Uncategorized

“Cortex”: la Natura diventa Arte

L’artista biellese Anna Lanzone torna ad esporre le sue opere dal 10 ottobre nella biblioteca di Città Studi Biella con la mostra d’arte dal titolo Cortex, accompagnata da un testo critico di Sandro Montalto. L’esposizione è stata realizzata in collaborazione con il Garden Club Biella e sarà una delle mostre parallele dell’ottava edizione di Selvatica – Arte e Natura in Festival. Anna Lanzone ha dedicato la sua ultima produzione artistica agli alberi e in particolare alla loro corteccia. Il suo interesse per le piante ad alto fusto, che con la loro bellezza vincono la gravità e si congiungono al cielo, è incominciato abbracciandole per scaricare le energie negative e caricarsi della loro positività. Una pratica meditativa e di profonda connessione con la natura che ha poi dato vita a questo racconto emotivo su carta, attraverso un uso sapiente del disegno. “Il percorso espositivo inizia con una betulla – scrive Sandro Montalto nel suo testo critico – detta “la pianta della luce” (la bacchetta dei maestri di scuola medioevali era spesso fatta di rametti di betulla intrecciati) così comune nella nostra zona e la prima ad essere stata ritratta, e si chiude con il ritorno della stessa pianta ora in piccolo gruppo, come se fossimo solo all’inizio, solo al primo giro di un’entusiasmante ed inquietante moltiplicazione di creature vegetali che si reimpossessano del campo. Anna Lanzone sa comunicare il suo amore per queste entità che sottovalutiamo perché ci circondano da sempre, che spesso abbiamo addirittura maltrattato e depredato, e le elogia nel modo migliore: consegnandoci cortecce non reinventate ma fedelmente riproposte. Questa mostra è quindi un invito al viaggio che partendo dalla vista vuole spronarci a fonderci meglio con la natura pur senza perdere la nostra identità. Esattamente come le piante sanno fare da sempre.” Il bosco disegnato da Anna Lanzone dialogherà con la proposta di lettura Fiori, piante e altri libri, una bibliografia dedicata al giardino, alle piante e ai fiori. La mostra sarà visitabile dal 10 ottobre fino al 7 novembre nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 18.00 e il sabato dalle ore 10.00 alle 12.00.  L’ingresso alla mostra è gratuito, ma per rispettare le indicazioni di distanziamento fisico dovute all’emergenza Covid19, l’accesso è consentito a un massimo di due persone per volta e previa prenotazione, chiamando il numero telefonico: 015.8551107.

Un fine settimana dedicato a Madre Natura

Piante, fiori ed erbe sono un dono che spesso non sappiamo apprezzare. Non ne conosciamo le caratteristiche né i benefici influssi che possono avere su di noi. Sabato 10 e domenica 11 ottobre l’esperta Monica Serra nel corso di un weekend dedicato a Madre Natura ci aiuta a capire come ci possono supportare a livello fisico e psico-emotivo nel nostro cammino quotidiano. Specializzata in aromaterapia, fitocomplementi, Fiori di Bach e riflessologia plantare psicosomatica, la naturopata Monica Serra da diversi anni lavora quotidianamente con le varie discipline naturali, accompagnando le persone in un percorso di benessere psico-fisico.
I piatti preparati da Ernesto Tonetto, chef del ristorante Bucaneve, racconteranno, sul fronte culinario, potenzialità e proprietà delle piante protagoniste degli incontri con Monica Serra. Ecco il programma: sabato 10 ottobre “Le piante dell’autunno” per scoprire insieme quali sono le piante che supportano il nostro benessere psico-fisico in questo periodo dell’anno, impararne le proprietà, come utilizzarle, su quali parti psico-fisiche agiscono, quali estratti vengono utilizzati (oli essenziali, fitocomplementari, fiori). Ore 10-13 incontro all’albergo Bucaneve per la parte teorica (introduzione e conoscenza delle varie piante). Ore 13-14.30 pranzo al ristorante Bucaneve. Ore 14.30-17.30 parte teorico-pratica con la creazione di un preparato da portare a casa; domenica 11 ottobre “Pronto soccorso naturale: il kit di madre natura” per capire quali piante, erbe, oli essenziali o fiori di Bach si possono utilizzare, come e quando possono supportarci e creare la nostra ‘farmacia naturale’ con ricette ad hoc. Ore 10-13 incontro all’albergo Bucaneve, parte teorica con introduzione e conoscenza dei vari rimedi. Ore 13-14.30 pranzo al ristorante Bucaneve. Ore 14.30-17.30 parte teorica-pratica con creazione preparato da portare a casa e ricette per il benessere psico-fisico. Tutti i dettagli su oasizegna.com

Al Civico di Vercelli lo spettacolo sta per ricominciare

A Vercelli lo spettacolo dal vivo non si arrende e ritorna ad arricchire le serate dei vercellesi. La stagione del Teatro Civico di Vercelli organizzata dal Comune in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo, interrotta bruscamente per la pandemia, riparte con tre appuntamenti nel pieno rispetto delle nuove norme igienico-sanitarie (mascherine, distanze minime da rispettare, capienza ridotta). “È con profonda emozione, un’emozione nuova, di quelle che non si sarebbe mai pensato di provare nel corso della propria esistenza, che possiamo tornare a progettare e immaginare di tornare a teatro. Il nostro Teatro Civico di Vercelli, infatti, riprende la programmazione interrotta a causa della pandemia e lo fa come un innamorato al suo primo appuntamento. Già, perché il teatro è un rito, una passione, un amore al quale ci si accosta, giustamente, con il cuore che batte più forte. L’Amministrazione Comunale di Vercelli è lieta di tornare ad aprire le porte del teatro per accogliere artisti che sapranno certamente ricreare la magia dello spettacolo e quella complicità tutta speciale che si crea tra chi va in scena e il suo pubblico. Si va a ricominciare…” – dichiara l’Assessore Gianna Baucero del Comune di Vercelli. “La Fondazione Piemonte dal Vivo si è prodigata insieme al Comune di Vercelli affinché gli spettacoli annullati a causa della pandemia fossero riprogrammati. Siamo dunque felici di rendere nuovamente possibili le condizioni per la celebrazione del rito teatrale con un cartellone di rilievo pur nel contesto complesso in cui ci troviamo – dichiara Matteo Negrin, direttore di Piemonte dal Vivo.” Si ritorna a teatro giovedì 19 novembre con Alessandro Bergonzoni ed il suo ultimo successo, lo spettacolo Trascendi e Sali. Artista, attore, autore, scrittore, comico, surreale, tagliente. Tante le definizioni e gli aggettivi che gravitano attorno a lui. Bergonzoni arriva a Vercelli con la sua incontenibile e contagiosa energia per riflettere su alcuni grandi temi invitando anche il pubblico a “trascendere e salire” con lui. A seguire, domenica 29 novembre, Massimo Lopez e Tullio Solenghi tornano insieme sul palco come due vecchi amici che si ritrovano, in uno show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio. Ultimo appuntamento per il 2020 è domenica 13 dicembre con la danza: Gershwin Suite è un dittico che mette a confronto due idee coreografiche sulle note di due musicisti geniali e molto diversi fra loro come spirito e linguaggio espressivo –Franz Schubert e George Gershwin con una selezione di brani che esplorano non solo quelli più euforici e brillanti, ma anche quelli più romantici e intimi, sensuali e seducenti. Per informazioni: 0161.255544| biglietteria.vercelli@piemontedalvivo.it