Cronaca e attualità

Quarant’anni di asili nido in Italia

La ricorrenza ricordata anche a Vercelli, alle 10,44,  con il lancio di palloncini colarati e la presenza davanti al Municipio dei bambibi dei nidi comunali e privati

Il sindaco Andrea Corsaro con l'assessore Ercole Fossale e il gruppo di bambini, genitori ed educatori

(c.c.) La legge che in Italia ha istituito gli asili nido, la N. 1044 del 2 dicembre 1971, compie 40 anni. Per festeggiare questa ricorrenza, in molte piazze di tutta Italia, alle 10,44, sono stati liberati in cielo tanti pallocini colorati ai quali sono stati legati dei biglietti con scritto, in diverse lingue, il manifesto dei diritti naturali dei bambini.

A Vercelli l’iniziativa si è svolta davanti al Municipio, promossa dall’assessorato alle Politiche per l’infanzia con la presenza di rappresentanze di bambini degli asili nido comunali e di quelli privati.

Con l’assessore Ercole Fossale era presente anche il sindaco, Andrea Corsaro. Entrambi hanno voluto sottolineare la consapevolezza del fatto che “investire nell’infanzia significhi investire nel futuro della nostra comunità. Da qui – hanno detto – vogliamo oggi testimoniare il diritto dei bambini ad avere servizi di qualità grazie ai quali essi possano esprimere liberamente il piacere di crescere insieme ed essere protagonisti della propria educazione.

Vercelli: domenica 4 dicembre, tutti a piedi

Alle 10 scatta il diveto di circolazione per le auto all’interno della cerchia dei viali. Al via anche l’iniziativa “Lascia l’auto, respira la città: camminiamo insieme”, 3 km di “fit walking” per la città

L'assessore Antonio Prencipe con uno dei cartelli che segnalano il divieto di circolazione

(c.c.) Domenica prossima, 4 dicembre, non si potà circolare nel centro storico di Vercelli, al di qua della cerchia dei viali. E’ la seconda domenica ecologica delle sei programmate dall’assessorato alla Qualità ambientale del Comune per sensibilizzare la popolazione sulla necessità di limitare l’utilizzo delle auto, o comunque dei mezzi a motore, allo scopo di diminuire l’immissione in atmosfera di polveri sottili, il famigerato PM10.

«Anche i piccoli gesti possono contribuire a migliorare la situazione – ha spiegato l’assessore Antonio Prencipe -. E proprio per questo la domenica ecologica non pretende di essere il rimedio al problema, ma un aiuto, questo sì, un gesto soprattutto di educazione».

E per sostenere ancor più questo concetto, da domenica e per tutte le prossime giornate ecologiche – ce ne sarà una ogni mese fino ad aprile, poi si vedrà – sarà proposta l’iniziativa “Lascia l’auto, respira la città: camminiamo insieme”, una passeggiata in compagnia di Chicca Galndolfo, istruttrice della Psg Decathlon, imparando le tecniche del “fit walking, una pratica che può diventare una vera e propria disciplina sportiva molto utile alla nostra salute, consigliata soprattutto a chi ha necessità di fare movimento senza tuttavia imporre sforzi eccessivamente rischiosi al proprio organismo: consigliata quindi in primo luogo ai cardiopatici, ma anche a chi soffre di diabete.

La partenza della camminata avverrà dal piazzale antistante la basilica di S. Andrea, con ritrovo alle 9,30. Poi si percorrerà via Galileo Ferraris, via Monte di Pietà, piazza d’Angennes, via Duomo, via Gioberti, via Zubiena, piazza Cugnolio, corso Libertà, piazza Paietta, viale Garibaldi e ritorno alla partenza. In tutto circa 3 km.

Il divieto di circolazione per le auto e gli altri mezzi a motore entra in vigore alle 10 per terminare alle 18.

Nove gemelli nati a Vercelli in un solo mese: un evento unico

Nello scorso settembre ci sono stati tre parti gemellari ed uno trigemellare. I piccoli stanno tutti bene e il Comune li ha festeggiati con una simpatica cerimonia

Il sindaco Andrea Corsaro con i gemelli Cesari

(c.c.) Con una simpatica cerimonia svoltasi nella sala giunta del Palazzo municipale, il Comune di Vercelli ha voluto festeggiare un evento abbastanza inusuale per la città: la nascita, nel solo mese di settembre, di ben 4 coppie di gemelli. Anzi, in un caso il parto è stato trigemellare. I nati, quelli residenti a Vercelli, a tutto settembre 2011 sono stati, dall’inizio dell’anno 262 e registrare 9 gemelli in un solo mese è probabilmente un evento unico nella storia di questa città.

A tutti i genitori, il sindaco, Andrea Corsaro, ha consegnato un pigotta, la stessa prodotta dall’Unicef che già, grazie ad un accordo probabilmente unico in Italia, il Comune dà ogni mese in omaggio a tutti i nuovi nati, Oltre alla pigotta, ai piccoli gemelli i sindaco ha regalato una mini maglietta della Pro Vercelli, realizzata in collaborazione con la società di via Massaua, con tanto di stemma dei Piccoli leoncini, dai quali prende il nome l’iniziativa.

I parti gemellari, come dicevamo, sono stati 4: i piccoli Davide e Mirko Di Valentino, Aurora, Veronica e Francesco Cesàri, Federico e Sofia Florio e Alessandro e Lorenzo Orrù. Tutti sono in ottima saluti e molto tranquilli: durante la cerimonia, infatti, non s’è alzato un solo lamento, neppure quando a prendere in braccio per la foto di rito uno dei gemellini Cesàri è stato il sindaco che, al contrario, ha mostrato di ricordarsi molto bene di come si faccia il papà.