Uncategorized

Lilt Biella: i nuovi appuntamenti di Marzo

Seguendo un’intuizione di Edda Trapella Ravara, storica fiduciaria di LILT Biella, prendono il via gli appuntamenti che animeranno il Punto Territoriale di Occhieppo, sito in Via Martiri 89, una sede che si propone di essere a stretto contatto con la gente, offrendo momenti di incontro, dialogo, crescita personale e benessere.
Iniziando dal mese di marzo il programma degli incontri segue una linea che alterna momenti di informazione a momenti laboratoriali.
Tra gli appuntamenti rivestono una nota speciale quelli inerenti il Metodo Caviardage® e i momenti di lettura e letteratura.
Le serate di Caviardage® sono condotte da Emanuela Petit e si terranno con una cadenza quindicinale. Curiosità, piacere di incontrarsi, divertimento, scoperta di sé sono alcuni dei punti-chiave di questi incontri.
Dal 1 marzo, quindi, braccia aperte all’accoglienza e all’ascolto con il piacere di condividere momenti, conoscere persone nuove e prendere insieme una tisana che sa di bene, oltre che di benessere.
Per prenotazioni e informazioni: tel. 015 -8352111 – info@liltbiella.it

Let’s Move (con LILT Biella) for a Better World!
Dall’11 al 30 marzo LILT Biella sarà in prima fila in una campagna mondiale per la lotta all’obesità e alla sedentarietà.
Movimento e attività fisica, unitamente al controllo del peso, sono fondamentali per una vita sana, al riparo da malattie oncologiche, cardiovascolari, diabete e molte altre.
Dall’11 al 30 marzo le porte di SPAZIO LILT saranno aperte e tutti potranno praticare attività fisica gratuitamente. Tutto questo senza mai perdere l’obiettivo solidaristico. Infatti, la campagna Let’s Move for a Better World ha un obiettivo e un valore solidale: oltre a fare del bene alla propria salute, chi si recherà nei Centri che aderiscono alla campagna contribuirà a raccogliere MOVE, ovvero “punti” utili per donare attrezzature Technogym a scuole, ospedali, centri diurni, associazioni.
Per donare MOVE è necessario prenotare la propria partecipazione telefonando alla segreteria di LILT Biella: 015-8352111 o recarsi presso la segreteria di Spazio LILT in via Ivrea 22 a Biella.

Una mattina al Mac di Vercelli

Una mattina al Mac

Anche quest’anno il MAC – Museo Archeologico della Città di Vercelli “Luigi Bruzza”, presenta la rassegna di appuntamenti dal titolo UNA MATTINA AL MAC… Si tratta di mattinate dedicate a bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni durante le quali, giocando insieme, si farà un salto indietro nel tempo, nella Vercelli di 2000 anni fa. Le giornate di vacanza da scuola (per questi giorni speciali, infatti, è stata concepita la rassegna) possono diventare così un momento per divertirsi imparando qualche curiosità sulla storia della nostra città. Attraverso laboratori, sperimentazioni, rievocazioni e giochi la mattinata trascorrerà in modo divertente.
E poiché lunedì 4 e martedì 5 marzo le scuole saranno chiuse per le vacanze di Carnevale, il MAC dalle 9 alle 12 aprirà le sue porte per uno speciale appuntamento.
Le giornate di vacanza da scuola possono diventare così un momento per divertirsi imparando qualche curiosità sulla storia della nostra città. Attraverso laboratori, sperimentazioni, rievocazioni e giochi la mattinata trascorrerà in modo divertente senza dimenticare di fare merenda insieme…
L’attività sarà svolta sotto la guida dagli operatori didattici del Museo Leone che si occupa della conduzione, in accordo con il Comune di Vercelli, del Museo di C.so Libertà 300 che racconta a tutti gli appassionati di archeologia e storia, attraverso sette sale ricche di reperti, le vicende della nostra Vercelli durante l’età romana.
Per entrambi gli appuntamenti è necessaria la prenotazione ai numeri 348.3272584 e 0161.649306
I prossimi appuntamenti con UNA MATTINA AL MAC saranno giovedì 18 e venerdì 19 aprile 2019 dalle 9.00 alle 12.00 in occasione delle vacanze di Pasqua.

Un libro molto apprezzato da Vercelli a tutto il Piemonte

I relatori della serata (7 Dicembre 2018)

Molto buono il successo letterario registrato da “Scintille di Speranza “ l’autobiografia di Padre Enrico Masseroni, arcivescovo emerito dal 2014 e residente nella nostra città.
Il successo del volume, edito dalla casa editrice vercellese Publycom nel mese scorso, è andato ben oltre i confini di Vercelli, registrando un picco di vendite nel vercellese e nella prima sede vescovile dell’autore, Mondovì.
In un solo mese dall’uscita sono state tre le presentazioni organizzate e oltre 400 le copie distribuite.
Il volume è stato molto apprezzato nelle librerie cittadine, assieme ad altri volumi Publycom. Tre importanti associazioni vercellesi ne hanno ordinato per i loro soci un discreto numero di copie, per un totale complessivo di ben 90. Il Corriere eusebiano lo ha scelto per i propri abbonati per la propria campagna abbonamenti.
Infine, il volume è stato prenotato anche online tramite il sito web IBS segno che l’opera è risultata molto gradita, anche oltre il territorio cittadino e non solo come dono natalizio.
Si tratta infatti di un’opera senza tempo che porta un messaggio profondo invitando alla riflessione in ogni periodo dell’anno.
“Scintille di Speranza” nasce infatti dall’annotazione di un diario quotidiano da parte dell’autore: ogni sera Padre Enrico con la grande umanità che da sempre lo contraddistingue usava riflettere sul senso della vita quotidiana.
In tale diario privato, divenuto poi in parte un testo pubblico, sono stati registrati fatti ed eventi che toccano personaggi famosi e persone comuni della nostra comunità vercellese e non solo. Attraverso il racconto di esperienze reali, Padre Enrico ci guida a prendere confidenza con la fede e la speranza, quest’ultima non solo religiosa ma in generale nell’umanità tutta poiché ciò che ci circonda è sempre in grado di sorprenderci se ci rapportiamo a persone ed eventi con umiltà e misericordia.
A tale proposito, da ricordare come molto toccante è stata la presentazione avvenuta presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli il 7 dicembre scorso (nella foto), perché vi prese parte con grande gioia il compianto assessore comunale Andrea Raineri, in uno dei suoi ultimi incontri pubblici.
Il volume è ancora disponibile nelle librerie e in alcune edicole della città oppure nella sede della stessa casa editrice Publycom presso il Palazzo della Comunicazione di via Guala Bicheri 8.