Cultura

Venerdì 11 maggio al Museo Leone di Vercelli torna la musica classica con Riccardo Mussato

Venerdì 11 maggio alle ore 18, al Museo Leone di Vercelli, torna la grande musica classica per un secondo appuntamento in compagnia del giovane pianista vercellese Riccardo Mussato che, dopo la lezione-concerto “La grande musica classica – Viaggio nella storia del pianoforte tra suono e racconto dagli albori alla Grande Guerra” e soprattutto dopo i recenti successi ai concorsi “Musica in Langa” di Castiglione Falletto, e “F. Mendelssohn” di Alassio, intratterrà il pubblico con un recital pianistico dal titolo “Maestro Pianoforte”.

CITY… IN TAVOLA – Speciale Rinascimento… per rivivere la storia con gusto!

Visibilità. Oggi più che mai conta esserci: è quasi un imperativo “sociale” quello di farsi trovare laddove gli internauti navigano la rete alla ricerca di consenso e approvazione. Così per l’Università Popolare di Vercelli i 2000 hanno segnato una profonda trasformazione: l’Accademia Culturale di Vercelli ha dovuto riadattare la sua comunicazione per i social network. La carta stampata infatti si è rivelata non più sufficiente a sponsorizzare la potenza della sua struttura didattica. E anche il 2018, per il gruppo culturale della Presidente Paola Bernascone Cappi, segna una nuova svolta comunicativa: l’Unipop approda su Radio City – La radio del Piemonte orientale – dove, a partire da sabato 5 maggio alle ore 11:05 (in replica alle ore 19:00), la Professoressa Paola Bernascone terrà una rubrica sulla cucina rinascimentale.
Un appuntamento non casuale ma ben architettato che si sposa con la mostra “Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari”, ospitata in Arca e dedicata al grande genio del pittore vercellese tra i più significativi del nostro entroterra. Per la reggente del polo accademico di via Attone Vescovo 4 l’occasione non poteva rivelarsi più ghiotta perché nel momento in cui si celebra l’arte manierista dell’artista di Valduggia, si mette al centro di questo percorso conoscitivo la cucina, portando all’attenzione degli ascoltatori quelle chicche e aneddoti di cui ha saputo far tesoro nel libro “Sale in zucca” scritto in collaborazione con Elisabetta Dellavalle.
Non ci resta dunque che fare gli auguri alla Prof Bernascone per questo ennesimo traguardo.

Riepilogando ecco la programmazione della trasmissione:
sabato 5 maggio alle ore 11:05 e in replica alle ore 19.30
Date: 5-12-19-26 maggio, 2-9-19 giugno 2018
Caricamento della puntata in podcast, link su www.radio-city.it

In mostra a Novara i capolavori del luminismo italiano, da Lotto a Caravaggio

L'assessore Paola Turchelli con Mina Gregori e M.C. Bandera

L’assessore Turchelli con Mina Gregori (dx) e M.C. Bandera

Sarà inaugurata questo pomeriggio al Broletto di Novara la mostra “Da Lotto a Caravagglio – La collezione e le ricerche di Roberto Longhi”. La mostra attraversa due secoli di pittura e si sofferma sui periodi e sulle scuole dell’arte italiana più studiate e spesso riscoperte proprio dal grande critico. Il percorso espositivo, organizzato in maniera cronologica e tematica, inizia con le opere del Cinquecento che sono riconducibili all’”Officina ferrarese” e prosegue con quelle di Lorenzo Lotto a cui sono accostati alcuni protagonisti del manierismo e della scuola veneta, per arrivare all’area prediletta – sia per gli studi di Longhi che per le opere della sua collezione presentate – quella del Caravaggio, dei suoi predecessori e dei suoi seguaci, per terminare infine con un gruppo di ritratti e mezze figure del Seicento tra le quali si nota una bellissima serie di Jusepe de Ribera.
“Da Lotto a Caravaggio. La collezione e le ricerche di Roberto Longhi” è curata da Mina Gregori e da Maria Cristina Bandera, Presidente e Direttore Scientifico della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi; è promossa dal Comune di Novara, da Regione Piemonte, da Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi con il sostegno di Compagnia di San Paolo, con il Patrocinio della Provincia di Novara, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed è organizzata dalla società Civita Mostre.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 24 luglio.