La montagna d’estate

Montagna che vai, sport che trovi. Quando il paesaggio cambia colore, e il bianco delle cime innevate è ormai un vago ricordo, anche gli sport cambiano. L’erba, l’aria fresca, molto meno torbida di quella cittadina, il piacere di fare attività fisica senza l’oppressione della calura, diventano sproni per preferire la montagna alla città.
L’Oasi Zegna offre la possibilità di praticare diversi sport e attività outdoor. Eccone alcuni: Bike e E-Bike Non c’è bisogno di ambire alla conquista della Maglia Rosa. Una sana voglia di divertimento, da soli o accompagnati (magari con famiglia al seguito), una bici da noleggiare sul posto – a pedalata assistita oppure no – e un abbigliamento adatto saranno più che sufficienti a garantire giornate indimenticabili. L’Oasi Zegna può contare sull’esperienza di istruttori qualificati di mountain bike e percorsi disegnati apposta per le due ruote. Non resta che saltare in sella… Trekking Passeggiare non è mai stato così bello. Aria pulita, soffici distese d’erba, piante fiorite, e gli influssi benefici degli alberi: sono gli ingredienti per la giornata estiva perfetta. Non occorre una preparazione particolare, salvo un po’ di fiato e una piccola dose di buona volontà, per avventurarsi lungo i sentieri dell’Oasi Zegna in compagnia delle guide, o da soli, a spasso nella natura. Per non farsi cogliere impreparati, basterà indossare scarpe da trekking e abiti comodi. Arrampicata Le pendici della Rocca di Argimonia, nell’Oasi Zegna, a circa 1300 mt di altitudine, offrono una dozzina di itinerari attrezzati per il free climbing con difficoltà medio facile. Per chi preferisce l’arrampicata indoor, nel Palasport di Bielmonte è possibile arrampicarsi su una parete artificiale. Qui occorre un minimo di preparazione e il supporto di un istruttore esperto. Imparare i primi passi sarà facile, il resto sarà tutto… in salita! Equitazione Semplici passeggiate a cavallo possono far molto per il nostro relax. Con una minima preparazione e con l’assistenza di un istruttore, il divertimento è assicurato. Da portare con sé: un casco, l’abbigliamento adatto e nessun timore se dopo avvertirete qualche dolorino muscolare. Passeggiare a cavallo può sembrare un’attività sedentaria, ma in realtà non lo è. I muscoli vengono sollecitati e questo, ovviamente, porta con sé molti benefici. Maggiori info su www.oasizegna.com

A caccia di stelle

Ogni stella è un desiderio…

C’è cacciatore e cacciatore. Quelli che si riuniranno il 9 e 10 agosto nell’Oasi Zegna con il direttore scientifico del Planetario di Milano, Fabio Peri, e con le guide naturalistiche del parco naturale sono cacciatori di stelle. Caccia alle stelle, infatti, è il titolo dell’evento giunto alla sua quattordicesima edizione: stavolta, addirittura, il programma raddoppia. 
Il 9 agosto, l’incontro Tra lupi e Stelle vedrà i partecipanti impegnati in un’escursione notturna sul Sentiero del Lupo, con partenza dalla Bocchetta di Margosio, accompagnati da una guida naturalistica di Overalp.
Nella quiete notturna dell’Oasi Zegna si osserverà la luna e, al suo tramonto, le stelle del firmamento, sotto la guida di un astronomo. Il ritrovo, per chi vuole iniziare la serata con un aperitivo, è alle 19.30 all’agriturismo Alpe Margosio. Altrimenti, l’appuntamento è alle 20.30 alla Bocchetta di Margosio, con partenza alle 21 e rientro alle 23. Si consiglia un abbigliamento da trekking leggero: scarponcini, zaino da 10 litri, borraccia, snack leggero, coperta di pile e torcia.
Il 10 agosto, invece, sarà la volta dell’evento principale, Caccia alle stelle. Alle 21 conferenza al Palasport di Bielmonte a cura di Fabio Peri. Dalle 22 alle 22.30 osservazione guidata del cielo con i telescopi messi a disposizione dalla U.B.A. (Unione Biellese Astrofili). Costellazioni, galassie, e soprattutto le Perseidi (o Lacrime di San Lorenzo) che durante la serata sfrecceranno nel firmamento.
Maggiori dettagli su www.oasizegna.com

Un viaggio in… equilibrio

Veronica Ramella, Maestra e terapista Yamay

«YAMAY è prima di tutto una parola palindroma; si può leggere da destra a sinistra e da sinistra a destra. AMA, il cuore della parola: ama te stesso e ama il prossimo. E ancora, le due A sono le iniziali della parola Acqua e della parola Aria, gli elementi che utilizzo per far star bene le persone. La M simboleggia il movimento, il massaggio e, dentro di sé, racchiude la V di vero e Veronica, il mio nome. La Y iniziale e quella finale si riferiscono a diversi elementi; Y di ying e yang posizionati all’inizio e al termine della parola per sigillare la parola stessa e per darle equilibrio. Rappresentano la dualità, l’unione e la coesistenza di bene e male, bianco e nero. Anche nella Y è racchiusa la V di Veronica, di “vero”. Parole che uniscono e che si uniscono in un equilibrio armonioso, su infiniti livelli». Veronica Ramella, terapista e ideatrice della tecnica “Yamay”, spiega così gli elementi cardine della sua disciplina, di cui terrà dimostrazione in diversi appuntamenti nell’Oasi Zegna: il primo si è tenuto sabato 8 giugno (incontro “Il Cuore” allo Chalet Bielmonte), i prossimi saranno sabato 24 agosto (“Il Sorriso” all’ Agriturismo Margosio) e sabato 31 agosto (“L’Acqua” all’ Albergo Bucaneve). Per tutti gli appuntamenti, che proseguiranno con un’apericena, l’accoglienza è alle 16.30. Il corso è concepito per aiutare i partecipanti a trovare, attraverso l’ascolto di sé, un giovamento fisico, psichico e spirituale, e provare un immediato senso di leggerezza, serenità e benessere. Durante il seminario si sperimenteranno semplici tecniche per recuperare il rapporto con il proprio corpo, la mente e lo spirito. Attraverso la camminata, a cui verranno uniti momenti di respirazione e di meditazione, i partecipanti saranno aiutati in modo dinamico a ritrovare l’equilibrio e l’armonia interiore sciogliendo blocchi emotivi e tensioni. Da portare con sé: un materassino e una bottiglietta d’acqua. Si consiglia d’indossare vestiti comodi. Il corso è rivolto ad adulti e ragazzi dai 15 anni in su. Info su www.oasizegna.com