Uncategorized

Viaggio virtuale nell’Archivio di Stato di Vercelli

L’Archivio di Stato di Vercelli offre un servizio per la fruizione a distanza del patrimonio documentario dell’Istituto attraverso i canali social network ufficiali, facebook e instagram. I funzionari archivisti proporranno, con aggiornamenti quotidiani, testimonianze documentarie attinte dal notevole patrimonio conservato nei depositi dell’archivio, curando in particolare la realizzazione di due mostre virtuali.Se otto ore vi sembran poche”: la conquista delle otto ore lavorative in risaia. Mostra virtuale documentaria che racconta le lotte e le conquiste per migliori condizioni igieniche, lavorative e di vita nella campagna vercellese a cavallo tra ‘800 e ‘900. “Mercurino Arborio di Gattinara Gran Cancelliere di Carlo V”: esposizione virtuale dei documenti originali riguardanti l’intensa attività politica di questa personalità del XVI secolo, che contribuì all’elezione di Carlo d’Asburgo, già re di Spagna, a Imperatore del Sacro Romano, affiancandolo in qualità di primo consigliere e stratega per oltre un decennio. Nella cornice della mostra, in occasione del “Dantedì” (la giornata dedicata al sommo poeta recentemente istituita dal Governo), è stato pubblicato un video di approfondimento sul tema delle influenze delle letture dantesche sul pensiero politico del Gran Cancelliere, dal titolo “Mercurino leggeva Dante”. Nei canali social ufficiali sono inoltre già disponibili altri interessanti contenuti, tra cui un video “Segreti e virtù degli animali marini” tratto da un trattato scientifico secentesco, conservato presso la sezione di Varallo (https://www.instagram.com/p/B-CAqYQIKoq/ ), preziose pergamene e tanto altro ancora. Quest’ultimo video è alla base del laboratorio di disegno online “Ambientazioni marine”, dedicato ai ragazzi che in queste settimane sono impegnati nella didattica a distanza, disponibile sul sito istituzionale dell’Archivio di Stato. 

Un dono prezioso per l’Hospice di Biella

Cento mascherine sono state consegnate ieri, giovedì 2 Aprile, a LILT Biella dal Comune di Biella e dal Gruppo di Protezione Civile di Biella. Presidio fondamentale nell’emergenza Covid19, le mascherine saranno utilizzate dal team di infermieri, medici, psicologi  e operatori socio sanitari che proseguono a lavorare in Hospice accompagnando i pazienti e i loro familiari in un periodo di grande difficoltà. Una fragilità correlata al dolore del lasciare e del perdere, aspetti emotivi molto importanti e forti, accanto ai quali si aggiungono oggi le paure derivate dall’emergenza Covid19 e, allo stesso tempo, il dolore di non poter stare accanto ai propri cari perché purtroppo in Hospice non è più possibile accedere senza limitazioni. “In questo momento in Hospice abbiamo ricoverati 10 pazienti. Il nostro ringraziamento va in particolare a Barbara Greggio,  Assessore al Commercio del Comune di Biella e Maurizio Lometti, Responsabile Area Protezione Civile del Comune di Biella che ci sono stati vicini anche in questo momento così difficile – ha commentato Mauro Valentini, Presidente di LILT BiellaGrazie a queste mascherine i nostri operatori possono proseguire a lavorare in sicurezza per se stessi e soprattutto per i pazienti ricoverati e i loro familiari. L’idea con cui nacque il progetto Hospice nel lontano 2001 era quella di non abbandonare i malati oncologici e i loro familiari, ma di accompagnarli, di essere con loro comunità. E’ ciò che stiamo proseguendo a fare anche in questo momento, nonostante le limitazioni dell’emergenza, e che continueremo a fare con tutti i nostri mezzi e le nostre forze affinché si possa ancora proseguire nel prendersi cura delle persone. Con scienza e, insieme, umanità“.

Qualche piccolo consiglio…

Visto che siamo costretti in casa per un periodo di tempo forzato, vediamo insieme qualche consiglio utile per far passare il tempo senza sciuparlo, ma riempiendolo di attività e idee. Si può leggere un buon libro, magari ad alta voce per coinvolgere tutta la famiglia, meglio se è un libro che parla di cambiamento, che possa aiutarci in questa fase di“transizione”.Informarsi su ciò che accade approfondendo con curiosità, imparando anche cose nuove che magari prima, tra un impegno e l’altro, avevamo sempre posticipato. Fare maratone delle nostre serie tv preferite, lasciandoci trasportare da emozioni che ci portano lontano. Come può portarci via il pensiero di un viaggio o una vacanza, perché programmare ci proietta nel futuro e non ci fa restare immobili. Ci si può mantenere in forma anche senza andare in palestra con qualche App o video su Youtube.Prendersi cura di se stessi, senza trascurarsi o lasciarsi prendere dalla pigrizia.Pulire la casa, perché mai come adesso l’igiene è fondamentale e nel frattempo non abbiamo l’occasione di lasciarci cogliere da pensieri negativi. Scrivere, magari tenendo un diario di queste giornate “difficili”, perché è un modo per esprimere il nostro mondo interiore custodendo le nostre sensazioni. Ma anche telefonare ai nostri cari, agli amici, perché il contatto con le altre persone (anche se indiretto) è sempre salutare. Organizzare giochi, passatempi più o meno leggeri, perché questo favorisce lo svago ma soprattutto la nostra creatività. E, ultima cosa ma non meno importante… ascoltare City4you!!!