Uncategorized

Successo del libro di Padre Enrico anche tra gli imprenditori di Vercelli

Matteo Ozzano con Adriana Sala Breddo

Venerdì 18 gennaio si è tenuto il primo appuntamento per il 2019 della Sezione dell’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti di Vercelli presso il Circolo Ricreativo. L’incontro, intitolato “Il vino si beve con il naso”, è stato dedicato al mondo del vino e di quanto sia importante a livello economico per il nostro Paese e per il nostro Territorio.

«Parlando di Vercelli e del Vercellese si pensa ovviamente subito al riso, ma il vino delle nostre terre è cresciuto scommettendo sulla sua identità territoriale con una decisa svolta verso la qualità – ha ricordato nella sua introduzione Adriana Sala Breddo, Presidente della Sezione UCID di Vercelli – Oggi , secondo recenti dati di Coldiretti, si contano nel vercellese oltre 200 imprese con almeno un vigneto e una superfice che sfiora i 200 ettari coltivati a vite».
Relatore della serata è stato il giovane imprenditore, ma già dall’ampio curriculum, Matteo Ozzano: diploma di maturità classica, Laurea Magistrale in Biologia, Master in Enologia e Marketing, Sommelier, Wine Specialist per il portafoglio Italia presso Massonois Import di New York e fondatore della Wine Selection & Trading. Il relatore ha iniziato il viaggio della serata nel mondo del vino partendo dei tantissimi Terroir italiani, che rendono unica l’Italia per la produzione vitivinicola. La parola Terroir non può essere banalmente tradotta in “territorio”, in quanto definisce anche l’interazione tra più fattori, come terreno, disposizione, clima, viti, viticoltori e consumatori del prodotto. Degustando anche alcuni vini di piccoli terroir, ma di grandissima qualità, il dott. Ozzano ha spiegato il perchè del titolo scelto per la serata “Il vino si beve con il naso”. E’ vero infatti che proprio quest’ organo di senso ci dà la prima importante sensazione della qualità del vino.Al termine dell’incontro la Presidente della Sezione UCID Vercellese, nel ringraziare l’oratore per l’abilità e la preparazione con cui ha condotto l’incontro, ha appunto voluto fargli dono di una copia di “Scintille di Speranza”, l’ultimo libro del nostro Arcivescovo Emerito Padre Enrico Masseroni, vero successo editoriale con centinaia di copie vendute in un solo mese.

Prenotare la Sala Convegni di Lilt Biella: un aiuto concreto alla lotta contro il cancro

La Sala Convegni di Spazio Lilt Biella

LILT Biella da sempre ha considerato fondamentale la formazione in ambito oncologico; per questo il nuovo Centro è dotato di una capiente sala convegni, adatta ad ospitare relatori e uditori di varie categorie di persone (professionisti e non). Un ideale punto di riferimento per meeting, congressi e conferenze stampa.
La Sala Convegni di SPAZIO LILT è situata al piano terra, è accessibile anche ai disabili ed è dotata di una postazione con microfoni e accesso multimediale nella quale possono prendere posto contemporaneamente sei relatori. Nella sala vi sono 60 posti a sedere , videoproiettore e sistema audio. Possibilità di videoconferenze a distanza.
Grazie ad un sistema a sospensione la Sala Convegni di SPAZIO LILT può anche fungere da set ideale per mostre fotografiche ed artistiche. Infatti, grazie ad un apposito sistema espositivo, la Sala Convegni consente un facile allestimento.
Per maggiori informazioni e prenotazioni della Sala Convegni di SPAZIO LILT è possibile contattare lo 015.83.52.111 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.00, oppure scrivere a info@liltbiella.it

LILT For Biella: ogni obiettivo raggiunto è un punto di partenza

Serata Lilt Biella 10 novembre 2018 Musica, sport, spettacolo e imprenditoria: sono stati tanti i personaggi illustri biellesi che, lo scorso 10 novembre sono saliti sul palco del Teatro Sociale Villani per dare vita a LILT for Biella, spettacolo-evento organizzato da Lilt Biella per accendere, ancora una volta, i riflettori sul tema della prevenzione come strumento principale nella lotta contro al cancro.
Un tema che vede da sempre Lilt Biella impegnata per la salute e il benessere dei cittadini e che, sarà ancora potenziato nel corso del 2019 con un nuovo, grande obiettivo: l’erogazione di 10.000 visite di prevenzione oncologica su tutto il territorio biellese (un incremento del 25% rispetto al 2018).
Lo ha ricordato Mauro Valentini, Presidente dell’Associazione, durante uno dei momenti più commoventi della serata: la consegna del Premio Lilt – Piero Caucino assegnato quest’anno alla Memoria Dott. Franco Gambarova e ritirato dalla moglie Paola direttamente dalle mani di Chiara Caucino.
Sempre nel corso della serata sono state assegnate altre due onorificenze: la prima a Elisabetta Dami, creatrice del noto personaggio per bambini Geronimo Stilton, per la sua umanità e il suo impegno a favore della solidarietà e del mondo del volontariato.
La seconda a Mario Ferraris , fondatore di Automatic Elettric, impresa biellese riconosciuta a livello mondiale per la sua capacità di progettare e realizzare componenti elettrici di eccellenza e guidata oggi, dopo 70 anni, dai suoi tre figli.
Nel corso della serata sono stati inoltre raccolti fondi che Lilt Biella desinerà al’ambulatorio senologico di Spazio LILT.
Lilt Biella ringrazia tutti gli artisti che sono intervenuti e, in particolare, Cristiano Gatti e Paola Mercandino per la magistrale conduzione della serata e il sostegno all’organizzazione dell’evento.