Politica

Vercelli: dimissionaria il neo assessore ai Lavori Pubblici Emanuela Fornaro

Emanuela Fornaro si è dimessa

Emanuela Fornaro si è dimessa

(c.c.) L’assessore vercellese ai Lavori Pubblici, Arredo urbano e Viabilità Emanuela Fornaro ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico. La notizia, al momento, non è ancora ufficiale, ma è atteso per il pomeriggio un comunicato da Palazzo di Città.
Sconosciute le motivazione che l’hanno portata alla decisione: forse la pressione mediatica nei suoi confronti a causa dell’accusa di incompatibilità mossale dal Movimento 5 Stelle e della quale avrebbe dovuto occuparsi il Consiglio comunale nella seduta di domani mattina, o forse altro. Sta di fatto che a poco meno di un mese dalle elezioni il sindaco Maura Forte si trova a dover affrontare un problema di non poco conto; con l’aggiunta del fatto che non è ancora stato nominato un vice sindaco e, di questo, le opposizioni gliene chiedono conto accusandola di non rispettare la legge. «Avrebbe dovuto nominarlo già nella prima riunione del Consiglio comunale  – hanno detto in una conferenza stampa Enrico Demaria e Maurizio Randazzo, di Vercelli amica, a nome delle opposizioni – e se non lo farà neppure domani (giovedì, ndr) segnaleremo il caso al prefetto». Insomma, un avvio in salita che mette già a dura prova la nuova amministrazione di Vercelli.

Maura Forte: «Saremo l’amministrazione di tutti»

Maura Forte, neo sindaco di Vercelli

Maura Forte, neo sindaco di Vercelli

(c.c.) E’ stato proclamato ufficialmente questa mattina, alle 12 e 22 per l’esattezza, il nuovo sindaco di Vercelli, Maura Forte. Nell’aula consiliare, gremita non solo di neo-consiglieri, ma anche di molti simpatizzanti e di curiosi, il presidente della commissione elettorale ha dato lettura dei verbali con i quali è stata sancita l’elezione del sindaco e dei 32 consiglieri. Diciamo subito che dobbiamo registrare una novita insieme con una precisazione. La prima riguarda il 12 consigliere assegnato al Pd: non sarà Michele Gaietta, ma Aisha Badji. Per loro stesso quoziente elettorale, ma posizione più alta nella lista di presentazione delle candidature. La precisazione riguarda invece SiAmo Vercelli e SiAmo Giovani. Inizialmente era stato indicato come assegnato il consigliere a SiAmo Giovani tra i 6 assegnati alla coalizione che ha sostenuto Alberto Perfumo. Anche qui, secondo il quoziente elettorale assegnato, quello della lista Giovani risultava più basso rispetto agli altri di SiAmo Vercelli.
Diciamo ora della proclamazione di Maura Forte. Dopo l’investitura, ha tenuto un discorso ai presenti evidenziando alcuni importanti concetti che detteranno la linea della sua amministrazione: un’amministrazione di tutti, e non di parte, trasparente, attenta alla città e che lavora per la città.
Da lunedì ci saranno anche i nuovi assessori e con essi saranno affrontati subito i primi progetti: maggiore pulizia della città, riapertura a breve delle piscine, aiutare chi è in condizione di disagio e mettere mano da subito al “Progetto sviluppo” sostenuto in campagna elettorale.

Come detto, probabilmente già lunedì Maura Forte comunicherà i nomi degli assessori: «Sarà una giunta agile – ha detto – composta di 5 o sei assessori. Alcune deleghe “pesanti” le terrò per me, altre le distribuirò anche ai consiglieri. Tutti dovremo lavorare “pancia a terra” e scordarci per questa estate le ferie. a gente si aspetta risposte da noi e noi dobbiamo essere in grado di darle».

Le indiscrezioni che circolano sui nomi degli assessori sono molte, ma nessuna, ad oggi, confermata dal sindaco che si è limitata a precisare che, in linea di massima, non ci saranno assessori esterni.

In consiglio comunale a Biella 16 seggi al Pd

Marco Cavicchioli, sindaco di Biella

Marco Cavicchioli, nuovo sindaco di Biella

(c.c.) Nella maggioranza che sosterrà il nuovo sindaco di Biella, Marco Cavicchioli, sono ben 16 i consiglieri del Pd: Riccardo Bresciani, Greta Cogotti, Claudia D’Angelo, Giuseppe Faraci, Paolo Furia, Paolo Galuppi, Cinzia Iacobelli Paganelli, Sergio Leone, Anna Manfrinato, Ciro Negrone, Diego Presa (recordman di preferenze, 309), Doriano Raise, Paolo Rizzo, Francesca Salivotti, Valeria Varnero e Alessandro Zuccolo. Nei banchi della maggioranza siederanno anche due consiglieri di I Love Biella, Benni Possemato e Fabrizio Merlo e due consiglieri di Biella in Comune, Francesca Menegon e Sippo Rosso.

Sui banchi dell’opposizione ci saranno invece, con il sindaco uscente Dino Gentile, quattro consiglieri di Forza Italia: Massimiliano Gaggino, Federico Maio, Amedeo Paraggio e Paolo Robazza; un consigliere della lista Dino Gentile Sindaco, Pietro Barrasso; un consiglieri ciascuno Lega Nord, Giacomo Moscarola, Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale, Andrea Delmastro Delle Vedove e due consiglieri la lista Buongiorno Biella che ha sostenuto Gentiule al ballottaggio, Antonio Ramella Gal e Andrea Foglio Bonda.

Il Movimento 5 Stelle, infine, avrà due consiglieri: Antonella Buscaglia, candidata sindaco e Giovanni Rinaldi.