Alluvione a Vercelli, la mostra 50 anni dopo

Mostra alluvione Vercelli 1968-2018Mostra fotografica: “Com’era l’acqua”
Museo Leone, Via Verdi 30 – 13100 Vercelli
1° – 21 Dicembre 2018

Dopo il grande successo raccolto lo scorso 2 novembre dell’evento pubblico realizzato dal Comitato Rione Isola per ricordare a cinquant’anni esatti l’alluvione che nel 1968 aveva colpito la periferia di Vercelli, il Museo Leone ospiterà la mostra che racconta l’intensità di quei giorni drammatici. Giorni di cui molti vercellesi conservano ancora ricordi vividi e le cui immagini, tramandate fino ad oggi grazie al lavoro coraggioso di alcuni testimoni, ci raccontano di un territorio devastato.
Le imbarcazioni che navigano per le strette strade cittadine, le case affioranti dall’acqua, un bambino fatto calare dalla finestra del primo piano di un’abitazione sono solo alcune delle rappresentazioni del rovesciamento della realtà che il potere dell’acqua fu in grado di provocare e che oggi è possibile rivivere nella mostra “Com’era l’acqua”. Saranno esposte le toccanti foto di Renato Greppi, tratte dal libro “Vercelli. Il diluvio di novembre” a cura di M. Barberis e S. Robutti, concesse dall’associazione Archivio Fotografico Luciano Giacchetti e dal suo presidente Lorenzo Proverbio e sarà possibile vedere le riprese video dell’epoca. L’esposizione sarà inaugurata sabato 1° dicembre 2018 alle ore 16.30, e si potrà visitare gratuitamente fino a venerdì 21 dicembre.
L’evento, realizzato a grande richiesta di quei cittadini che non hanno potuto partecipare alla serata del 2 novembre e grazie alla gentile disponibilità di Luca Brusotto e di Gianni Mentigazzi, rispettivamente Conservatore e Presidente del Museo Leone, ha l’intento di coinvolgere i visitatori nell’atmosfera dell’epoca, nel doloroso resoconto dei danni, ma anche nella fantastica gara di solidarietà con la quale gli abitanti furono in grado di rispondere a un momento così estremo. Le immagini della mostra descrivono proprio come un evento tragico abbia generato nuovi legami tra la comunità vercellese e regalano ai visitatori un messaggio di speranza, la dimostrazione di come la collaborazione e l’impegno di tutti siano il fondamento necessario per superare ogni difficoltà.

Conferenza su Leonida Robbiano: ultimi posti su prenotazione

Unipop Vercelli, conferenza Leonida RobbianoSono in corso le iscrizioni per l’Incontro-Racconto “Leonida Robbiano: il volo per il primato e l’abbigliamento nell’aviazione tra le due guerre”. L’Università Popolare di Vercelli, promotrice dell’appuntamento in memoria del Pioniere del Volo, adotta la formula del numero chiuso: venerdì 30 novembre, alle ore 21, nella Sala Parlamentino dell’Ovest Sesia, sarà riconosciuta la priorità all’ingresso a chi avrà prenotato. La speciale commemorazione vedrà alternarsi nella conduzione l’ingegnere Mark Varlotta e l’esperta di storia del costume Letizia Vercellino. L’Accademia del Sapere, dopo aver dedicato l’edizione 2018 di Pedalando la Cultura all’aviatore dimenticato, conclude l’iter con un evento esclusivo: un Incontro Racconto in cui Varlotta ripercorrerà le gesta dell’aeronauta che nella primavera del 1933, a bordo del “Breda 33”, tentò la trasvolata intercontinentale Londra-Sidney. Spetterà poi all’esperta di Moda Letizia Vercellino introdurre en excursus sulle tendenze stilistiche tra le due guerre, estrapolate da documenti, filmati e immagini d’epoca. Al termine della serata gli allievi della SCUOLA DI CUCINA dell’Università Popolare offriranno ai partecipanti degli assaggi ispirati alla cucina Futurista. Le iscrizioni devono pervenire alla segreteria di via Attone Vescovo che mantiene i seguenti orari: i martedì e i mercoledì dalle 17 alle 19 e i giovedì dalle 10 alle 12.

Nordiconad con LILT Biella per la lotta contro i tumori

gadget natale 2018 Conad e Lilt BiellaSi sono appena conclusi i tre giorni che hanno visto Biella ospite e protagonista de “Il Grande Viaggio Insieme”, un appuntamento itinerante all’insegna del dialogo, della musica, del cibo e dello sport organizzato da Nordiconad.
È in questo contesto che è partito un progetto solidale importante: infatti, in occasione del prossimo Natale, LILT Biella sarà beneficiaria dell’iniziativa natalizia che si terrà presso tutti i punti vendita Nordiconad di Piemonte e Valle d’Aosta. Questa è davvero speciale e lascia un segno di valore: infatti, ogni 25 euro di spesa, con un contributo aggiuntivo di soli 3 euro o 1 euro e 50 centesimi è possibile ricevere una pallina in porcellana. Per ogni pallina distribuita, 50 centesimi saranno devoluti a LILT Biella.
Perché la scelta di aiutare il territorio lo hanno spiegato Massimo Galvan Presidente di Nordiconad e titolare del supermercato di Candelo, e Giuseppe Fornasiero, Responsabile dell’Area Piemonte e Valle d’Aosta di Nordiconad: “Tra i valori che Nordiconad esprime sin dalla sua costituzione c’è la volontà di far sì che il supermercato non sia solo un luogo di business, ma un luogo che partecipa alla vita della società e della comunità – afferma Massimo Galvan. Oltre ad essere vicini alla collettività, diventiamo parte di una sinergia e catalizzatori di forze con Associazioni che aiutano differenti categorie di persone in condizioni di disagio o di difficoltà”.
“È un nostro imperativo quello di investire sul territorio per investire nel sociale, continua Giuseppe Fornasiero. Nel Biellese, Nordiconad ha una presenza davvero forte: nel 2017 ha erogato ben 50.000 euro a supporto di diverse associazioni benefiche. ALILT Biella ed ha sostenuto la realizzazione e la gestione dell’ambulatorio dietologico di Spazio LILT.
Le palline che verranno distribuite nel periodo natalizio sono di fattura pregiata, total white, quindi bianchissime e alcune hanno anche un led luminoso da attivare direttamente
sull’albero, per renderlo ancora più bello.
Le forme sono varie: dalla classica pallina tonda a quella a forma di campanella, a quella a forma di stella.
Per “accendere la prevenzione” Nordiconad e LILT Biella sono unite in questa nuova e attesa iniziativa natalizia.