Truffano una straniera promettendo un lavoro in Italia: fermati dalla Polizia di Vercelli

polizia1In meno di tre mesi di indagine la Polizia di Stato ha messo a segno un’altra brillante operazione che ha permesso di eseguire due misure cautelari.L’attività investigativa ha avuto inizio nel mese di maggio, allorquando, si presentava all’ufficio denunce della Questura bicciolana B.A., classe 62, nata in Marocco, residente in Provincia di Vercelli,per denunciare una patita truffa messa in atto da alcune persone che l’avevano tratta in inganno promettendo un contratto di lavoro regolare a favore della sorella, residente in Marocco, mediante un nulla osta al lavoro stagionale, apparentemente emesso dallo Sportello Unico dell’immigrazione di una Prefettura del Veneto. Inoltre nel momento in cui aveva iniziato ad avere sospetti sulla veridicità della documentazione, denunciava di aver subito delle minacce di ritorsioni nel caso in cui non avesse provveduto alla corresponsione di quanto pattuito: circa 4500 euro. Impaurita decideva quindi di pagare. Continua >

Novara: nuova isola ecologica in Via delle Rosette

il taglio del nastro

il taglio del nastro

Il sindaco Andrea Ballarè, con il presidente del Consorzio Basso Novarese Enrico Faragona e il presidente dell’Assa Marcello Marzo, ha inaugurato la nuova isola ecologica realizzata in Via delle Rosette angolo Via delle Americhe.

Fino ad oggi a Novara era presente una sola isola ecologica, in Via Sforzesca; considerato un bacino di utenza di oltre 100.000 abitanti e l’ubicazione decentrata dell’isola, era palese che una sola struttura non fosse sufficiente e questa mancanza sicuramente non era un incentivo per i cittadini a conferire meglio i propri rifiuti differenziati. Per molto tempo, infatti, si è discusso sulla necessità per la Città di Novara di costruire nuove isole ecologiche; ora è stato realizzato il secondo centro di raccolta, situato in zona Nord, diametralmente opposto a quello esistente, in modo da rendere più omogenea l’offerta ai cittadini residenti nelle diverse aree della città. Continua >

Biella: piano neve 2015/2016

Piano neve a Biella

Piano neve a Biella

Vale poco più di 250mila euro il piano neve per l’inverno 2015/2016 a Biella: è stato varato dalla giunta Cavicchioli. È stata confermata la durata annuale (fino al 2013/2014 era triennale) dell’appalto, mentre la città è stata suddivisa non più in cinque ma in quattro zone, per creare un migliore rapporto tra il numero dei mezzi impiegati e i metri di strade da tenere sgombre. La zona 1 comprende la collina e la valle Oropa (Barazzetto, Vandorno, Cossila San Grato e San Giovanni, Favaro), la zona 2 il centro cittadino, la zona 3 i quartieri oltre il Cervo (Chiavazza, Pavignano, Vaglio), la zona 4 la fascia Sud da San Paolo al Villaggio La Marmora, fino a Oremo e Masarone. Continua >