(r.l.) Una vera e propria battaglia di civiltà. Comune di Novara e Assa sono impegnati con sempre maggiore intensità per garantire la pulizia della città. Un impegno su più fronti, che nelle prossime settimane si svilupperà anche fornendo all’azienda pubblica dei servizi ambientale e alla Polizia Municipale nuovi strumenti normativi per intervenire con sempre maggiore efficacia. Un dato di questi giorni è fortemente esemplificativo dell’intensità di questa azione. Dall’inizio del nuovo anno 2012, il personale di Assa ha effettuato 56 interventi di rimozione di rifiuti abbandonati in ogni parte della città, una media di oltre 3 interventi al giorno, sabati e domeniche compresi.

La pulizia ha riguardato strade periferiche e anche vie più centrali: tra le altre via Casorati, via Calvari, via Vittime di Bologna, via Pianca, via Beretta, via Ortigara, via Spreafico, via Adamello, il mercato di S.Agabio, via Giulio Cesare, via Tarantola, via Scotti, via Oxilia, via Maestra, via Regaldi, via Colombo, viale Volta, largo Cantore, via San Bernado da Mentone, via Fleming, corso vercelli, via Udine, viale Piazza d’Armi, via Fara, il Cavalcavia XXV Aprile, via Scotti, l’ex campo Tav, via Orelli, via PIgafetta, via della Riotta, via Sciesa, via Marconi, via Prestinari, vicolo Pasquirolo, largo Leonardi, via Ravizza, via Poletti, via Gnifetti, corso Risorgimento.

In molte di queste vie si sono ripetuti anche più interventi.

«La pulizia e il decoro della città – ha commentato il sindaco Andrea Ballarè – sono uno degli obiettivi prioritari di questa amministrazione. Per questo il lavoro continuo svolto da Assa è fondamentale. Dobbiamo intensificare anche l’azione educativa per richiamare i cittadini ad un maggior rispetto, ed anche quella repressiva, per contrastare chi tiene comportamenti di questo genere. Su entrambi i fronti sono in preparazione nuovi passi avanti».