GdF Novara: il bilancio del 2014

GdF Novara

GdF Novara

Nel 2014 la lotta all’evasione fiscale nella provincia di Novara è stata condotta con l’effettuazione di verifiche e controlli nei confronti di 541 imprese e contribuenti. Sono stati scoperti 41 soggetti completamente sconosciuti al fisco (cd. “evasori totali”) e 4 “evasori paratotali”. I denunciati per reati fiscali sono stati 73, di cui 1 arrestato, con l’avvenuto accertamento di 97 violazioni contestate principalmente per aver presentato una dichiarazione fiscale fraudolenta o infedele o per non averla presentata affatto, per l’emissione o utilizzo di fatture false oppure per aver occultato/distrutto la contabilità. La sistematica aggressione ai patrimoni degli evasori ha portato al sequestro di beni per 730 mila euro al fine di soddisfare il credito dell’erario. Sono stati eseguiti 1.629 controlli sul rilascio di scontrini e ricevute fiscali, riscontrando una percentuale di irregolarità pari al 35,36%. Per quanto attiene al lavoro sommerso, sono stati individuati 50 lavoratori “in nero” e 8 irregolari, impiegati da 17 datori di lavoro. Continua >

GdF di Biella: il bilancio dell’attività svolta nel 2014

GdF di Biella

GdF di Biella

Il bilancio dell’attività investigativa svolta dai Reparti della Guardia di Finanza nella Provincia di Biella nel corso del 2014 viene riportato di seguito, riepilogato nei settori prioritari della lotta alle frodi e all’evasione fiscale, della tutela della spesa pubblica, del contrasto alla criminalità economico finanziaria ed ai traffici illeciti per la tutela dell’economia legale a favore delle imprese rispettose delle regole e dei cittadini onesti, danneggiati dalla concorrenza sleale. Continua >

Partita ricca di goal e di emozioni al Piola: tra Pro Vercelli e Livorno finisce 3 a 3

Mattia Sprocati, oggi per lui una doppietta

Mattia Sprocati, oggi per lui una doppietta

E’ finita in parità la gara tra Pro Vercelli e Livorno; 3 a 3 il risultato finale in un alternarsi di goal e di emozioni in una partita che le due squadre in campo hanno disputato con la chiara intenzione di aggiudicarsi i tre punti in palio. La Pro Vercelli ha assaporato la gioia della vittoria fino a 4 minuti dal termine, dopo aver messo a segno con Luppi, all’81’, la rete del 3 a 2. Ma un rigore decretato dall’arbitro e molto contestato dai padroni di caso ha messo nelle condizioni lo specialista Emerson di riagguantare il pari.

La Pro era andata per prima in vantaggio con Sprocati, dopo 5 minuti di gioco. Poi all’11 e al 25 il pareggio e il vantaggio del Livorno con Maicon e Siligardi. Quidi, al 40′, il pareggio ancora ad opera di Srocati, oggi sostituto di Marchi. Nella ripresa, come detto, le reti di Luppi, all’81’ e di Emerson all’86’.

Buona la prova di carattere della squadra allenata da Scazzola, ma difesa ancora incerta e, soprattutto, prestazione incolore di Ronaldo, ancora lontando da una condizione di forma accettabile.

Per quanto riguarda la classifica, la Pro è sempre in zona playout, ma adesso con sette squadre nel giro di due punti. E lunedì prossimo, in posticipo serale, importante scontro salvezza a Chiavari tra Entella e Pro Vercelli.