Vercelli e provincia

Enrico Ruggeri inaugura la stagione di prosa di Vercelli

Enrico Ruggeri

(c.c.) Enrico Ruggeri aprirà la stagione di prosa 2011-2012 di Vercelli, organizzata dal Comune in collaborazione con il Circuito teatrale del Piemonte. Ruggeri sarà al Civico il 3 novembre con lo spettacolo che in questi mesi sta portando in giro per l’Italia: il “Che giorno sarà” tour. Una proposta particolare, fatta di musica, ma anche di parole, quelle che il cantautore ha scritto per il libro omonimo, un romanzo che narra la storia di un musicista che un bel giorno si accorge di non essere più in grado di scrivere canzoni di successo e quindi vive confrontandosi costantemente con le sue paure, soprattutto con quella di svegliarsi un giorno, dopo trent’anni, scoprendo che tutto il successo degli anni passati non era che un sogno. Un romanzo che propone, quindi, anche elementi personali, affrontati con stile e con intelligenza. Continua >

Incidente sulla A21: muore giovane vercellese

Adriano Varalda

(c.e.) Un giovane di 25 anni, residente a Costanzana, è morto in seguito a un tragico incidente avvenuto nella serata di martedì sull’autostrada A21 Torino-Piacenza. La vittima è Adriano Varalda, 25 anni, che viaggiava sul sedile posteriore di una Fiat Bravo guidata dal padre della fidanzata.

L’auto, tamponata da un’Audi Q7, alla cui guida fatalità vuole fosse un altro vercellese, dopo avere deviato sulla sinistra si è capottata fermandosi contro il guard-rail centrale. Il ragazzo, sbalzato dal veicolo, è finito nella scarpata laterale destra decedendo sul colpo.

Tutti gli occupanti della Bravo sono stati ricoverati in ospedale ad Alessandria. L’uomo alla guida, la moglie e la suocera non sono in gravi condizioni, la figlia è invece in prognosi riservata. Illesi il guidatore e il passeggero dell’Audi. Sul posto dell’incidente sono intervenuti elisoccorso e ambulanze del 118, vigili del fuoco e polizia stradale.

Sanità, Vercelli con Novara: si può fare

L'assessore regionale Paolo Monferino con Pier Giorgio Fossale e, a destra, Claudio Zanon, direttore dell'Assr

(c.c.) Il piano di rientro del disavanzo della spesa sanitaria è una cosa, il piano sanitario regionale è un’altra. L’una è ben distinta dall’altra.

L’assessore regionale alla Sanità, Paolo Monferino, ieri a Vercelli su invito dell’Ordine dei medici, presieduto da Pier Giorgio Fossale, ha fatto chiarezza sulle ultime vicende legate alla sanità, soprattutto dopo quanto si è detto e si è scritto in seguito ai recenti incontri promossi dal commissario dell’Asl, Vittorio Brignoglio, che prospettavano pesanti riduzioni del personale dell’azienda, sia medici sia amministrativi e, cosa che più di tutte ha sollevato i malumori del comparto sanitario vercellese, il declassamento da Struttura complessa a Struttura semplice di numerosi reparti del Sant’Andrea. Continua >