Angelico Biella: dal 19 giugno al via la campagna abbonamenti

Al via la campagna abbonamenti 2012/2013

(r.l.) Ci siamo. Con la campagna abbonamenti 2012/2013 parte la nuova stagione dell’Angelico Biella, la dodicesima consecutiva nella massima serie italiana. La campagna abbonamenti si aprirà martedì 19 giugno, e prevede un periodo di prelazione per gli abbonati di un mese, fino a giovedì 19 luglio. Dal 23 luglio la vendità è libera. Massimo Angelico, Presidente di Pallacanestro Biella, commenta così la sua prima campagna abbonamenti da Presidente del club: “Siamo pronti ad incominciare questa nuova stagione; ho chiesto alla società di andare sempre più incontro alle esigenze del nostro sesto uomo in campo, ovvero tutte quelle migliaia di tifosi che ogni domenica ci sostengono con calore e passione. Amici rossoblu, fate sentire la vostra passione!”. Queste le parole di Marco Atripaldi, Amministratore Delegato rossoblu: “Fin dall’inizio la scelta condivisa da tutti è stata quella di mantenere invariati i prezzi della scorsa stagione. Abbiamo studiato tutta una serie di agevolazioni, in particolare la possibilità di rateizzazione dell’acquisto degli abbonamenti in collaborazione con Banca Sella, con l’obiettivo di mantenere un trend costante di abbonati, che da quando ci vede protagonisti nel nuovo Lauretana Forum supera le duemila tessere”. Continua >

Special Olympics a Biella: scendono in campo i testimonials

Amore per lo sport come arte per la vita

(r.l.) Biella si veste di Special Olympics. In attesa dei 2000 atleti, un piccolo assaggio con gli striscioni Special Olympics con i volti di 12 specialissimi campioni: Matteo Soragna ala e capitano dell’Angelico Pallacanestro Biella, Elena Romagnolo primatista italiana 3 mila siepi, Marco Rigoni, centrocampista del Novara Calcio affiancati agli Atleti Special Olypics dell’ASAD Biella: Giandomenico Giaramita, Marzia Verna, Annalisa Zemignan, Luca De Pieri, Mosè Businaro, Marco Capra, Andrea Seffusatti, Giorgio Schiapparelli e Roberto Pizzamiglio. “Ogni edizione – commenta Charlie Cremonte – cerchiamo il sostegno di uno o più testimonials. Persone note, atleti in particolare che con il loro invito siano di stimolo per la gente a partecipare agli eventi Special Olympics. Diversi sono gli atleti nazionali che hanno offerto il loro viso, la loro voce e il loro sostegno. La nostra campagna pubblicitaria di quest’anno ha voluto porre l’accento sull’importanza dello sport come elemento di inclusione sociale. Ai volti noti dei biellesi famosi Soragna, Romagnolo e Rigoni abbiamo voluto affiancare quelli di nostri atleti Special Olympics biellesi che, oltre a distinguersi nell’impegno sportivo hanno anche capacità spendibili nel contesto lavorativo e sociale e che quindi svolgono un’attività lavorativa. E’ bello che, anche attraverso lo sport, questi nostri ragazzi e ragazze riescano anche a trovare un loro posto nella vita, nel lavoro e nella società”

 

Novara: la polizia municipale contro la “banda del parcheggio”

Vigili in azione in largo Alpini

(r.l.) Da diversi giorni la Polizia municipale di Novara si sta occupando della recrudescenza di un fenomeno che periodicamente si ripresenta in città, cioè quella di un gruppo piuttosto consistente di persone, di origine straniera, che staziona nelle principali aree di sosta del centro storico (largo Alpini d’Italia e largo Bellini) svolgendo attività di accattonaggio in maniera fastidiosa e aggressiva, nei confronti dei cittadini che posteggiano la propria vettura. Le pattuglie dei vigili sono intervenute, su segnalazione di alcuni cittadini molestati, in largo Alpini d’Italia, dove sono state intercettate una decina di persone. Alcune di esse, all’arrivo degli agenti, si sono date alla fuga. Altre sono state accompagnate al comando per essere identificate. Si tratta di cittadini di origine marocchina, diversi dei quali residenti in città. «Abbiamo detto più volte – commenta il sindaco Andrea Ballarè – che Novara è una città che ha particolarmente a cuore lo spirito di accoglienza. Ma allo stesso tempo pretendiamo il rispetto delle regole di convivenza. Si tratta di un principio inderogabile. Secondo questo principio si muove anche la Polizia Municipale, che interviene a ristabilire le regole quando queste vengono violate».