Vercelli e provincia

Vercelli, differenziata al 65 per cento

Il sindaco Corsaro: «Obiettivo raggiunto con ampio margine grazie a tutti i vercellesi». Materi: «In un solo mese un incremento del 20 per cento»

Il sindaco Corsaro (a destra) e l'assessore Materi mostrano il grafico con i dati sulla raccolta differenziata

(c.c.) Dal 42 per cento dello scorso mese di novembre al 65,4 per cento di febbraio. Sono le percentuali di raccolta differenziata registrate a Vercelli e comunicate dal sindaco Andrea Corsaro e dall’assessore alla Cultura per la raccolta differenziata Massimo Materi nel corso di una conferenza stampa svoltasi questo pomeriggio.

«Il dato del 62,6 per cento registrato a dicembre – commenta il sindaco – poteva essere influenzato dagli imballaggi e dalle confezioni legate al periodo natalizio; per questo abbiamo voluto confrontarlo con i risultati ottenuti a gennaio e febbraio che, addirittura, hanno evidenziato un trend in crescita. L’obiettivo che ci eravamo prefissati per il 2011, quello del raggiungimento del 55 per cento necessario ad evitare le sanzioni previste è stato quindi ampiamente raggiunto e di questo vogliamo ringraziare tutti i vercellesi che hanno contribuito a raggiungerlo a costo di inevitabili disagi». Continua >

“Lavoro & Sviluppo”: 17 milioni per 65 interventi nella provincia di Vercelli

Il programma straordinario  2012-2013 per il sostegno all’occupazione e all’imprenditorialità sarà presentato giovedì 15 marzo nel corso di un convegno. Tra i 16 interventi prioritari è prevista la realizzazione dell’autostrada Broni-Stroppiana. Interventi a favore dei giovani

Il sostegno ai giovani è tra gli obiettivi del progetto

(c.c.) L’emergenza occupazionale e la necessità di superare la crisi economica ridando vigore allo sviluppo sono tra le priorità annunciate dalla attuale giunta provinciale di Vercelli all’atto del suo insediamento, nella primavera scorsa.

Il programma degli interventi è stato definito all’inizio di febbraio dai soggetti che partecipano al cosiddetto “Tavolo di concertazione”, soggetti istituzionali e sociali, coordinato dall’aministrazione guidata da Carlo Riva Vercellotti. Grazie anche ai finanziamenti garantiti dal Fondo sociale europeo, sono stati definiti 65 interventi, suddivisi in tre assi, con un budget finanziario già disponibile di quasi 17 milioni di euro. Continua >

Vercelli: arrestato nel bar vicino al supermercato dove aveva tentato una rapina

Due mesi fa aveva minacciato la cassiera con un coltello, ma la pronta reazione della donna aveva sventato il colpo. Riconosciuto grazie alle testimonianze di un poliziotto in pensione e di due clochard

Antonino Blonda, 43 anni

(c.c.) Brandendo un lungo coltello fra le mani, aveva minacciato la cassiera di un supermercato per farsi consegnare l’incasso, ma questa, intuendo le sue intenzioni, era riuscita a chiudere la cassa impedendo così al malvivente di prendersi i soldi.

I fatti risalgono allo scorso 30 dicembre e il luogo è un piccolo market di corso Palestro, a Vercelli. Dopo due mesi di indagini da parte degli investigatori della squadra mobile il rapinatore è stato identificato e arrestato: si tratta di un vercellese, Antonino Blonda, 43 anni, pluripregiudicato proprio per reati specifici. E’ stato identificato grazie alla testimonianza di due clochard, con i quali il Blonda aveva parlato prima di entrare nel supermercato, e di un sovrintendente di polizia in pensione che aveva anche tentato di fermarlo dopo il tentativo di rapina andato a male. Quella sera, la cassiera aveva intravisto il coltello, un’arma con una lama lunga 20 centimetri, tra le mani dell’uomo mentre questi si avvicinava alla cassa; intuendo allora quali potessero essere le sue intenzioni, aveva prontamente reagito riuscendo a bloccare la cassa. Frustrato dal tentativo andato a male, il Blonda aveva allora aggredito la donna procurandole lesioni ad una mano, quindi era fuggito.

La stessa cassiera, i due barboni e l’ex poliziotto lo hanno poi riconosciuto tra le persone segnalate mostrate loro dagli investigatori che si stavano occupando del caso. La scorsa settimana, a seguito di un ordine di carcerazione firmato dal gip del tribunale il Blonda è stato arrestato; gli agenti lo hanno trovato nel bar a pochi metri dal negozio che due mesi prima aveva tentato di rapinare: se ne stava lì tranquillo, senza preoccuparsi neanche un po’ di essere riconosciuto dalla stessa cassiera.