Vercelli e provincia

Maltempo: deraglia il Biella-Novara. Illesi i passeggeri

Ancora problemi causati dal maltempo e dalle abbondanti piogge delle ultime ore sul Piemonte orientale.

Stamane una frana sui binari ha fatto deraglia il locale Biella – Novara nel tratto tra Cossato e Rovasenda. A bordo viaggiavano 13 passeggeri, tutti illesi, che sono stati soccorsi dai Vigili del Fuoco, dai carabinieri e dal personale del 118 prontamente intervenuti e, da lì, accompagnati poi alla stazione di Cossato.
Il personale di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) è al lavoro per recuperare il treno e ripristinare la linea, lungo la quale è stato allestito un servizi bus sostitutivo.

Blitz della polizia alla casa di riposo “La Consolata” di Borgo D’Ale

La polizia è intervenuta oggi a Borgo d'Ale

La polizia è intervenuta oggi a Borgo d’Ale

Arresti e denunce alla Casa di riposo “La Consolata” di Borgo D’Ale. E’ questo l’effetto di un blitz di polizia e carabinieri scattato nel primo  pomeriggio di oggi e coordinato dalla Procura della Repubblica di Vercelli. Le notizie sono ancora frammentarie, ma circola con insistenza la voce che l’operazione abbia preso lo spunto dal sospetto che  venissero perpetrate violenze fisiche e psicologiche sugli anziani e sui malati psichici ospiti della struttura. Insieme alle forze dell’ordine a Borgo d’Ale è giunto anche il sostituto procuratore Davide Pretti che guida le indagini. Le persone coinvolte sarebbero almeno una ventina. Altri aggiornamenti appena saranno disponibili.

Nuova truffa via mail su pagamenti dovuti alla Guardia di Finanza

gdf117Una nuova frode telematica si sta diffondendo sul web attraverso una e-mail, inviata dall’indirizzo di posta elettronica finanza@gdf.gov.it, che apparentemente risulta della Guardia di Finanza, per sottrarre somme di denaro ai destinatari. A questi ultimi – perlopiù commercianti ed aziende – viene contestato il mancato pagamento di una somma di denaro (generalmente 500 €) e viene indicato un numero di conto corrente per poter effettuare il versamento dovuto, onde evitare la chiusura dell’attività. L’indirizzo di posta elettronica finanza@gdf.gov.it non è assolutamente un indirizzo istituzionale della Guardia di finanza. Continua >