Eventi e Manifestazioni

Museo Leone: II appuntamento di “La cultura a portata di mamma 2018”

Mercoledì 11 luglio alle ore 10.00 il secondo appuntamento della rassegna è con la “Moda femminile tra Sette e Ottocento” per scoprire come vestivano e quali erano i costumi e l’abbigliamento delle mamme e delle signore del Sette e dell’Ottocento.
Al termine sarà possibile gustare una piccola merenda nel piacevole cortile della fontana. La visita è raccomandata anche a quei bambini ancora nella pancia della mamma come pure, ovviamente, ai papà ai nonni e agli zii nonché ai fratellini più grandi. Ben felici di farci invadere dai passeggini e dalle carrozzine presentiamo il programma di questa edizione che vedrà quattro appuntamenti che si distingueranno sia nel tema trattato sia nella sede, permettendo di scoprire angoli e collezioni diversi del Museo.
Portare i bambini al museo, non è soltanto uno svago diverso dal solito, ma è soprattutto un percorso di crescita di tutta la famiglia e di avvicinamento alla cultura che può contribuire a formare cittadini più attivi, più informati. Nei musei accreditati inoltre è possibile accedere gratuitamente con il Passaporto Culturale (scaricabile dal sito www.naticonlacultura.it o da richiedere presso le biglietterie) nel primo anno di vita del bambino, insieme a due accompagnatori adulti.
Sono ammessi passeggini, carrozzine, fasce, mei tai e marsupi!
Bambini da 0-5 anni

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Cell. 3483272584 – Tel. 0161253204
mail: didattica@museoleone.it

Museo Leone: La cultura a portata di mamma

La Cultura a Portata di Mamma apre le porte del museo a carrozzine e passeggini per il settimo anno consecutivo nella convinzione, dettata dall’esperienza, che l’arte, la storia e l’archeologia possano trasformarsi in una potente risorsa di benessere per tutti gli esseri umani, a partire dai primi anni di vita.

E’ inoltre proprio questa l’idea fondante di “Nati con la Cultura”, progetto al quale il Museo Leone ha aderito ed è stato accreditato con altri 31 musei piemontesi. Finanziato da Compagnia di San Paolo e coordinato dall’Associazione Abbonamento Musei.it, il progetto si propone di contribuire a dare voce alla capacità dei Musei di far parte della vita delle famiglie e dei bambini fin dai primi passi e a creare le condizioni per renderli sempre più “casa”. Musei che siano percepiti dalla collettività come luoghi “a misura di famiglie e bambini”, risorsa attiva di una comunità educante.
Nei musei accreditati inoltre è possibile accedere gratuitamente con il Passaporto Culturale (scaricabile dal sito www.naticonlacultura.it o da richiedere presso le biglietterie) nel primo anno di vita del bambino, insieme a due accompagnatori adulti.

Così le mattine del 4, 11, 18 e 25 luglio dalle ore 10.00, con lo slogan “Chi lo dice che diventare mamma significa non potere più frequentare i musei?” partono quattro speciali appuntamenti studiati appositamente per venire incontro alle esigenze di tutte le partecipanti, con una piccola nursery per cambiare i bambini e un’area dedicata dove sarà possibile sedersi per allattare o anche solo per riposare. La visita è raccomandata anche a quei bambini ancora nella pancia della mamma come pure, ovviamente, ai papà ai nonni e agli zii nonché ai fratellini più grandi.

 

Sono ammessi passeggini, carrozzine, fasce, mei tai e marsupi!
Bambini da 0-5 anni

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Cell. 3483272584 – Tel. 0161253204
mail: didattica@museoleone.it

Fondazione Piemonte dal vivo: Vignale M.to Festival 2018

Dopo il sold out delle prime tre date prosegue venerdì 29, sabato 30 giugno e domenica 1 luglio la IV edizione di Vignale Monferrato Festival – Il Paese della danza. Protagonista è il circo contemporaneo, che come la danza racconta le possibilità espressive di un corpo in movimento, su un palcoscenico. Il Roue Cyr, una bicicletta acrobatica, un ramo e i trampoli saranno gli strumenti con cui si misureranno la Compagnia MPTA (il 29 giugno) e la Compagnie Rasoterra e la Compagnia Libertivore (il 30 giugno), il Teatro tascabile di Bergamo (l’1 luglio). Quattro gruppi di artisti nazionali e internazionali che porteranno a Vignale Monferrato e Casale Monferrato la poesia di un linguaggio capace di parlare a tutti.

VIGNALE MONFERRATO FESTIVAL 2018 – IV edizione
il Paese della Danza, 22 giugno – 21 luglio 2018

Un progetto di Piemonte dal Vivo con la collaborazione di Torinodanza – Teatro Stabile di Torino promosso da Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Piemonte, Comune di Vignale Monferrato Comune di Moncalvo, Comune di Casale Monferrato e Orsolina28 con Aterballetto, Adriana Borriello, Gilda Buttà, Sharon Fridman, Silvia Gribaudi, Drew Jacoby, Laccio, Compagnia Libertivore,Claudia Marsicano, Michele Merola, Compagnia MPTA, Juliano Nunes, Musicanti del Piccolo Borgo, Compagnia Rasoterra, Hofesh Shechter Company – Shechter II, Emanuele Soavi, Giuseppe Spota, Teatro tascabile di Bergamo, Valla – Scurati e gli abitanti del Monferrato.

Il circo è protagonista del prossimo fine settimana di Vignale Monferrato Festival. Per tre giorni Vignale Monferrato e Casale Monferrato saranno il palcoscenico di quattro compagnie di valore internazionale: la Compagnia MPTA, ovvero Les mains, les pieds et la tête aussi, da Lione (Francia) che venerdì 29 giugno, alle ore 21.30 nella Piazza del Popolo di Vignale Monferrato presenterà “Santa Madera”, la Compagnia belga Rasoterra, in scena con “La Baleine Volante” sabato 30 giugno, alle ore 21.30 presso i Giardini bassi di Vignale Monferrato a cui seguirà la Compagnia Libertivore, ancora dalla Francia, in programma con “Hêtre” e infine una compagnia italiana dalla lunga e prestigiosa storia, il Teatro tascabile di Bergamo che domenica 1 luglio, alle ore 22.00 in Piazza Mazzini, a Casale Monferrato, il pubblico di potrà apprezzare nell’intramontabile “Valse”.
La sezione di circo contemporaneo è fra gli elementi caratterizzanti di Vignale Monferrato Festival, che insieme alla danza ha deciso di avvalersi della poesia di un linguaggio in grado di parlare a tutti anche per mostrare altre possibilità espressive di un corpo del corpo di un interprete.