I doni raccolti al Meseo Leone

I doni raccolti al Meseo Leone

(r.l.) Ha superato ogni aspettativa la raccolta dei giochi usati organizzata quest’anno dal Museo Leone assieme all’Associazione di Volontariato Torre dell’Angelo che, attraverso l’iniziativa La Torre dei Balocchi, ha raccolto giochi da destinare ai bimbi e alle strutture assistenziali che si occupano di infanzia in difficoltà. Quest’anno più che mai i piccoli vercellesi, i veri “Angeli del Leone”, hanno consegnato in via Verdi una montagna di giocattoli, depositandoli uno dopo l’altro all’ingresso di Casa Alciati, storica sede del Museo. Sincero è l’augurio di tutto lo staff museale di poter contribuire a donare, in questi tempi di crisi, un po’ di gioia e serenità a chi sicuramente più di tutti le merita, ovvero i bambini.

Nel frattempo si lavora per preparare i primi due appuntamenti per ragazzi e adulti di “Gli Angeli del Leone”. Si comincia Sabato 21 dicembre alle 17.30 con “Quando gli angeli non avevano le ali… Gli angeli nella tradizione cristiana antica”, una breve conferenza a cura dell’archeologa Cecilia Proverbio, che ci condurrà in viaggio nel passato, agli albori della civiltà cristiana, quando le caratteristiche e la forma degli angeli erano ancora tutte da definire. Era un tempo in cui i messaggeri celesti erano privi di ali ovvero di quell’attributo che diventerà distintivo alla fine del IV secolo d.C. e permetterà, da questo momento in avanti, di identificarli in qualsiasi rappresentazione e contesto. Seguiranno un aperitivo e un brindisi per gli auguri a base di riso offerti dall’Azienda agricola Gli Aironi di Lignana. Sabato 28 dicembre, invece, dalle ore 15, il pomeriggio è tutto per i ragazzi con l’appuntamento Pit Stop “NataLeone 2013 – parte I”. Una divertente attività grazie alla quale, i piccoli partecipanti, partendo dall’osservazione di alcuni reperti del Museo, potranno fare conoscenza con diverse figure alate che nell’antichità popolavano la mitologia e l’immaginario degli uomini. Si scoprirà da dove proviene e come nasce la figura dell’angelo così come oggi noi lo rappresentiamo.

“Gli Angeli del Leone” tornerà poi con l’anno nuovo il 4 gennaio con un doppio appuntamento per grandi e bambini. Alle ore 15 con un secondo fantastico Pit Stop per i ragazzi, aspettando la visita della Befana. Alle 17.30, invece, conferenza tenuta da Luigi Silvano, docente di Storia Bizantina presso l’Università di Roma che intratterrà gli ospiti parlando di “Angeli d’Oriente. Storie di presenze alate nel mondo bizantino tra arte e letteratura”. Seguirà un piccolo aperitivo del territorio offerto dal Museo Leone per accogliere insieme l’anno nuovo.

In occasione degli appuntamenti saranno inoltre esposte due inedite opere pittoriche, aventi per soggetto gli angeli, provenienti dalla quadreria del Museo Leone, l’una cinquecentesca di tradizione occidentale, l’altra più recente ma di chiara provenienza cristiano-bizantina.

Per tutti gli appuntamenti, sia quelli per gli adulti sia quelli per i più piccoli, è necessaria la prenotazione ai nn. 0161.253204 o 348.3272584 (quest’ultimo preferibile per gli appuntamenti del 4 gennaio). Per l’appuntamento del 21 dicembre l’ingresso è da via Verdi (ingresso principale), per tutti gli altri (28 dicembre e 4 gennaio per i più piccoli, 4 gennaio per gli adulti) l’ingresso è invece da via Camillo Leone 19 (Atrio della Carrozza).

Solo per info anche: didatticamuseoleone@tiscali.it; www.museoleone.it

 

ATTENZIONE: Ad esclusione degli eventi di NataLeone il Museo sarà chiuso al pubblico per le festività natalizie dal 23 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014 compreso.