(r.l.) «Abbiamo ottenuto il risultato che ci auguravamo di conseguire: dal 31 gennaio i pendolari novaresi potranno salire sul treno Biella-Milano Porta Garibaldi delle 7,29»

Il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, commenta con soddisfazione l’esito dell’incontro tenutosi questa mattina nella sede della Provincia di Novara sul tema della gestione del convoglio ferroviario che ogni giorno collega Biella con Milano Porta Garibaldi facendo tappa a Novara, sul quale però era interdetta la salita ai pendolari novaresi.

All’incontro hanno partecipato, oltre ai funzionari dell’assessorato regionale ai trasporti, il presidente della Provincia di Novara Diego Sozzani con l’assessore Claudio Nava, l’assessore Castagnetti della Provincia di Biella, il direttore regionale di Trenitalia Pascal Gregorio e i rappresentanti dei comitati pendolari biellesi.

Il sindaco si è fatto portavoce nel corso della riunione delle richieste dei pendolari novaresi, che si sono rivolti al Comune e che il sindaco stesso ha incontrato nelle scorse settimane. «Ho ribadito che considero priva di senso la scelta di non consentire ai viaggiatori in partenza da Novara la salita sul treno Biella-Milano Porta Garibaldi, che costituisce una alternativa in più per chi deve spostarsi verso Milano per raggiungere il posto di lavoro. Per questo la decisione assunta di aprire le porte ai nostri pendolari va salutata come una buona notizia, frutto anche del nostro impegni di amministrazione che cerca di fare il proprio mestiere a fianco dei cittadini».