Novara: premio giornalistico alla carriera consegnato ad Arrigo Levi

La presentazione del premio ” Novara Diventa”

(r.l.)  Il Novarese è da sempre una “terra di mezzo”, al centro dei corridoi europei e nel cuore del Nord Ovest, ricca di opportunità e contaminazioni, in continua trasformazione: economica, produttiva, culturale e demografica. In linea con le politiche di valorizzazione territoriale sviluppate negli ultimi tre anni, la Provincia di Novara, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, presenta il nuovo Premio giornalistico nazionale “Novara Diventa. La tradizione di innovare”. Il regolamento del Premio, rivolto alle testate locali, così come a quelle nazionali, sarà illustrato nell’ambito di un evento, organizzato con il contributo di Fondazione Banca Popolare di Novara per il Territorio. Nell’occasione sarà consegnato al giornalista Arrigo Levi, Consigliere personale del Capo dello Stato, il Premio Novara Diventa alla Carriera. Una scelta condivisa all’unanimità dalla Commissione del Premio, che riunisce i principali soggetti territoriali, a livello provinciale e regionale. Appuntamento dalle ore 10 di sabato 26 maggio, presso l’Aula Magna della Facoltà di Economia dell’Università del Piemonte Orientale “A.Avogadro”, via Perrone 18, Novara.

 

Varese Camp: lunedì la presentazione ufficiale a Vercelli

Il Varese Camp dello scorso anno

(r.l.) Varese Camp sale il sipario: si avvicina il momento di scoprire tutti i dettagli del nuovo stage di calcio, che si svolgerà dal 18 al 24 giugno. La presentazione ufficiale sarà lunedì 21 maggio, alle 18 alle Acacie di corso Rigola, che sarà poi il campo base, come già accaduto negli anni scorsi, per l’evento estivo. A far salire il sipario sul Varese Camp, dove in cattedra ci saranno i “professori di calcio” Sabino Necardo, Mario Bernuado, Alberto Fontana , Alessandro Andreini, coadiuvati da un nutrito staff, niente meno che i protagonisti del Varese Calcio, squadra di serie B oggi in corsa per la promozione in A. Accompagnati da Andreini, che della società lombarda è il responsabile area scouting e osservatori, ci saranno lunedì il direttore sportivo Mauro Milanese, l’amministratore delegato Enzo Montemurro, l’allenatore Rolando Maran e i due giocatori Walter Bressan e Giuseppe De Luca, rispettivamente portiere e attaccante. Sarà l’occasione per presentare ai genitori tutti i dettagli del centro estivo: sette giorni intensi dove si affinerà l’arte di giocare a calcio, a fianco di momenti ludici, con piscina, pranzo e merenda inclusi. I bambini invece potranno sbizzarrirsi a far domande ai protagonisti, che vivono in prima persona il grande calcio: sulle emozioni che si provano a calcare il rettangolo verde davanti a migliaia di spettatori, ma anche consigli per migliorare dribbling o palleggi. Continua >

Studente vercellese sfiora il podio alle Olimpiadi (di Italiano)

Guido Bruniera, studente del IV anno dello scientifico “Avogadro” di Vercelli, è giunto quarto alle Olimpiadi di Italiano svoltesi a Firenze. La manifestazione ha coinvolto 1500 scuole e oltre 15 mila studenti

Gli studenti impegnati nella fase finale svoltasi a Firenze nella Sala dei Duecento

(c.c.) Guido Bruniera, studente del Liceo Scientifico “Avogadro”di Vercelli, si è classificato quarto alle finali nazionali delle Olimpiadi di Italiano per la categoria Scuole secondarie di secondo grado. Guido Bruniera frequenta il IV anno del corso bilingue, nella sezione A, e nelle varie fasi della gara è stato seguito e accompagnato dalla sua insegnante, la professoressa Anna Vanoli.

Le Olimpiadi di Italiano sono una manifestazione a carattere nazionale, promossa dal Miur-Direzione generale per gli Ordinamenti didattici in collaborazione con il Comune di Firenze e l’Università di Torino. La competizione, al secondo anno, ha coinvolto 1.500 scuole di ogni ordine e grado con più di 15.000 studenti provenienti da tutte le regioni d’Italia: una partecipazione quintuplicata rispetto all’edizione d’esordio.

Lo svolgimento delle prove (gli argomenti rimandavano ai diversi ambiti della lingua: ortografia, morfologia, sintassi, lessico, organizzazione del testo) è avvenuto dapprima all’interno di ogni istituto, poi su base regionale contemporaneamente in tutta Italia per arrivare alla finale svoltasi la scorsa settimana nella Sala dei Duecento di Palazzo Vecchio a Firenze. Qui, 62 studenti si sono sfidati in una serie di prove di abilità e competenza linguistica predisposte da un gruppo di linguisti e approvate dal comitato scientifico.Le ‘Olimpiadi di italiano’ hanno l’obiettivo di incentivare e sollecitare lo studio della lingua italiana e delle forme della letteratura italiana come elementi essenziali della formazione culturale di ogni studente oltre che indispensabili strumenti di conoscenza; ma mirano anche a stimolare negli studenti l’interesse a guidare e a migliorare i propri processi di apprendimento.