Sul palco del Coccia di Novara si danza la fiaba più romantica

Al Teatro Coccia di Novara questa sera alle 20.30 e domani – domenica 19 Gennaio – alle ore 16 va in scena “La Bella Addormentata“, vero e proprio capolavoro del balletto classico.
La dimensione del sogno risveglia la magia delle fiabe, un mondo incantato di castelli, foreste, maledizioni e incantesimi. Solo un bacio dell’amor puro spezzerà il sortilegio. Questa rappresentazione è una grande sfida per i ballerini, specialmente nell’interpretazione del personaggio principale Princess Aurora, che richiede uno stile cristallino, elegante e fragile. Eseguito dalle principali compagnie mondiali, questo capolavoro di Piotr Čajkovskij è senza dubbio una delle pagine più belle dell’illustre compositore russo. Melodie eterne come “Rosa Adagio” e “Grande Valse Villageoise” rivelano il lirismo dell’autore. La relazione tra la musica di Čajkovskij e la coreografia di Marius Petipa è tanto perfetta che risulta difficile immaginare un’altra versione della partitura: la geniale simbiosi tra musica e balletto hanno reso questa pièce l’opera più emblematica della danza classica.
Questa produzione presenta un incredibile set di bellezza e realismo, costumi prodotti con dettagli sontuosi e barocchi, un ensemble di solisti e un corpo di ballo guidato da star del balletto russo.

A Biella un sabato tra sport, spettacolo e beneficenza

Sabato 18 Gennaio a Biella lo sport e la solidarietà andranno a braccetto con l’evento “Un Gol nel tuo Cuore”, presso il palasport di via Pajetta a partire dalle ore 14. In programma un Torneo triangolare di calcio a cinque, un vero e proprio show per intrattenere famiglie, bambini e appassionati. Sul campo previste spettacolari sfide tra la Nazionale Artisti Tv (tra i quali è confermata la presenza di Capitan Ventosa dalla trasmissione “Striscia la Notizia” e dell’attore Ugo Conti) , le Vecchie Glorie della Biellese 1902 e uno speciale Team di Aziende sostenitrici dell’evento, ma anche avvincenti match tra squadre delle categorie giovanili del territorio. Iniziativa ampiamente riconosciuta e di sicura cassa di risonanza mediatica, “Un Gol nel Tuo Cuore” si propone da parecchi anni di dare voce alle molteplici Associazioni di volontariato attive sul territorio, da Nord a Sud, permettendo loro di promuovere le proprie attività solidali. Sarà così anche a Biella: i biglietti a disposizione sono 2.500 (di cui un migliaio sono già stati distribuiti) e l’intero incasso verrà devoluto in beneficenza alle importanti cause delle associazioni no profit, orgoglio del territorio biellese.

A Novara è tutto pronto per la festa patronale

Novara si prepara per la festa patronale in onore di San Gaudenzio che anche quest’anno propone eventi e iniziative di carattere religioso, culturale e sociale. Primo appuntamento sabato 18 gennaio quando, in mattinata, al Nuovo Teatro Faraggiana saranno consegnate le onorificenze ai “Novaresi dell’anno”. La cerimonia avrà inizio alle 11 mentre un’ora prima avverrà la consegna del riconoscimento ai Benemeriti della Solidarietà (in collaborazione con la Fondazione Comunità Novarese  Onlus). Nella tarda mattinata, poi,  sarà consegnata la Borsa di studio allo Studente meritevole dell’anno 2019, a cura del Rotary Club Novara. Alle 16 di martedì 21 gennaio la solenne apertura dello Scurolo di San Gaudenzio, che resterà aperto fino al 29 gennaio. Nel giorno della festa di San Gaudenzio – mercoledì 22 gennaio – alle ore 10 la sfilata del Corteo Civico, che si fermerà presso la Basilica dove avrà luogo la tradizionale Cerimonia del Fiore e la liturgia solenne presieduta dal vescovo. Sempre in Basilica, ma venerdì 31 gennaio, alla sera il Concerto Ufficiale organizzato dal Comune di Novara con il contributo della Fondazione Banca Popolare di Novara. Il Lions Club Novara Ticino curerà la raccolta di fondi a favore della “Mensa e Armadio del Povero” curata dai Frati Cappuccini di San Nazzaro. In programma i concerti brandeburghesi di Bach. L’esibizione sarà affidata all’Orchestra da camera Carlo Coccia: al violino Olivia Centurioni, alla tromba  Gabriele Cassone, al clavicembalo Fabio Bonizzoni, al flauto Gianni Biocotino, all’oboe Andrea Chenna.