Biella e provincia

Antonio Saitta: l’elisoccorso resta in Valsesia

elisoccorso“La collocazione di una Base Operativa del Servizio di Elisoccorso nell’area della Valsesia ha precise ragioni geografiche ed operative. L’area della Valsesia e dell’Ossola e le valli collegate, nonché il comprensorio turistico del Monte Rosa, rappresentano un territorio di particolare complessità e quindi meritevole di particolari attenzioni dal punto di vista dell’organizzazione dei servizi di emergenza. Inoltre, presso il nuovo ospedale di Biella è stata realizzata un’elisuperficie già abilitata per il volo notturno. Pertanto, non si intravedono vantaggi dal trasferimento della Base Operativa all’aeroporto di Biella Cerrione”: : è quanto dichiarato dall’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta quest’oggi rispondendo in Aula a un Question time posto dal consigliere del PD Vittorio Barazzotto con cui si chiedeva alla Regione di prendere in considerazione la possibilità di trasferire l’elisoccorso dalla Valsesia a Cerrione. Continua >

Unicredit dona a Spazio Lilt di Biella più di ventimila euro

La consegna dell'assegno

La consegna dell’assegno

Al cantiere di Spazio LILT, si è svolta la consegna dell’assegno a LILT Biella da parte di UniCredit per l’iniziativa di raccolta fondi che consiste nella realizzazione di un progetto il cui scopo è quello di dotare l’ambulatorio dermatologico di Spazio LILT, il Centro Oncologico Multifunzionale che sta sorgendo in via Ivrea 22 a Biella, di un videodermatoscopio digitale del valore di 21.581 euro: uno strumento di ultima generazione indispensabile per eseguire visite di screening accurate volte all’identificazione dei tumori della pelle. Il temutissimo e aggressivo melanoma che presenta, in Italia, un’incidenza di circa 7.000 nuovi casi all’anno è forse l’esempio più significativo di come la prevenzione oncologica in dermatologia possa salvare la vita. Continua >

Biella: percorso guidato ai giardini Zumaglini

La carimonia di inaugurazione

La carimonia di inaugurazione

«Quando fanno l’appello a scuola, sarebbe giusto se chiamassero gli allievi con un altro nome?»: con una battuta, la professoressa Elena Accati ha spiegato, all’inaugurazione ufficiale, il senso del percorso guidato allestito ai Giardini Zumaglini su iniziativa del Rotary Club Biella. Da sabato pomeriggio ai piedi dei 35 alberi più pregiati del parco pubblico nel cuore della città sono comparsi cartelli informativi che ne indicano la specie e forniscono notizie sulle loro caratteristiche. Due cartelli più grandi, agli accessi dal lato dell’Atl e di viale Matteotti, contengono la mappa dei giardini con l’indicazione degli alberi più importanti, una breve descrizione storica in italiano e in inglese e un QR-code, un riquadro da inquadrare con la fotocamera del telefono cellulare che rimanda automaticamente a una pagina web con ulteriori notizie storiche sui tre principali parchi cittadini, i giardini Zumaglini, Arequipa e Alpini d’Italia. Continua >