Al Borgogna di Vercelli una mostra che racconta il Rinascimento

“Eleazaro Oldoni: una nuova scoperta per il Rinascimento a Vercelli”
Da sabato 5 ottobre al Museo Borgogna di Vercelli è possibile visitare una nuova mostra, curata da Vittorio Natale con Cinzia Lacchia, dedicata ad una delle figure fino ad ora meno conosciute del Rinascimento vercellese: Eleazaro Oldoni. Un nome curioso, quello di Eleazaro, che si lega a una dinastia di artisti milanesi giunti a Vercelli nel Quattrocento, ben documentata ma con poche opere ancora presenti sul territorio.
La mostra, sottolinea il Presidente del museo, l’avvocato Francesco Ferraris, è ospitata non a caso al Museo Borgogna, permettendo di inserire questa selezionatissima e preziosa serie di opere in molti casi del tutto inedite all’interno di un contesto unico per la pittura vercellese.
Per saperne di più 
Nuovi appuntamenti in Museo. E’ online il calendario del mese di ottobre de “L’Arte si fa sentire”: tanti gli appuntamenti rivolti ad un pubblico sempre più ampio.
E’ possibile scaricare qui il calendario 
Nuovi orari d’apertura al pubblico. A partire da sabato 5 ottobre il Museo osserva un nuovo orario di apertura al pubblico:
dal martedì al venerdì dalle 14.30 alle 17.30 (al mattino aperto su prenotazione per scolaresche e gruppi);
sabato dalle 14 alle 18 (mattino chiuso);
domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.
Lunedì chiuso.
Tutte le info su museoborgogna.it

L’arte orientale in mostra a Città Studi Biella

Il Raku è una tecnica giapponese di cottura, approdata in Occidente, utilizzata per la produzione di tazze per la cerimonia del tè e che ha un forte legame con lo spirito Zen; questa tecnica ha subito profonde trasformazioni assumendo caratteristiche proprie che si differenziano da quelle originali. Se ad ogni ceramica Raku viene poi affiancato un bonsai, che simboleggia un dialogo suggestivo di forme e colori, si parlerà di: “L’arte di dare una forma. Bonsai e ceramica Raku”. E’ una mostra d’arte che rientra all’interno della fortunata rassegna “Crossing Art&Books”, diventata ormai un punto di riferimento per gli artisti del territorio promossa dalla biblioteca di Città Studi Biella. La mostra organizzata da Città Studi Biella, in collaborazione con Garden Club Biella e R&L Creative Bonsai, è una presentazione di bonsai e creazioni contemporanee di ceramiche Raku realizzate da sette esperti ceramisti. Luca Barbieri e Riccardo Valle sono i due giovani biellesi fondatori della R&L Creative Bonsai che condurranno i visitatori, attraverso le loro sculture viventi, alla scoperta di questa pratica antica che permette di coltivare alberi in miniatura dove la ricerca della forma rivela una profonda connessione spirituale tra l’albero e i suoi curatori. I ceramisti chiamati ad esporre le loro sculture o i loro manufatti sono Anna Banfi, Roberto Castellano, Mark HC Jones, il duo Lista|Fila, Simone Stefani ed Ebe Tirassa. La mostra, curata da Walter Ruffato, dialoga con la proposta di lettura Giapponese, una bibliografia sulla storia e la cultura del Paese del Sol Levante. “Le ceramiche e i bonsai diventano l’occasione per far avvicinare il visitatore alla cultura nipponica – sottolinea Walter Ruffatto – attraverso due tecniche molto diffuse anche in Occidente. Entrambe, grazie ai principi filosofici che le accompagnano fin dall’origine, ci ricordano come sia possibile vivere in armonia con le cose, con gli uomini e con la natura. I bonsai in quanto esseri viventi, necessitano di cure e non possono restare al chiuso per troppo tempo. Per questo motivo verranno esposti per poche settimane all’interno della Biblioteca di Città Studi. Alcune piante, sempre per le stesse ragioni, verranno sostituite con altre. Invito quindi tutti a visitare la mostra in tempi diversi, così da poter ammirare più specie di piante”.La mostra sarà inaugurata giovedì 10 ottobre alle ore 18 nella biblioteca del campus universitario biellese e rimarrà esposta sino al 26 ottobre dal lunedì al venerdì (dalle 8 alle 19), sabato (dalle 8.30 alle 12.30) tranne i festivi. L’ingresso è libero e per maggiori informazioni è possibile contattare direttamente Città Studi Biella tel. 015 8551107, email: biblioteca@cittastudi.org, web-site: www.cittastudi.org/biblioteca, facebook: @cittastudibiblioteca.

Col Foliage la natura dà spettacolo all’Oasi Zegna

Uno scorcio autunnale del Bosco del Sorriso

L’origine del termine foliage, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è francese, ma americana. In americano, infatti, la traduzione di autunno – il periodo in cui, per antonomasia, cadono le foglie – è fall. Si tratta di un periodo che, in alcuni luoghi geografici come gli Stati Uniti e il Canada, ha delle fortissime implicazioni dal punto di vista paesaggistico: i colori cambiano a tal punto da trasformare radicalmente l’aspetto del contesto naturale, come di quello urbano. Una sorta di arcobaleno autunnale che sparge sui sentieri i suoi colori più romantici. Una magia che si può cogliere, nell’Oasi Zegna, partecipando ai tanti eventi organizzati o semplicemente passeggiando in libertà e fermandosi, magari, ad assaggiare la gastronomia locale in una delle strutture presenti nel parco naturale di Trivero Valdilana. Uscite guidate, dog trekking, feste a base di prodotti culinari tipici, animano la stagione autunnale fra il Bosco del Sorriso, la Brughiera, Castagnea di Portula e gli altri siti naturalistici delle Alpi Biellesi. Ecco gli appuntamenti in programma a ottobre e novembre: Bosco del Sorriso (5 e 6 – 12 e 13 – 19 e 20 ottobre) – A Bielmonte, tre weekend di passeggiate in compagnia delle guide naturalistiche esperte del territorio. Non semplici camminate, ma veri percorsi esperienziali nel Bosco del Sorriso, in Valsessera, che lascia incantati con le sue betulle, gli abeti, i faggi e i larici, ma anche per la bellezza dei suoi panorami. Uscite da due ora circa, su percorsi adatti a grandi e piccini, aperti anche agli amici a quattro zampe. Brughiera (26 e 27 ottobre – 2 e 3 – 9 e 10 novembre) – A Trivero Valdilana, tre weekend di escursioni guidate su itinerari adatti a tutti, camminando tra i boschi secolari della Brughiera, zona particolarmente ricca di castagni, che in autunno sfoggiano una tavolozza di tonalità calde del giallo, arancio e marrone. A fine escursione sarà possibile visitare il Santuario mariano Nostra Signora della Brughiera (XV e XVII sec.), fra i più importanti del Piemonte. Castagnea (19 e 20 ottobre) – A Castagnea di Portula, una speciale due giorni dedicata alla castagna con degustazioni, mercatini, passeggiate nel bosco e tante curiosità tutte da scoprire, a cura dell’agriturismo Oro di Berta. Domenica 20 ottobre la giornata sarà dedicata agli amici a quattro zampe, con un’escursione guidata dall’esperta cinofila Theodora Biganzoli. Al termine dell’uscita “castagnata” per tutti. Maggiori info su www.oasizegna.com