Uncategorized

A Stresa un omaggio a Leonard Cohen

Sul palco di Lakescapes – Teatro Diffuso del Lago Maggiore sta per ritornare l’Accademia dei Folli per un altro spettacolo in equilibrio tra musica e teatro. A Stresa sabato 8 Agosto andrà in scena “I’m your man: Leonard Cohen“, dedicato all’indimenticabile cantautore e poeta canadese scomparso quattro anni fa. Si tratta dunque di un tributo a Leonard Cohen sotto forma di recital in cui alle sue parole s’intrecciano le canzoni che lo hanno fatto amare dal pubblico di ogni continente. Un viaggio tra gli anfratti dell’animo umano, anche quelli più dolorosi e oscuri, che ci interroga come esseri umani e persone in relazione a noi stessi e al mondo che abitiamo. Un interessante pretesto per dipingere il ritratto dell’Artista e dell’Uomo attraverso atmosfere uniche e affascinanti. Gli arrangiamenti originali ripropongono in una veste nuova e acustica brani famosi quali “Suzanne”, “Allelujah”, “I’m your man”, “Dance me to the end of love”.

A Biella la mostra “Dentro lo Sguardo”

Fino al 20 Settembre il Museo del Territorio Biellese presenta un percorso inedito tra le opere delle collezioni permanenti e l’allestimento di una mostra temporanea con opere che fino ad oggi sono state conservate nei depositi e che aspettavano occasioni come questa per essere valorizzate.Trait d’union è lo sguardo. Come è noto, con la riapertura post Covid-19, le misure di contenimento hanno prescritto l’utilizzo della mascherina e oggi, più che mai, gli occhi che incrociamo catturano la nostra attenzione e spesso contribuiscono a comunicare ciò che in assenza del labiale facciamo fatica a comprendere. E’ così che gli sguardi presenti in Museo si mettono in mostra, si fanno ammirare e, allo stesso tempo, raccontano storie. Si tratta di un percorso con oltre 30 opere che spazia dall’antichità alla contemporaneità (da Bernardino de’ Conti al Morazzone, da Delleani a  Calderini, da Longoni a Chagall, fino a Pozzi, Carletti e Ronda) che permette di valorizzare le collezioni civiche attraverso nuove chiavi di lettura, presentandole singolarmente e approfondendone i contesti di provenienza, facendo riemergere storie e legami con il territorio. Un allestimento chiaro e semplice, supportato da didascalie brevi che in 100 parole presentano e contestualizzano l’opera (anche ascoltabili tramite il proprio smartphone attraverso un QR code), permetterà al visitatore di ritrovarsi davanti a occhi profondi ed espressivi, che non celano lo stato d’animo di chi è stato ritratto, ma anche sguardi apparentemente imperscrutabili o inespressivi che riusciranno comunque a trasmettere sensazioni ed emozioni. Sono questi alcuni degli elementi che caratterizzano questa esposizione, nata per proporre al pubblico uno “sguardo” inedito sulle collezioni del Museo. “A volte ci riscopriamo incolpevolmente superficiali; la frenesia della vita moderna c i rende incapaci di rallentare per dedicarci ai particolari.” – dichiara l’Assessore alla Cultura, Massimiliano Gaggino “A volte, invece, la vita ci regala inaspettate opportunità come una mascherina: da una parte un impedimento e dall’altra lo stimolo per soffermarci oltre. Dentro lo Sguardo è un’occasione, è l’interpretazione che lo staff del Museo di Biella ha voluto dare a questo particolare momento storico per guardare l’arte con un’attenzione particolare. ORARI: mercoledì, sabato e 15 agosto: 15-18.30, giovedì, venerdì e domenica: 10-12.30 / 15-18.30

All’Oasi Zegna è tutta un’altra musica…

Musica classica all’Oasi Zegna. Tre concerti fanno da colonna sonora alla scoperta dei magnifici scenari del nostro territorio fatto di una natura incontaminata, boschi e montagne. Il repertorio è vasto e da Mozart Rossini arriva fino a Piazzolla e Abreu. In scena ci sono gli appassionati clarinettisti del quartetto Euphòria che negli ultimi anni hanno tenuto concerti in tutto il mondo (Australia, Turchia, Canada, Canarie e in tutta Europa) e che arrivano all’Oasi Zegna per ben due date (9 e 30 agosto) e il duo violoncello-contrabbasso (Camilla Patria e Tommaso Fiorini) del Progetto Giovani dell’Orchestra della Filarmonica Teatro Regio di Torino. Il primo appuntamento è domenica 2 agosto. Due visite guidate ai progetti espositivi che raccontano il passato e i progetti futuri della Fondazione Zegna (info www.fondazionezegna.org) precedono il concerto – è alle 16.30 – di Camilla Patria e Tommaso Fiorini con musiche di Michele di Pleyel, Rossini, Dragonetti, Goltermann, Corelli, Reinecke, Fiorini. Prima del concerto, alle 15.30 e alle 16, le visite guidate portano alla scoperta della mostra ‘From Sheep to Shop’, sulla genesi del gruppo Zegna, e del progetto Zegna Forest (scoprite qui come partecipare attivamente) che si occupa di tutelare i nostri boschi dalle conseguenze del cambiamento climatico. L’accesso al concerto è libero, ma è necessario prenotarsi via sms o whatsapp al 370.3031220 o via mail a segreteria@nuovoisi.it Il numero di posti è ridotto per le normative anti-covid. Ancora estate in musica nelle domenica del 9 agosto (ore 17 in Brughiera) e del 30 agosto (ore 16 al Centro Zegna) con il quartetto di clarinetti dell’Associazione Musicale Euphòria di Valdilana. In programma musiche di Bach, Mozart, Rossini, Shubert, Debussy, Lecuona, Mancini, Abreu, Piazzolla e Kondo. Attivi anche nelle scuole, i musicisti del quartetto si dedicano alla divulgazione del proprio repertorio con l’intento di essere da stimolo per l’avvicinamento dello studio della musica.