Cultura

Presentata la nuova stagione di prosa a Vercelli

Il pubblico intervenuto alla presentazione

Il pubblico intervenuto alla presentazione della stagione

E’ stata presentata ieri la nuova stagione comunale di prosadi Vercelli. Diciannove spettacoli, cinque dei quali fuori abbonamento, oltre una mini rassegna dedicata ai bambini e alle loro famiglie.

“Vercelli a teatro” è il nome dato alla rassegna che presenta non poche novità rispetto al passato. Innanzi tutto sono cambiati gli organizzatori, non più Piemonte dal vivo, ma Il Contato del Canavese, soggetto che già organizza le stagioni teatrali in altri centri del Piemonte tra cui Biella, Borgosesia, Cossato, Ivrea e Borgomanero, solo per citarne alcuni. Poi la suddivisione del cartellone in due soli segmenti: “Teatralmente” e “Arcipelago d’autore”; per ciascun segmento (8 spettacoli il primo, 6 il secondo) c’è la possibilità di sottoscrivere un abbonamento e, naturalmente, c’è anche la possibilità di acquistare un abbonamento complessivo per i 14 spettacoli.

Altra nota che caratterizza questa stagione è la presenza in cartellone di due compagnie vercellesi, il Porto e Federico Grassi, alle quali si aggiunge Tam Tam con uno spettacolo nel segmento per bambini. Tra gli altri nomi figurano Antonio Albanese, Stefano Accorsi, Giuliana Lojodice, Gioele Dix, Massimo Ghini, Lella Costa, Alessandro Preziosi, le Sorelle Marinetti e I Legnanesi. Ci saranno anche due spettacoli dedicati alla danza con le rappresentazioni de Lo Schiaccianoci e di Cenerentola nella versione musicata da Rossini. Continua >

In mostra all’Arca di Vercelli, fino al 6 luglio, Kandinsky, artista come sciamano

Fino al 6 luglio, a Vercelli, la mostra su Kandinsky

Fino al 6 luglio, a Vercelli, la mostra su Kandinsky

(c.c.) Fino al 6 luglio Arca, a Vercelli, ospita la mostra dedicata al padre dell’astrattismo, Wassily Kandinsky. In esposizione 22 opere del pittore e altri capolavori dell’avanguardia russa insieme con vari oggetti rituali delle tradizioni delle campagne siberiane e sciamaniche. Con l’occasione è visibile al pubblico per la prima volta il nuovo ciclo di affreschi emersi dalla volta della terza cappella della navata laterale destra dell’ex chiesa di San Marco, dedicati alla vita di S. Agostino.

Kandinsky: arrivate a Vercelli le opere per la mostra

Davanti all'Arca, in attesa di scaricare le opere di Kandinsky

Arca, in attesa di scaricare le opere di Kandinsky

Sono arrivate questa mattina alle 8,30 le tele di Kandinsky e degli altri pittori russi che saranno in esposizione all’Arca di Vercelli dal 29 marzo al 6 luglio. Le opere, giunte con un trasporto speciale dai musei di San Pietroburgo, saranno collocate in giornata all’interno del percorso espositivo, assieme agli altri oggetti che daranno corpo alla mostra “Kandinsky, l’Artista come sciamano”, promossa dal Comune di Vercelli e dal Museo Nazionale di San Pietroburgo.

La rassegna si sviluppa attorno a ventidue capolavori del padre dell’astrattismo, provenienti da otto musei russi, accompagnati da selezionatissimi dipinti di maestri dell’avanguardia russa e da uno straordinario nucleo di oggetti rituali delle tradizioni polari e sciamaniche praticate nelle lontane e sterminate regioni siberiane, da cui Kandinsky trasse profonde ispirazioni durante i suoi anni giovanili di studi etnoantropologici e che contribuirono, assieme alle tradizioni contadine russe, allo sviluppo del suo percorso intellettuale verso l’astrazione come forma di spiritualità.

La mostra sarà inaugurata venerdì alle 18; il pubblico potrà visitarla a partire dalle 10 di sabato e, fino al 6 luglio, tutti i giorni fino alle 20.