Eventi e Manifestazioni

Oggi Novara festeggia San Gaudenzio

la cerimonia del fiore

la cerimonia del fiore

Oggi, Novara festeggia San Gaudenzio. In mattinata in Basilica si è tenuto il Corteo Civico, la Cerimonia del Fiore ( nella foto)  e  la  solenne Liturgia Eucaristica presieduta dal vescovo S.E. Monsignor Franco Giulio Brambilla. Oggi per le Biblioteche Palazzo Negroni e Palazzo Vochieriore apertura straordinaria fino alle ore 19.00 con Laboratorio Le rose di San Gaudenzio in sezione Ragazzi Aperture straordinarie ad ingresso gratuito dalle ore 10 alle ore 19 per la Galleria d’Arte Moderna Giannoni, il
Museo di Storia Naturale Faraggiana Ferrandi, i Musei della Canonica del Duomo (chiuso dalle 13 alle 15), Casa Rognoni Museo del Giocattolo, Casa Bossi con visite guidate ore 10.00 e 15.00 (chiuso dalle 12.00 alle 15.00) in collaborazione con l’Associazione Comitato d’Amore per Casa Bossi e il Battistero del Duomo (chiuso dalle 10 alle 15). Cupola di San Gaudenzio : Salite gratuite dalle 14 alle 17.30 su prenotazione presso ATL Novara telefono 0321 394059. Questa sera nella sala teatro Don Bosco
alle  21.15 Trè rösi par San Gaudensi. Commedia “Gelindo” di G.M. Tognazzi e musiche di L.Giudici a cura della Compagnia del Gelindo Continua >

Eugenio Borgna, Eraldo Peccetti e Paolo Pellizzari sono i novaresi dell’anno 2016

I novaresi dell'anno 2016

I novaresi dell’anno 2016

Eugenio Borgna, Eraldo Peccetti e Pietro Pellizzari hanno ricevuto ieri il Sigillum Communitatis Novariae. Sono loro i novaresi dell’anno 2016. Nel corso della cerimonia di proclamazione del “Novaresi dell’anno” 2016 è stato conferito anche il “Sigillum” alla memoria alla dottoressa Rita Fossaceca.Le celebrazioni per la festa patronale di San Gaudenzio proseguono oggi con  il tradizionale corteo verso la Basilica, a cui segue la cerimonia del fiore. Inoltre, in occasione della patronale, apertura straordinaria dei musei cittadini. È poi possibile salire sulla Cupola per visitare la mostra dedicata agli “Itinerari antonelliani”, che resterà aperta dalle 10 alle 17, con orario continuato. In serata, dalle 21,15, nella sala del Teatro Don Bosco, va in scena la commedia “Gelindo”, per la rassegna dialettale Trè rösi par San Gaudensi. Ricordiamo che per tutta la giornata di venerdì 22, in tutta la città, sarà possibile posteggiare gratuitamente negli stalli blu di Musa. Domenica 24 tutti ai nastri di partenza, dalle 9,30 in viale Kennedy, per la Mezza maratona di San Gaudenzio a cura del Dee Jay Running Team. E nel pomeriggio, dalle 15, visite guidate a Casa Bossi, che si svela alla città dopo la sistemazione della facciata. Continua >

Al Museo Leone di Vercelli arriva NataLeone

NataLeone 2015Anche quest’anno al Museo Leone sarà NataLeone e sarà un NataLeone Sport Edition. È questo infatti lo slogan e contemporaneamente il tema, inconsueto, ma declinato alla Storia e all’Archeologia, i fili rossi delle iniziative del Leone, scelto dallo staff del museo di Via Verdi per la rassegna di eventi per grandi e bambini fatta di conferenze, eventi ludici e didattici e tanta solidarietà, che terrà compagnia a tutti i vercellesi (e non solo) per il periodo natalizio, dal 6 dicembre fino al 3 gennaio del prossimo 2016. Già, perché anche quest’anno la slitta di NataLeone parte molto presto e lo fa alla grande, dal 6 dicembre, prima domenica del mese, quando, in concomitanza della consueta apertura gratuita del Museo Leone e del MAC, Museo Archeologico della Città di Vercelli, avrà inizio la missione solidale di NataLeone, per il secondo anno consecutivo in collaborazione con i Gruppi di Volontariato Vincenziano della Città di Vercelli a favore dei quali, fino al 20 dicembre, sia nel cortile di Casa Alciati sede del Museo Leone, sia presso l’ingresso del Museo Archeologico in Corso Libertà 300, sarà possibile consegnare abiti per bambini (da 0 a 12 anni) nuovi o usati ma comunque necessariamente in buono stato, che andranno così a soddisfare la richiesta di chi, come l’opera vincenziana ed i suoi volontari sono quotidianamente impegnati nell’aiuto e nel conforto dei più bisognosi. Allo stesso modo dei vestiti saranno ritirati anche generi alimentari a lunga conservazione per la prima infanzia. Per tutti coloro che si presenteranno per consegnare abiti o generi alimentari l’ingresso in entrambi i musei sarà libero anche dopo la gratuità domenicale del 6 dicembre. Continua >