La conferenza stampa di presentazione

(r.l.)Sarà la vasca dello Sporting Pool di Novara ad ospitare per il terzo anno consecutivo, da venerdì 3 a domenica 5 febbraio, il campionato italiano assoluto invernale di nuoto sincronizzato. Attese ben 234 “sincronette”, portacolori di 27 società provenienti da tutto il Paese, che si sfideranno negli esercizi obbligatori, nelle prove di singolo, duo e nella gara a squadre. Una trentina di “sincronette” della Libertas Novara guidate dalle istruttrici Erica Camisani, Irene Bellani e Francesca Torri saranno comunque protagoniste di un’esibizione sabato 4 febbraio alle 15,30. Questi gli appuntamenti più attesi: venerdì 3 febbraio alle 9,30 si aprirà con gli esercizi obbligatori, sabato 4 febbraio alle 19 si terrà la finale del duo mentre domenica 5 febbraio si chiuderà con le finali a squadre alle 9,30 e del singolo alle 11,30. Sabato assisteranno alle gare anche una ventina di bambini ospiti di un centro per disabili milanese. L’ingresso è gratuito.

A curare l’organizzazione della manifestazione sarà ancora una volta la Libertas Nuoto Novara presieduta da Renzo Bellomi, delegato provinciale della Federazione Italiana Nuoto: «L’ evento fa parte degli appuntamenti del cartellone “Novara è sport” del Comune di Novara – ha spiegato in conferenza stampa, stamattina a Palazzo Cabrino, l’assessore comunale allo Sport Giovanni Agnesina – Per la città si tratta di una buona occasione per farsi conoscere non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello ricettivo, culturale ed enogastronomico: è previsto l’arrivo di più di 300 persone da tutta Italia tra atlete, allenatori, dirigenti ed accompagnatori al seguito. Invitiamo la cittadinanza e le scolaresche ad accorrere sugli spalti». Il presidente provinciale del Coni, Mario Armano, ha aggiunto: «L’organizzazione dell’evento è sempre stata apprezzata, nel tempo, da tutti i partecipanti. In passato i campionati di “sincro” hanno riscosso interesse anche al di fuori del Piemonte». Il prof. Marco Benati, consigliere nazionale della Federnuoto, ha rivelato: «La sede di Novara è stata preferita ad altre quattro candidature pervenute per questo appuntamento – ha detto Benati – Abbiamo voluto premiare la qualità dell’impianto che ospiterà l’evento, dell’organizzazione che sa mettere in atto la Libertas ed il Comune che ha contributo a realizzarlo. Novara è una piazza geograficamente decentrata, utile anche per la promozione del nuoto sincronizzato». Il presidente della Libertas Nuoto e delegato provinciale Fin, Renzo Bellomi, ha anticipato: «Scenderanno in acqua tutte le atlete della Nazionale italiana in preparazione per le Olimpiadi di Londra. Gareggeranno nelle fila delle Fiamme Oro, favorita per il successo finale davanti a Rari Nantes Savona e Aurelia Nuoto. Per pochi decimi di punto, purtroppo, non è riuscita invece a qualificarsi la novarese Sara Camisani. Ringrazio anche i genitori delle nostre tesserate che renderanno possibile la manifestazione».