Un’alleanza buona

E’ partita giovedì 30 aprile 2020 e proseguirà sino a fine giugno 2020 la campagna di raccolta fondi denominata “Un’alleanza buona” promossa dalla Rete di Associazioni ed Enti aderenti al progetto “Alleati contro lo spreco” e finalizzata al sostegno delle persone più fragili che si rivolgono quotidianamente agli empori e punti di distribuzione alimentari presenti sul territorio biellese e vercellese. Quanto raccolto permetterà di aiutare non solo le famiglie in condizioni di disagio economico che già prima i vari Empori e associazioni delle province di Biella e Vercelli sostenevano, ma anche una parte di nuovi poveri, in numero crescente a causa della situazione attuale. Con questa campagna  il Centro Territoriale Volontariato di Vercelli e Biella prosegue l’impegno sul tema della lotta allo spreco avviata nel 2019. Il progetto “Alleati contro lo spreco”, finanziato con un contributo regionale, è finalizzato all’utilizzo di eccedenze ai fini sociali e alla sensibilizzazione della cittadinanza sull’importanza di non sprecare il cibo. Questa campagna di raccolta fondi “Un’alleanza buona” intende infatti rispondere alla crescente richiesta di generi alimentari di prima necessità distribuiti dagli empori e dalle associazioni ed enti attivi nelle nostre provincie, specialmente in questo periodo di emergenza sanitaria da Covid – 19. Le azioni messe in atto per raccogliere fondi da destinare direttamente a chi gestisce gli empori e i punti di distribuzione alimentare sono rispettivamente:

  • Una raccolta fondi effettuata attraverso donazioni sul c/c dell’associazione di volontariato OSVER – Associazione Opere Socio Umanitarie Vercellesi (IBAN IT59C0609010009000001000544) intestato a Osver;
  • Una donazione iniziale effettuata da Nova Coop per rifornire gli empori e gli altri punti di distribuzione con prodotti freschi (frutta e verdura) e altri beni di prima necessità;
  • Un contributo alla cassa, presso i punti vendita di Nova Coop a Biella, Vercelli, Borgosesia, Santhià, Trino e Trivero in cui i vari acquirenti potranno arrotondare in eccesso lo scontrino della propria spesa e destinare l’eccedenza a questa iniziativa.

La Rete di Associazioni ed Enti promotori della Campagna: Associazione di Volontariato La Rete, Associazione di volontariato VitaTre Saluggia ODV, Associazione Veterinaria per la cooperazione internazionale, Parrocchia di San Giorgio, ASCOM Vercelli, Formater, Banco Solidale Santhià ODV, Il Granello di Senape, A.V.A.S. Associazione Volontari Assistenza Sanitaria Varallo, Associazione di volontariato Centro di Accoglienza Notturna “Santa Teresa” Onlus, Cooperativa Sociale 181 S.C.S., Caritas Eusebiana Vercelli, ConTatto ODV, Mani tese Pratrivero ODV, Onda Verde APS, Tra le Alpi e le Ande ODV, Tavolo Lotta allo Spreco del Comune di Vercelli, Comune di Vigliano Biellese, Nova Coop, O.S.Ver Associazione Opere Socioumanitarie Vercellesi e CTV – Centro Territoriale Volontariato.

Muse alla lavagna

Il progetto Muse alla lavagna nasce dalla volontà della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella di contribuire ad ampliare l’offerta formativa per le scuole biellesi attraverso la messa a disposizione di laboratori didattici di qualità e completamente gratuiti in molteplici discipline didattiche. È possibile presentare le proposte laboratoriali per Muse alla lavagna 2020/2021 direttamente sull’area riservata ROL, compilando il modulo. E’ necessario compilare una richiesta per ogni tipologia di laboratorio che si è interessati a presentare. Se il laboratorio prevede sottocategorie la cui unica differenza è l’argomento trattato, ma le modalità e l’utenza sono uguali, è sufficiente la compilazione di un solo modulo. Nel modulo sarà anche possibile indicare se il laboratorio, in caso di necessità, sarà realizzabile anche a distanza. La richiesta dovrà venire compilata entro il 31 maggio 2020. Nel prossimo mese di giugno saranno comunicati gli esiti della proposta inviata. Per eventuali chiarimenti basta scrivere all’indirizzo email: contributi@fondazionecrbiella.it

#RiparTiAmo Biella

Per il comune di Biella sarà un’estate da ricordare. Chiuse strade e aggiunta di numerosi dehor per dare vita al progetto “#RiparTiAmo Biella“, rivolto a cittadini e commercianti. “Abbiamo voluto osare con una novità che potrebbe essere prolungata nel tempo -afferma il vice sindaco Giacomo Moscarola-. Ci piace l’idea di una città vivibile, con meno auto e più persone”. E per le tante attività commerciali, costrette alla chiusura forzata per troppo tempo, si preannuncia una boccata d’ossigeno. Interessanti novità per il popolo serale della movida ma anche all’ora di pranzo, quando il tratto di via Marconi sarà chiuso proprio per permettere alla ristorazione di affacciarsi nel centro storico. Le chiusure delle vie cittadine saranno in vigore fino al 31 ottobre e partiranno dal 23 e 29 maggio, secondo le varie richieste dei titolari degli esercizi commerciali. Il progetto #RiparTiAmo Biella prevede anche la concessione di dehors, richiesti anche da quegli esercenti che finora non avevano mai considerato uno spazio aperto. Con l’obiettivo di regalare a tutti, nella più totale sicurezza, un po’ di spensieratezza e serenità.