Cronaca e attualità

MORTI DI FAMA – 23 NOVEMBRE 2018 ore 21:00 – Vercelli

MORTI DI FAMA – 23 NOVEMBRE 2018 ore 21:00 – Vercelli – Piccolo Studio del Sant’Andrea – INGRESSO LIBERO
Oggi, “essere sul Web” è una condizione necessaria di affermazione del proprio lo. Pubblicare immagini personali, commenti e video di ogni aspetto della propria quotidianità, spesso senza un’adeguata consapevolezza, può diventare pericoloso per la propria immagine, salute psicofisica e reputazione nel mondo reale.
Nella società dell’apparire ad ogni costo, esiste un solo e unico obiettivo: vendersi… il più delle volte, in cambio di nulla! Come affrontare questa nuova realtà?
23 NOVEMBRE 2018 ore 21:00 – Vercelli – Piccolo Studio del Sant’Andrea. Protagonisti: Lella BASSIGNANA, Paolo POMATI, Marco FACCIOLI, Monica GUASCHINO – modera l’incontro Claudia ULLIANA.
Per informazioni contatta info@armoniadellessere.it o gianni@welovemercuri.com. Segui l’evento su Facebook o cerca l’hashtag #mortidifamavc. Alle insegnanti partecipanti verrà rilasciato un attestato.

Primi interventi di chirurgia bariatrica al Maggiore di Novara

L'equipe di Chirurgia bariatrica con, al centro, il direttore dell'AOU Mario Minola

L’equipe di Chirurgia bariatrica con, al centro, il direttore dell’AOU Mario Minola

Sono stati eseguiti la scorsa settimana i primi due interventi di chirurgia bariatrica all’AOU Maggiore della Carità nell’ambito del nuovo dipartimento chirurgico diretto dal prof. Sergio Gentilli. «L’obiettivo dell’Azienda – ha spiegato il direttore generale Mario Minola – è quello di ridurre la mobilità passiva verso altre regioni dei pazienti del quadrante affetti da obesità patologica».

I pazienti, due donne, sono stati operati con tecnica laparoscopica e stanno bene. Grazie a questa tecnica operatoria hanno potuto essere dimessi già tre giorni dopo l’intervento, ma si punta – ha spiegato il dott. Gentilli, al trattamento giornaliero del paziente, con dimissione, dunque, nella stessa giornata dell’intervento. «La chirurgia bariatrica – ha aggiunto il dott. Federico D’Andrea, direttore della struttura di Scienza dell’alimentazione e dietetica – consente un rapido calo ponderale e un mantenimento più facile del peso a lungo termine. Il nostro lavoro non si ferma comunque all’intervento, ma prosegue nel follow up del paziente che può protrarsi per mesi od anni e che permette di ottenere i massimi risultati dall’intervento».

Iniziano i lavori di completamento della Vercelli-Pontestura

L'assessore Davide Gilardino e Giorgetta Liardo, dirigente della VIabilità

L’assessore Davide Gilardino e Giorgetta Liardo, dirigente del settore VIabilità

Con la consegna dei lavori alla ditta aggiudicataria dell’appalto, la Provincia di Vercelli ha dato il via nei giorni scorsi ai lavori per l’adeguamento della statale 455 di Pontestura. Con dieci anni di ritardo rispetto all’inizio dell’iter progettuale dovuto a lungaggini burocratiche e ai ricorsi al Tar, adesso si è finalmente iniziato a lavorare ed entro la fine di gennaio 2018 il cantiere dovrà essere chiuso e il tratto tra la tangenziale di Desana e il ponte sulla Marcova, alle porte di Tricerro, allargato e adeguato al resto del tracciato fino a Pontestura.

Ne hanno dato notizia l’altro pomeriggio nel corso di una conferenza stampa il presidente della Provincia di Vercelli, Carlo Riva Vercellotti e l’assessore ai Lavori Pubblici Davide Gilardino, presenti anche Giorgetta Liardo, dirigente del settore Viabilità e i funzionari del settore.

«E’ stato un processo lungo – ha detto il presidente – ma finalmente i lavori sono iniziati. L’iter amministrativo conseguente ai ricorsi al Tar si è concluso e fortunatamente non si è arrivati al Consiglio di Stato, cosa che avrebbe comportato altri anni di attesa. Purtroppo oggi in Italia quando si aggiudicano lavori pubblici scatta automaticamente il ricorso degli esclusi e così i tempi si moltiplicano a dismisura e anche i costi aumentano rispetto al progetto iniziale».

A proposito di costi, l’opera è stata aggiudicata con un ribasso di 700 mila euro sulla base d’asta di 4,5 milioni di euro. «Grazie a questo risparmio – ha spiegato Riva Vercellotti – si sono potute prevedere migliorie progettuali soprattutto con interventi mirati al rispetto ambientale; nello specifico saranno utilizzati guard-rail di nuovo tipo realizzati con acciaio brunito, materiale che ha un impatto ambientale molto basso e, soprattutto, richiede pochissima manutenzione». Continua >