabili della sala operativa congiunta di Provincia e prefettura di Vercelli hanno emesso ieri sera un comunicato in cui confermano una situazione di sostanziale non pericolosità per il territorio provinciae, sostanzialmente riconducibile al codice 1, e cioè livello di criticità ordinaria. Continua >

Ancora pioggia nella notte, ma il livello dei fiumi, in costante calo, non preoccupa

Il prefetto Malfi dice che la situazione è più tranquilla e che ora si stanno verificando le situazioni di rischio ancora aperte.

La sala operativa congiunta è ancora operativa in Provincia

(c.c.) L’ultimo bollettino diramato dal Centro funzionale regionale rileva che nelle passate 12 ore sono state registrate precipitazioni a carattere sparso, tra il debole ed il moderato. Per quanto riguarda i fiumi, i livelli del Po tra Carignano e Crescentino sono al di sopra della soglia di moderata criticità, ma in diminuzione, a Valenza ed Isola S.Antonio (Al) i livelli sono in lieve crescita oltre la moderata criticità.

«L’attenzione resta alta, il monitoraggio continuo e costante del territorio prosegue al fine di garantire l’incolumità dei cittadini – ha dichiarato l’assessore regionale alla Protezione civile, Roberto Ravello. Invitiamo ancora una volta i piemontesi a tenere atteggiamenti corretti e prudenti ed a non sostare, quindi, sui ponti e lungo gli argini dei fiumi». Continua >