All’Oasi Zegna una domenica passeggiando tra le erbe

Mina Novello

Domenica 19 maggio, sotto la guida dell’esperta di sapori biellesi Mina Novello, una passeggiata di due ore circa lungo i sentieri della Brughiera per imparare a riconoscere le erbe spontanee del territorio, con raccolta e successivo pranzo al Bucaneve. 
Ogni erba ha un sapore e delle proprietà diverse. Anche erbe molto comuni, che la gente normalmente calpesta, possono diventare interessanti in cucina. Mina racconta che la sua passione per la natura e i suoi frutti è nata quando era piccola, dal padre, che accompagnava a dipingere paesaggi, e dalla madre, ottima cuoca. Col passare del tempo è nato anche l’interesse per la botanica che l’ha portata oggi ad essere un’esperta del settore e a collaborare anche con il DocBi, centro per la documentazione e tutela della cultura biellese che ha come obiettivo il mantenimento delle tradizioni e delle identità locali.
La raccolta di erbe dipende ovviamente dalle condizioni climatiche, sarà dunque necessario vedere cosa la natura offrirà. Lo scopo dell’uscita tuttavia non è tanto quello di trovarle già pronte per la raccolta ma quello di imparare a individuarle, riconoscerle, per poi raccoglierle autonomamente.
Dopo la passeggiata, l’appuntamento è al ristorante Bucaneve, dove lo chef Tonetto preparerà un menù gourmet con piatti a base di erbe selvatiche. Durante il pranzo Mina Novello terrà una breve lezione sulle erbe e su come impiegarle in gustose ricette primaverili. Info e prenotazioni: 015.744184 – bucaneve@oasizegna.com

Per gli sportivi domenica torna la “Mosso Vertical Mille”

Il percorso copre un dislivello esatto di mille metri e propone una gara competitiva e una non competitiva. La partenza è dalla piazzetta del centro storico di Mosso e, lungo i 6,2 km di salita attraversa borgateboschi e pascoli per giungere alla vetta della Rocca d’Argimonia, elevazione maggiore del territorio comunale. Passa attraverso le borgate mossesi seguendo strade e mulattiere, tocca cascine e pascoli e raggiunge la Panoramica Zegna al Bocchetto Luvera. La spettacolare parte finale sul filo della cresta porta alla vetta dell’Argimonia.  Mosso Vertical Mille fa parte del Parco dei Sentieri di Mosso, innovativo progetto di valorizzazione turistica. Nel parco è presente l’Anello di Salute in Cammino ed è attraversato dal Cammino di San Carlo, itinerario storico devozionale da Arona alla Via Francigena. 
Info su www.mossoverticalmille.it

Una domenica al Museo Leone di Vercelli

Domenica 12 maggio alle 17,30 presso la sala d’Ercole del Museo Leone terzo e ultimo appuntamento con “Intorno a Guala”, un breve ciclo di lezioni pensate per fare luce su personaggi e avvenimenti che, per varie ragioni, hanno intrecciato la loro storia con quella del cardinale vercellese, in occasione delle celebrazioni per gli 800 anni dell’abbazia di Sant’Andrea di Vercelli e della mostra LA MAGNA CHARTA. GUALA BICCHIERI E IL SUO LASCITO. La lezione, che sarà curata a due voci da Luca Brusotto e Riccardo Rossi, avrà per titolo Innocenzo III e il giovane Federico II: la Magna Charta tra papato e impero e ci porterà alla scoperta di due personaggi chiave della storia europea degli inizi del 1200. Due uomini dalle biografie eccezionali le cui gesta e le cui mire politiche si intrecciano anche con le vicende legate al famoso documento in mostra a Vercelli.  Il costo della lezione è di 5 euro. Prenotazione consigliata ma non necessaria allo 0161.253204 o 348.3272584.

Al Museo Leone prosegue inoltre fino al 9 giugno la mostra Sant’Andrea di Vercelli nei disegni di Carlo Emanuele e Edoardo Arborio Mella e il cofanetto di Guala Bicchieri, anch’essa appositamente preparata per gli 800 anni dell’abbazia di Sant’Andrea, celebrati attraverso l’esposizione di 29 tavole acquerellate raffiguranti la basilica e opera del conte Carlo Emanuele Arborio Mella e del figlio Edoardo che le realizzarono in occasione dei lavori di restauro. Assieme ai disegni, la mostra, mira alla valorizzazione di un’opera permanentemente esposta in Museo: il cofanetto con medaglioni smaltati di manifattura limosina parte del tesoro che il cardinale Guala Bicchieri donò all’abate di Sant’Andrea Tommaso Gallo nel 1224 e che Camillo Leone acquistò poi sul mercato antiquario nel 1883. Il prezioso scrigno è l’unico oggetto appartenuto al cardinale ancora presente a Vercelli. Per info si può consultare www.museoleone.it o la pagina facebook del Museo Leone oppure scrivendo a: info@museoleone.it