Spazio Lilt: ieri il consiglio direttivo in visita al cantiere

Il Consiglio direttivo di Lilt in visita al cantiere

( r.l.) Spazio Lilt di Biella: continuano i lavori. Ieri il Consiglio Direttivo di LILT è stato in visita al cantiere. Il Presidente Mauro Valentini, ha comunicato che, rispetto all’investimento preventivato di 5 milioni di euro per la realizzazione di SPAZIO LILT, l’importo è sceso a 4,5 milioni grazie alla particolare attenzione dei fornitori coinvolti. Il centro di eccellenza per la prevenzione, la diagnosi precoce e la riabilitazione oncologica sorgerà in via Ivrea 22 a Biella. Questi i numeri di Spazio Lilt: 6.000 metri quadrati l’area dedicata al progetto che conta su ampie zone verdi, 2.784 metri quadrati la superficie su cui si estenderà l’edificio di Spazio Lilt, 412 metri quadrati dedicati all’area poliambulatoriale, 17 ambulatori che saranno realizzati nella struttura, 1 palestra e 3 box per trattamenti dedicati alla riabilitazione, 4,5 milioni di euro l’investimento totale. Il centro oncologico di eccellenza che sorgerà nel cuore di Biella ospiterà ambulatori multispecialistici per la diagnosi precoce, attività di informazione sanitaria per la prevenzione primaria e secondaria, prevenzione primaria dedicata soprattutto alle scuole, riabilitazione fisico funzionale per il reinserimento alla vita relazionale e lavorativa, uno sportello per le pratiche burocratiche, supporto psicologico ai pazienti e formazione del personale sanitario. I lavori sono iniziati alla fine di gennaio 2012. La struttura portante dell’edificio principale sarà completata entro settembre 2012. La conclusione del cantiere è prevista entro il 2013.

 

Andrea Ballarè a Roma alla manifestazione indetta da Anci

Il sindaco di Novara Andrea Ballarè

(r.l.) Il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, ha preso parte a Roma alla manifestazione indetta dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani per dimostrare la contrarietà dei sindaci ad alcuni aspetti dell’impostazione della cosiddetta “spending rewiew” messa in campo dal Governo.

«In piena sintonia con l’Anci, non sono affatto contrario – spiega Ballarè – all’obiettivo generale della “spending review”, che punta ad un contenimento e ad una razionalizzazione della spesa pubblica. Ma credo che sia necessario evitare i tagli lineari e la riduzione indifferenziata dei trasferimenti ordinari alle amministrazioni locali. Noi sindaci siamo sul territorio, abbiamo un rapporto diretto con i cittadini e conosciamo i problemi. Potremmo essere le “antenne” privilegiate dello Stato nel percorso di risanamento. Ma invece si tende ad usare lo strumento dei tagli indistinti, che rischiano di creare indistinte e negative ricadute sulle politiche sociali, sulle politiche per la casa, sul trasporto pubblico».

«Condivido con il presidente dell’Anci Graziano Del Rio – conclude Ballarè – anche la necessità di aprire un fronte costruttivo di discussione con l’esecutivo sul tema della revisione del patto di stabilità. Sarà il tema su cui ci impegneremo da settembre: il patto, che è uno strumento virtuoso di contenimento e controllo della spesa, non può però ingabbiare la capacità di investimento dei comuni, che va invece liberata per fungere da acceleratore della ripresa sul territorio».

 

 

Tragedia a Saluggia:marito e moglie uccisi da un’autovettura

Tragedia a Saluggia: morti marito e moglie in un incidente

(r.l.) Tragedia a Saluggia. Due coniugi, residenti in paese, Ferdinando Anselmino 49 enne e la moglie Luigina Decaroli 51enne, hanno perso la vita questa notte in un incidente stradale causato da un 29 enne, sempre residente in paese, al volante ubriaco. Il giovane, dopo averli investiti, è scappato via senza prestare soccorso.

Da una prima ricostruzione i due coniugi, intorno alla mezzanotte stavano percorrendo la S.P. 29: lì sono stati violentemente tamponati da una vettura.

Nell’impatto la donna è morta sul colpo mentre il marito è deceduto poco dopo il ricovero all’Ospedale di Chivasso.

Le immediate indagini, avviate dai Carabinieri della Stazione di Livorno Ferraris, hanno permesso di individuare l’automobile coinvolta nel sinistro, una Seat Leon, e di rintracciarla nel cortile dell’abitazione di Saluggia dove risiede il proprietario, M.F. 27enne del luogo: sulla sua carrozzeria i chiari segni dell’impatto.

L’uomo, sottoposto al test etilometrico è risultato positivo con un tasso di 2.5 G/L,: è stato arrestato per i reati di omicidio colposo plurimo e omissione di soccorso. Ora è in carcere a Vercelli .