Il Mac, Museo Archeologico Città di Vercelli, con il titolo “#IORESTOINDOMUS. Fai rivivere il passato al Mac!” ha di recente proposto un concorso di disegno per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. La scadenza del concorso precedentemente fissata per il 15 aprile è stata prorogata fino al 3 maggio, visto il perdurare dell’emergenza e di conseguenza della necessità di rimanere in casa. L’idea, ripercorrendo quella del più celebre hashtag #iorestoacasa, è infatti nata da un pensiero rivolto, in questo particolare momento, proprio ai tantissimi bambini e ragazzi che da tempo conoscono e frequentano, con la scuola o con la famiglia, il MAC, i suoi eventi e i suoi laboratori. Al centro del concorso si pone il “vivere in una casa romana” attraverso le collezioni museali. L’idea è quella di far parlare i reperti, apprenderne le particolarità e gli utilizzi, e poi renderli protagonisti di un disegno immaginando, tra fantasia e dato storico, come doveva apparire una domus dell’antica Vercelli. Ma non è finita, si possono inventare personaggi, raccontare storie, comporre fumetti, insomma, spazio libero alla creatività individuale! Si ricorda che il concorso è digitale e sfrutta i canali della posta elettronica e dei social media. Sulla pagina Facebook del MAC si trovano il regolamento e le immagini degli oggetti con le loro schede tecniche di approfondimento e, per chi ne farà domanda, il materiale potrà essere inviato via mail. Fino al 3 maggio, quindi, sarà possibile inviare il disegno, realizzato con tecnica a scelta, all’indirizzo di posta elettronica macvercelli@gmail.com oppure tramite Messenger. I disegni saranno valutati in due categorie a seconda dell’età (6-9 anni e 10-13 anni). Dopo la comunicazione dei vincitori è prevista la consegna di un premio a sorpresa e la possibilità di partecipare ad una visita guidata gratuita con tutta la famiglia quando, finalmente terminata l’emergenza, potremo riabbracciare tutti i nostri amici. Il numero di cellulare dei Servizi Educativi 3483272584 è attivo per ogni esigenza e richiesta.