Numerosi gli appuntamenti culturali per commemorare la Shoah

(g.b.) Venerdì 27 gennaio ricorre il Giorno della Memoria, durante il quale si commemorano le vittime della Shoah. Lo stesso giorno nel 1945 vennero abbattuti i cancelli di Auschwitz, il campo di concentramento polacco dove morirono migliaia di prigionieri. Come ogni anno le iniziative sul territorio sono molteplici, a partire da Vercelli, dove è previsto un programma di visite guidate della Sinagoga, con approfondimento sulla persecuzione ebraica nel capoluogo, con inizio alle 16.30, 17.30 e 18.30. Il 31 gennaio, presso il Piccolo Studio del Chiostro di S. Andrea, alle 20.30 verrà presentato il libro “Voci dal Lager” di Mario Avagliano e Marco Palmieri, un racconto del ventennio tramite diari e lettere di deportati e perseguitati. Seguirà la lettura di alcuni brani da parte di Daniele Conserva. La serata è organizzata dall’ “Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia”.

A Novara, nella mattinata di venerdì, la Prefettura consegnerà la Medaglia d’onore a Gaspare Bini e alle famiglie di Calogero Camaniti e Antonio Manca, ex deportati nei lagher nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, in ricordo del loro sacrificio e di quanto accaduto durante gli anni terribili della guerra e delle deportazioni. In serata “Le voci della Shoah” recital di parole e musica con Valerio Bongiorno (voce narrante) e Max de Aloe Quartet, previsto per le ore 21.00 presso l’Auditorium f.lli Olivieri del Conservatorio Cantelli. L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Novara, dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e dall’Istituto Storico della Resistenza.

Nelle sale della Biblioteca comunale di Romagnano Sesia, alle 21,00 lo spettacolo musicale “Destinatario Sconosciuto” di K. Kressmam Taylor, racconto epistolare scritto nel 1936, quando ancora non era nota al mondo la tragedia dei campi di concentramento, con Mattia Zanetti al pianoforte e Carolina Tonco al violino.

A Biella l’Assessorato all’istruzione della provincia organizza la mostra “1938 – lo stato italiano emana le leggi razziali” che illustra storie di famiglie ebraiche e una sintesi dei documenti legislativi e del contesto storico. Sarà presentata mercoledì 25 gennaio dal curatore Franco Debenedetti Teglio, alle ore 10.00 presso l’Istituto di Istruzione Superiore del Cossatese e Valle Storna di Cossato, dove è visitabile fino al 26 gennaio, mentre dal 30 gennaio al 3 febbraio la mostra sarà esposta al pubblico nelle sale del liceo “A.Avogadro” di Biella dalle 8.00 alle 14.00. Venerdì 27 presso la storica Villa Mossa di Occhieppo Superiore (Biella), la commemorazione “Il silenzio di Dio” a cura di Bruno Beccaro e Paola Carotti, prevista alle 21.00.