Padre Enrico Masseroni, a destra, con mons. Cristiano Bodo, vicario generale

(c.c.) Sarà la sfida educativa che attende la chiesa vercellese nei prossimi anni il tema conduttore del Congresso eucaristico della diocesi di Vercelli in programma dal 17 al 25 settembre prossimo. Il Congresso eucaristico è un evento storico per la chiesa particolare, come ha sottolineato, presentandolo, l’arcivescovo, padre Enrico Masseroni. L’ultimo celebrato a Vercelli risale al 1980; ancora prima, in diocesi, ne venne celebrato uno a Santhià, nel 1956.

Il Congresso, anticipato lo scorso anno dal convegno ecclesiale sul tema “L’Eucaristia rinnova la Chiesa”, pone al centro dei lavori anche il segno della cattedrale eusebiana, portata a nuovo splendore dopo gli importanti lavori di restauro interni ed esterni dei mesi scorsi. E sabato 17, alle 21, il duomo verrà riaperto ai fedeli proprio per la solenne celebrazione di apertura del Congresso.

Ma la finalità di questo importante evento va ben oltre il segno del rinnovamento strutturale. L’obiettivo, ha spiegato padre Enrico Masseroni, è duplice: mettere la messa al centro della comunità cristiana e passare dalla comunità eucaristica alla comunità educativa, in sintonia con il decennio della Chiesa italiana. Dunque, rinnovare per educare.