Biella e provincia

Biella: nella Giornata Europea della Logopedia gli specialisti hanno aiutato i pazienti e i loro familiari

I relatori del convegno che si è tenuto ieri a Biella

(r.l.) Balbuzie: parole in libertà. E’ questo il titolo della conferenza serale durante la quale, ieri, Lia Rusca, direttore della struttura di Medicina Riabilitativa, Barbara Orlandi e Anna Zana logopediste del Centro di riabilitazione Giovanni XXIII di Lessona, Guido Fusaro direttore dell’Area Materno Infantile e Franco Piunti, direttore sanitario dell’ASL BI, hanno spiegato quali sono i percorsi riabilitativi che aiutano a vincere la balbuzie, un problema del ritmo della parola che impedisce di parlare in modo fluido. Numerose telefonate sono arrivate, poi, al numero telefonico della sala logopedia dell’Ospedale degli Infermi di Biella dalle 8 alle 17. Le logopediste hanno risposto ai quesiti dei pazienti e hanno dato consigli utili: per esempio hanno spiegato come parlare con il proprio bambino se soffre di balbuzie o come capire se è balbuziente o disfluente, cioè se ripete o prolunga parti della parola. Generalmente la balbuzie si manifesta nei bambini tra i 3 e i 5 anni e deve essere curata in modo adeguato per evitare che persista anche nell’età adulta. Dopo il trattamento logopedico, che ha durata individuale, il 75-80 per cento dei pazienti risolve il problema della balbuzie.

 

 

Lilt di Biella e Nordiconad: “insieme diamo spazio alla vita”

Un momento della presentazione

(r.l.) L’8 marzo 2012 nei punti vendita delle Cooperative Nordiconad nelle regioni Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria ed Emilia Romagna, verranno regalate delle piantine grasse a tutte le donne. Un gesto simbolico per sottolineare l’importanza della prevenzione. L’omaggio floreale promuoverà in Piemonte e nella Valle D’Aosta il nuovo progetto di Lilt Biella. “Nordiconad inoltre, – afferma Mauro Ronco, direttore Area, – devolverà l’1% dell’intero fatturato di tutti i punti vendita piemontesi e valdostani, della giornata dell’8 marzo 2012, a sostegno al progetto “ Insieme diamo Spazio alla Vita”. Lilt Biella è un’Associazione molto nota sul territorio per il grande impegno sociale che svolge quotidianamente da 17 anni anni nel campo della prevenzione, della diagnosi precoce, dell’assistenza e della formazione in ambito oncologico. Il fiore all’occhiello di Lilt Biella, da sempre, è l’Hospice “L’Orsa Maggiore”, una struttura realizzata e gestita dalla Lilt di Biella per dare sostegno ed assistenza ai malati oncologici in fase terminale e ai familiari che li accompagnano. Quest’anno l’Associazione ha dato il via a un’iniziativa di grande portata: Spazio Lilt. “Spazio Lilt – afferma Mauro Valentini, presidente dell’associazione biellese – “è un nuovo, imponente progetto: si tratta di una edificio che si svilupperà su oltre 2.600 metri quadri, nei quali verranno proposti numerosi servizi, anche per quelle forme tumorali che non rientrano negli screening regionali; inoltre, un’ampia parte della struttura sarà dedicata alla riabilitazione (fisico-funzionale, occupazionale, psicologica e sociale) per persone che hanno o hanno avuto una malattia tumorale. Inoltre, organizzeremo anche uno “Sportello amico”, una sorta di patronato che si occuperà di aiutare i malati ed i familiari per il disbrigo delle numerose e faticose pratiche burocratiche che si rendono necessarie per avere aiuto e sostegno quando ci si ammala di tumore”. Spazio Lilt avrà un costo di circa 5 milioni di euro.

Provincia di Biella: al via la terza edizione di “Donna protagonista del tuo futuro”

l'Assessore provinciale Mariella Biollino

(r.l.) La Provincia di Biella è in prima linea per promuovere nella società un cambiamento che garantisca a tutti una società paritaria. Di qui l’iniziativa “Società paritaria – La sfida del III millennio (terza edizione di “Donna protagonista del tuo futuro”)”assunta solidalmente da Mariella Biollino, Assessore Provinciale alle Pari Opportunità, e Alessandra Guarini, Consigliera di provinciale di Parità, avente ad oggetto mostre, convegni e dibattiti pubblici.Una parte degli eventi è dedicata alla valorizzazione delle donne anche in ambito economico: il convegno europeo “Eurolab”, organizzato da Mariella Biollino, dedicherà una giornata intera alle politiche di genere, all’imprenditoria femminile giovedì 15 marzo a Viverone alla presenza di ben sette delegazioni straniere.Da non dimenticare anche gli aspetti culturali con una serie di mostre e incontri in cui la donna è protagonista. Si comincia con Clementina Corte, una straordinaria donna –fotografo che ha precorso i tempi e ha svolto una professione prettamente maschile; si prosegue con la contessa di Castiglione per arrivare anche alle donne che hanno vissuto presso l’Ospizio di Carità, ora sede della Provincia. La mostra è aperta fino al 18 marzo al Cantinone, nel palazzo della Provincia. La mostra ”Help. La violenza ha mille facce”, con fotografie gi Gianfranco Mella, attualmente allestita in Provincia, invece inizierà il suo percorso nel Biellese, a partire dal 10 marzo: Ternengo, poi Cossato, Candelo, Vigliano in collaborazione con le rispettive Banche del tempo e gli Assessorati alle Pari Opportunità. Lo stalking e la violenza contro le donne verranno esaminati sotto vari punti di vista in un convegno l’ 8 marzo, presso la Sala del Consiglio della Provincia. Tutti gli incontri ed eventi avranno anche lo scopo di far conoscere il CAV (centro antiviolenza), situato in via Caraccio a Biella, gestito dai Consorzi socioassistenziali, in collaborazione con l’Asl. Il centro antiviolenza ha già accolto ed aiutato più di 100 donne e risponde al numero verde 800266233.