Biella e provincia

Biella: da lunedì 24 a giovedì 27 novembre via Caraccio sarà chiusa al traffico

Il nuovo ospedale di Biella

Il nuovo ospedale di Biella

Da lunedì 24 a giovedì 27 Novembre avverrà il trasferimento al nuovo ospedale dei pazienti ricoverati all’Ospedale degli Infermi di via Caraccio.  A questo scopo, l’ASL BI ha istituito un’unità di crisi presso la Direzione Medica dell’Ospedale, presieduta dal Direttore Generale e che coinvolge anche il 118 di Novara, la Protezione Civile, i Comandi dei Vigili Urbani di Biella e di Ponderano.

Si tratterà di giornate di emergenza, in cui dovranno essere trasferiti tra i 50 e i 70 pazienti ogni giorno, con il coinvolgimento di una decina di autoambulanze e mezzi sanitari, messi a disposizione dalle Croci (Croce Rossa di Biella, Cavaglia, Cossato, Croce Blu e Croce Bianca).

Per consentire le operazioni, via Caraccio sarà chiusa al traffico. Pertanto, gli utenti che debbano ancora usufruire della vecchia struttura ospedaliera, se non per urgenze, in quei giorni dovranno utilizzare l’accesso all’ospedale da via Marconi, evitando così di intralciare il traffico in prossimità di via Caraccio. Continua >

Il Borgo di Babbo Natale 2014 al Ricetto di Candelo

Babbo Natale con i bimbi

Babbo Natale con i bimbi

Il Ricetto medievale di Candelo, uno dei Borghi più belli d’Italia, si addobba a festa, ospitando tra le sue rue, nelle giornate del 30 novembre e 7-8-14 dicembre 2014 l’ufficio postale e la magia della casa di Babbo Natale con laboratori didattici e mille sorprese .

Nella storica cornice del borgo, un ricco mercatino di Natale, con idee regalo, artigianato e prodotti enogastronomici: arte, antichi mestieri, hobbistica, decorazioni per la casa, sculture, ceramica e degustazioni di tante specialità natalizie. Continua >

La Regione definisce la nuova rete ospedaliera

Antonio Saitta e Sergio Chiamparino

L’assessore Antonio Saitta e il presidente Sergio Chiamparino

La giunta regionale del Piemonte ha approvato l’atto che definisce l’impianto della nuova rete ospedaliera del Piemonte, la cui attuazione sarà – dopo l’approvazione da parte del ministero della Salute – il primo compito dei nuovi direttori generali delle Asl e delle Aso, nella primavera prossima.

“Il nostro obiettivo – ha detto il presidente Sergio Chiamparino – è riqualificare la spesa sanitaria riducendo gli sprechi che in questi anni hanno abbassato la qualità del sistema sanitario piemontese, per tornare ad investire sul territorio, sulle tecnologie più avanzate e sulla prevenzione”. Continua >