L'incontro delle autorità con gli studenti e i rappresentanti del mondo scolastico vercellese

(c.c.) Per la prima volta il salone di rappresentanza della Prefettura di Vercelli ha accolto lunedì mattina gli studenti, i loro insegnanti e i dirigenti per celebrare l’avvio dell’anno scolastico. E’ stata una iniziativa voluta dal prefetto Salvatore Malfi e dal dirigente scolastico provinciale Antonio Catania e allargata anche alla presenza delle autorità civili, militari e religiose. Negli interventi di saluto è stata via via ricordata l’mportanza della colloborazione tra istituzioni e mondo scolastico e sollecitato l’impegno di tutti a far si che non venga mai meno il dovere a educare (istituzioni e corpo docente) e a imparare (gli studenti).

Il presidente della consulta studentesca provinciale Guglielmo Bugnetta ha poi sollecitato i rappresentanti delle istituzioni a vigilare, ad essere presenti, a controllare che le strutture siano sempre rispondenti ai criteri di sicurezza necessari. Soprattutto ha ricordato a tutti come la crescita di un paese non possa prescindere dal ruolo della scuola, concetto che purtroppo sembra sempre più privo di contenuto. Insomma, gli studenti e il mondo scolastico chiedono collaborazione, chiedono di non essere lasciati soli ed è questo il motivo che ha spinto il nuovo prefetto di Vercelli a farsi promotore di questa iniziativa.

Era presente all’incontro anche l’arcivescovo di Vercelli, padre Enrico Masseroni, che ha rimarcato la felice coincidenza con l’avvio del Congresso eucaristico di Vercelli (dal 17 al 25 settembre) dedicato proprio al tema dell’educazione.