Uncategorized

Brucia abitazione a Lamporo: carabinieri salvano disabile

Particolare del contatore bruciato

Particolare del contatore bruciato

(r.l.) I Carabinieri di Crescentino sono intervenuti a Lamporo, dove in un’abitazione a causa di un corto circuito scaturito dall’impianto elettrico è divampato un violento incendio. Tutto succede verso mezzanotte, quando il denso fumo che si sprigiona dalle fiamme sveglia i vicini di casa che si rendono conto di quanto sta succedendo, avvisando immediatamente i carabinieri tramite il 112 (Numero Unico di Emergenza), che arrivano immediatamente. L’incendio è in via di rapida espansione, chiedono l’intervento dei Vigili del Fuoco, che sono già sulla strada. Ma i militari intervenuti sanno che in quella casa abita una persona anziana, sola e affetta da gravi difficoltà nella deambulazione, che nonostante le fiamme non è ancora uscito all’esterno. Nell’attesa che giungessero le squadre dei vigili del Fuoco da Vercelli, Santhià e Trino, i Carabinieri senza perdere un attimo, accedono tramite una porta finestra all’interno dell’abitazione, dove trovano l’anziano ancora intento a dormire nel proprio letto.  Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha permesso di impedire l’espandersi delle fiamme.  La persona portata fuori dalla casa non ha riportato alcuna conseguenza. Le fiamme hanno distrutto la porta d’ingresso e annerito totalmente il vano scala fino alla soglia del deposito, dove sono state domate, fortunatamente non coinvolgendo la zona abitata, che è rimasta agibile.

 

Vercelli, frontale alla Cascina Ranza: morta anche Tersilla Cerruti

Nell’incidente stradale avvenuto lo scorso 21 agosto alle porte di Vercelli era deceduto anche il marito, Davide Ambrosini. Sempre gravi le condizioni dell’investitore, Pino Innocenti

La panda sulla quale viaggiavano i coniugi Ambrosini

La panda sulla quale viaggiavano i coniugi Ambrosini

(c.e.) Anche Tersilla Cerruti Ambrosini (84 anni) si è arresa ed è spirata all’ospedale S. Andrea nelle prime ore di questa mattina. Dopo il marito Davide Ambrosini, è la seconda vittima del frontale di mercoledì 21 agosto, sulla strada provinciale tra Vercelli e il Bivio Sesia, tra l’Audi guidata da Pino Innocenti e la Panda dei coniugi Ambrosini alla cui guida era il marito; l’Audi, proveniente da Borgo Vercelli, ha invaso la corsia opposta, probabilmente a causa di un improvviso ictus che ha colpito il conducente, travolgendo la Fiat Panda sulla quale viaggiavano gli anziani coniugi che lasciano i figli Maurizio, docente universitario e Paolo, imprenditore.

Gattinara: arrestato giovane spacciatore

La droga sequestrata

La droga sequestrata

(r.l.) Continua l’ attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti ad opera dei Carabinieri della Stazione di Gattinara (VC). Nel corso di un apposito servizio finalizzato alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti,  i militari sono riusciti a cogliere nella flagranza del reato di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio F.Z. un 22enne di Gattinara che oaveva in tasca quasi 50 grammi di hashish. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire altri 15 grammi circa fra marjiuana e hashish, due porzioni di piante di marjiuana, materiale per la suddivisione in dosi dello stupefacente, un bilancino elettronico di precisione e 180 euro proventi dell’attività illecita. Durante queste operazioni di ricerca sono emerse evidenti responsabilità anche della ragazza con la quale divideva l’appartamento. I successivi accertamenti hanno permesso anche di identificare tre giovani clienti dei due pusher, che sono stati segnalati all’autorità amministrative per i provvedimenti di conseguenza.  Il ragazzo, vista la flagranza del reato e le palesi responsabilità penali emerse,  è stato tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio, vendita e coltivazione di sostanze stupefacenti e portato in carcere a Vercelli.  La ragazza invece è stata deferita in stato di libertà per gli stessi reati.