Sabato, 26 maggio, alle ore 15.30, presso la Sala Polifunzionale, ex Circolo Virtus, di Roasio, si terrà un incontro in cui si parlerà di salute, alimentazione e prevenzione.
L’evento è stato promosso dal Museo dell’emigrante ed ha ottenuto il patrocinio da parte del Comune di Roasio; la collaborazione con LILT Biella avviene attraverso la voce e l’esperienza del dott. Giuseppe Franco Girelli, oncologo radioterapista dell’ASL di Biella e storico collaboratore LILT.
“La prevenzione è, a tutt’oggi, l’arma migliore contro il cancro – afferma Daniela Alberici Mancini, Vicepresidente di LILT Biella – e la prevenzione parte dalla conoscenza. Per questo abbiamo accolto con grande piacere l’invito del Museo dell’Emigrante Roasio per divulgare in modo scientifico temi di grande attualità. Se è vero che oggi tramite il web troviamo davvero molto, è altrettanto vero che quel “molto” contiene non solo informazione, ma “dis-informazione”. Per questo un medico come il dott. Girelli, supportato da dati di ricerche internazionali, potrà trasmettere in modo coinvolgente e interessante conoscenze che rendono ragione della scientificità dell’importanza della prevenzione”.
“Abbiamo pensato a questa conferenza per diversi motivi – afferma Francesca Feretti, Presidente dell’Associazione Museo dell’emigrante; innanzitutto riteniamo che i servizi di prevenzione e diagnosi precoce offerti da LILT Biella possano essere risorse importanti anche per chi abita nella nostra zona, dove ancora molti non sono a conoscenza delle nuove opportunità di salute presenti a Spazio LILT. In secondo luogo, questa idea ci è venuta in seguito al riscontro avuto da alcuni nostri soci che sono rimasti molto colpiti dalla struttura e dalle attrezzature all’avanguardia con cui vengono effettuate le indagini diagnostiche”.
Alimentazione, attività fisica, fumo di tabacco, abitudini culturali sono alcuni degli argomenti che si svilupperanno a Roasio nel corso del pomeriggio del prossimo sabato.