La caserma di Vercelli

(r.l.) Da metà settembre 2011, in concomitanza con l’avvio dell’anno scolastico, la Guardia di Finanza di Vercelli ha avviato una campagna di controlli a tutela della salute dei consumatori, presso gli esercizi commerciali di Vercelli e provincia, al fine di accertare la messa in vendita di prodotti di cancelleria e cartoleria, che avrebbero potuto essere pericolosi perché non conformi ai protocolli di sicurezza previsti dalla comunità europea.

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria hanno quindi eseguito diversi controlli in negozi, centri commerciali e fiere della provincia, che hanno portato al sequestro di  61500 prodotti di fabbricazione cinese senza il marchio “C E”, che attesta la conformità ai requisiti di sicurezza stabiliti dall’Unione Europea, oppure senza la descrizione dei componenti, delle avvertenze o delle modalità d’uso in lingua italiana. Sono stati sequestrati articoli di cancelleria e cartoleria, destinati prevalentemente agli alunni delle scuole, oltre a giocattoli, incensi, cosmetici, occhiali da sole, alcuni griffati, il cui valore di mercato supererebbe i 71.000 euro.

Per le violazioni constatate sono state segnalate 11 persone alle Camera di Commercio competenti per territorio, tra cui quella di Vercelli, che dovrà decidere tempi e modalità di distruzione dei prodotti sequestrati, e sono state elevate sanzioni per un importo complessivo di 110.000 euro.

Il consiglio per gli acquirenti è quello di ponderare costantemente lo shopping, facendo attenzione alle caratteristiche dei prodotti, in particolare di quelli destinati ai bambini, siano essi giocattoli od articoli per la scuola ed il tempo libero, in quanto l’assenza di certificazione sulla sicurezza o l’impossibilità di leggere i componenti o le modalità d’uso dei prodotti è quasi sempre associata a scarsa qualità delle materie prime utilizzate, se non addirittura all’uso di sostanze dannose per la salute umana.

Dall’inizio dell’anno sono quasi un milione i pezzi sequestrati dalle Fiamme Gialle vercellesi sul territorio della provincia.