Col Foliage la natura dà spettacolo all’Oasi Zegna

Uno scorcio autunnale del Bosco del Sorriso

L’origine del termine foliage, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è francese, ma americana. In americano, infatti, la traduzione di autunno – il periodo in cui, per antonomasia, cadono le foglie – è fall. Si tratta di un periodo che, in alcuni luoghi geografici come gli Stati Uniti e il Canada, ha delle fortissime implicazioni dal punto di vista paesaggistico: i colori cambiano a tal punto da trasformare radicalmente l’aspetto del contesto naturale, come di quello urbano. Una sorta di arcobaleno autunnale che sparge sui sentieri i suoi colori più romantici. Una magia che si può cogliere, nell’Oasi Zegna, partecipando ai tanti eventi organizzati o semplicemente passeggiando in libertà e fermandosi, magari, ad assaggiare la gastronomia locale in una delle strutture presenti nel parco naturale di Trivero Valdilana. Uscite guidate, dog trekking, feste a base di prodotti culinari tipici, animano la stagione autunnale fra il Bosco del Sorriso, la Brughiera, Castagnea di Portula e gli altri siti naturalistici delle Alpi Biellesi. Ecco gli appuntamenti in programma a ottobre e novembre: Bosco del Sorriso (5 e 6 – 12 e 13 – 19 e 20 ottobre) – A Bielmonte, tre weekend di passeggiate in compagnia delle guide naturalistiche esperte del territorio. Non semplici camminate, ma veri percorsi esperienziali nel Bosco del Sorriso, in Valsessera, che lascia incantati con le sue betulle, gli abeti, i faggi e i larici, ma anche per la bellezza dei suoi panorami. Uscite da due ora circa, su percorsi adatti a grandi e piccini, aperti anche agli amici a quattro zampe. Brughiera (26 e 27 ottobre – 2 e 3 – 9 e 10 novembre) – A Trivero Valdilana, tre weekend di escursioni guidate su itinerari adatti a tutti, camminando tra i boschi secolari della Brughiera, zona particolarmente ricca di castagni, che in autunno sfoggiano una tavolozza di tonalità calde del giallo, arancio e marrone. A fine escursione sarà possibile visitare il Santuario mariano Nostra Signora della Brughiera (XV e XVII sec.), fra i più importanti del Piemonte. Castagnea (19 e 20 ottobre) – A Castagnea di Portula, una speciale due giorni dedicata alla castagna con degustazioni, mercatini, passeggiate nel bosco e tante curiosità tutte da scoprire, a cura dell’agriturismo Oro di Berta. Domenica 20 ottobre la giornata sarà dedicata agli amici a quattro zampe, con un’escursione guidata dall’esperta cinofila Theodora Biganzoli. Al termine dell’uscita “castagnata” per tutti. Maggiori info su www.oasizegna.com

“La vie en rose”: la nuova campagna di prevenzione di LILT Biella, in collaborazione con Bottega Verde

Parte il mese della prevenzione del tumore al seno. Dal 1 al 31 ottobre iniziative di sensibilizzazione, visite ed esami diagnostici, eventi ed iniziative solidali in tutta la provincia di BiellaLa prevenzione salva la vita: è questo il messaggio della nuova campagna di informazione, sensibilizzazione e raccolta fondi di LILT Biella che vede la collaborazione di Bottega Verde e che fino al 31 ottobre vedrà coinvolti al suo fianco Comuni, aziende, testimonial, esercizi commerciali e associazioni sportive e di volontariato. Tutti uniti per lottare insieme contro quel tumore che, purtroppo, colpisce oggi più donne in Italia. Il tumore al seno, infatti, costituisce attualmente quasi il 30% di tutte le diagnosi tumorali. Ogni anno in Italia sono accertati circa 38.000 tumori della mammella tra 0 e 84 anni e si verificano circa 11.000 decessi a causa di questa patologia. Una donna su otto è colpita e, negli ultimi anni si è registrato un aumento di circa il 30% tra le giovani donne in età compresa tra i 35 ed i 50 anni. Una fascia d’età che, purtroppo, non è prevista negli screening e per cui, invece, sono sempre più necessarie visite di prevenzione e esami diagnostici in grado di riconoscere in tempo la malattia.
Il tumore al seno, individuato in fase iniziale, permette l’87% di probabilità di guarigione. La prevenzione è, di conseguenza, la prima vera arma per combatterlo ed è efficace anche per le donne under 45. Primo obiettivo della campagna: informare le donne sull’importanza di scoprire il tumore il più precocemente possibile. Per farlo LILT Biella ha realizzato materiali informativi che saranno distribuiti su tutto il territorio e una sezione dedicata sul suo sito web: www.liltbiella.it/campagna-nastro-rosa. Anche le aziende sono state coinvolte nella campagna: il welfare aziendale passa infatti anche dalla salute. Un esempio virtuoso è quello di “Successori Reda S.P.A”. che ha offerto a tutte le dipendenti visite di prevenzione al seno. L’ambulatorio senologico di Spazio LILT, inoltre, accoglierà le donne che decideranno di eseguire visite specialistiche ed esami diagnostici di prevenzione al seno. Tante anche le iniziative sul territorio: dall’ illuminazione dei Municipi o di altri edifici importanti dei Comuni Biellesi, agli eventi di sensibilizzazione dove LILT Biella sarà presente con i suoi volontari. Da segnalare il Percorso Rosa, una nuova iniziativa che unisce lo sport alla lotta contro i tumori femminili per ricordare l’importanza dei corretti stili di vita. A chiusura della campagna, Venerdì 15 novembre ritornerà inoltre LILTforBiella, lo spettacolo che a partire dalle ore 21.00, presso il Teatro Sociale Villani vedrà la partecipazione di numerosi ospiti. In questa occasione verrà fatto simbolicamente il passaggio di testimone da LILT For Women – Campagna Nastro Rosa alla Campagna Percorso Azzurro per la prevenzione dei tumori maschili. Per il 2019, grazie alla collaborazione con Bottega Verde, LILT Biella proporrà una crema mani e un bagnoschiuma alla mandorla come gadget solidale per sostenere gli ambulatori di prevenzione e diagnosi precoce dedicate alle donne a Spazio LILT. Il gadget si affianca al simbolo della campagna, il ciondolo “Scegli per te e per chi ti sta a cuore” disegnato dal famoso artista biellese Daniele Basso e realizzato dalla gioielleria Rodighiero. Ritorna inoltre il “Menu rosa”: per tutto il mese di ottobre, presso La Bettola di Carisio di Maio Group, chi ordinerà un piatto o l’intero menù dedicato alla prevenzione del tumore al seno, contribuirà al sostegno dell’ambulatorio senologico di Spazio LILT. LILT Biella sarà in diretta su City4you sabato 5 ottobre dalle 13,30.

La Diocesi di Vercelli in lutto per la scomparsa dell’Arcivescovo emerito, padre Enrico Masseroni

Padre Enrico Masseroni (foto Giorgio Morera)

E’ spirato questa mattina (30 settembre 2019) alle ore 9.05 l’Arcivescovo emerito di Vercelli padre Enrico Masseroni nella casa di cura Monsignor Luigi Novarese, a Moncrivello. La notizia è stata diffusa dal suo successore monsignor Marco Arnolfo che, qualche giorno fa, aveva invitato i fedeli a pregare per l’amato predecessore. I funerali si svolgeranno nel Duomo di Vercelli giovedì 3 ottobre alle ore 10. Padre Masseroni, dopo le dimissioni nel 2014 per raggiunti limiti di età, aveva scelto di risiedere presso il Seminario, ma da qualche tempo era ricoverato presso la struttura sanitaria. La salma verrà esposta al santuario del Trompone di Moncrivello dalle ore 12 alle 18.30 di oggi – lunedì 30 settembre –e verrà successivamente traslata a Vercelli, nella cappella di Sant’Eusebio della Cattedrale. Il feretro sarà esposto per la preghiera personale dei fedeli martedì 1 ottobre, dalle ore 8 alle 19, mentre alle ore 18.30 verrà recitato il Santo Rosario. Mercoledì 2 ottobre proseguirà l’esposizione della salma dalle ore 8 alle 20.45, orario in cui avrà inizio la veglia funebre. In questa occasione sarà data la possibilità di tenere brevi interventi di ricordo del presule scomparso ai rappresentanti di Enti pubblici e privati ed alle associazioni ecclesiali. Giovedì 3 ottobre alle ore 10 è stabilita in Duomo la solenne Celebrazione eucaristica esequiale, presieduta dall’Arcivescovo di Vercelli, monsignor Marco Arnolfo. A conclusione del rito di commiato, monsignor Enrico Masseroni verrà tumulato nella cripta dei Vescovi all’interno della medesima Cattedrale di Sant’Eusebio. Maggiori informazioni su www.eusebiano.it