la droga e i soldi sequestrati

la droga e i soldi sequestrati

Sominata dalla guardia di Finanza di Biella una giovane “gang” di spacciatori. I  militari notavano nel quartiere Chiavazza degli “strani movimenti”. Un noto tossicodipendente biellese avvicinava, in modo circospetto, un giovane magrebino. Alla vista dei militari i due hanno, fin da subito, evidenziato una immotivata agitazione, balbettando giustificazioni poco plausibili. Pertanto, dai successivi accertamenti di polizia giudiziaria (perquisizioni personali/domiciliari) effettuati nei confronti di M.F., di anni 22, e del proprio complice A.M., di anni 23, entrambi di origine nordafricana e residenti nel biellese, venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro 6 grammi di cocaina già confezionata e suddivisa in dosi pronte per essere smerciate, unitamente ad un bilancino elettronico ad alta precisione, materiale per il confezionamento e circa 1.500,00 Euro in contanti, provento dell’attività delittuosa.

 

I due giovani sono stati denunciati, in concorso, per la detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in violazione dell’Art. 73 del D.P.R. 309/90 (testo unico legge sugli stupefacenti).

La stessa sera, nella rete dei Finanzieri cadeva anche un altro ragazzo L.P., di anni 34, che veniva trovato in possesso di un grammo di cocaina.

Il giovane veniva segnalato alla Prefettura in qualità di consumatore di sostanze stupefacenti ai sensi dell’Art. 75 del D.P.R. 309/90, e poiché si rifiutava di sottoporsi agli accertamenti sanitari finalizzati ad escludere che si trovasse alla guida del proprio veicolo sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, incorreva nella violazione prevista dall’Art. 187 del Codice della Strada che comporta, oltre al pagamento di una sanzione pecuniaria, l’immediato ritiro della patente di guida, la segnalazione all’Autorità Giudiziaria ed il sequestro, ai fini della confisca, del veicolo.