Biella e provincia

Tentate truffe ai danni di persone anziane

carabinieri-112La settimana scorsa più anziani sono stati contattati sul telefono di casa da sedicenti avvocati/ carabinieri che riferivano di incidenti stradali in cui erano stati coinvolti i figli per cui erano necessari 4.000 euro da consegnare subito in caserma/tribunale per irregolarità assicurative/ferimento di terze persone.
I malviventi, nel qualificarsi come legali, talvolta fornivano generalità e recapiti telefonici di fantasia quindi invitavano la vittima a contattare il 112 per verificare l’accaduto. Gli anziani riagganciavano e componevano il 112 convinti di contattare, sicuramente e sopra ogni ragionevole dubbio i carabinieri.  Attenzione!!! I truffatori non interrompevano la chiamata e quindi gli anziani, dopo aver riagganciato e composto il 112, interloquivano nuovamente con un malfattore che si qualificava come carabiniere e, ovviamente, confermava quanto precedentemente detto circa il presunto incidente stradale e la richiesta di denaro.Tutti gli anziani hanno prontamente reagito per cui i truffatori non sono riusciti nel loro intento. Continua >

Biellesi protagonisti sui pattini a Pesaro

pattinaggio san mauroSi sono chiusi gli Italiani di pattinaggio a Pesaro dopo tre intensi giorni di gare. Il bellissimo palazzetto dell’Adriatic Arena ha ospitato oltre 530 atleti di 70 squadre italiane.

Il primo giorno, inizio con il botto per il San Mauro che si è aggiudicato 3 ori nella 3 giri sprint con Enrico Salino Junior Maschi, con Simone Martino Senior Maschi e nella 5000 a punti con Edoardo Quarona Junior Maschi. Salino e Quarona hanno confermato la posizione in carica ereditata dagli italiani del 2015. Purtroppo Gabriele Taricco, campione in carica dallo scorso anno, non è riuscito a raggiungere il podio perché squalificato per falsa partenza. Nelle altre gare all’esordio sulle lunghe Filippo Manera ha conquistato un buon quarto posto.

Continua >

Biella-Oropa: #restauriAMOlacestovia

funivie oropaLa città non vuole rinunciare alla cestovia del monte Camino e si impegna perché la chiusura tecnica del 30 aprile 2016 sia solo uno stop temporaneo. Ma perché il salvataggio vada in porto, è necessaria la discesa in campo dei biellesi, soprattutto di quelli innamorati della montagna: a loro sarà richiesto un gesto concreto, l’adesione a una raccolta fondi che giustificherà l’impegno della pubblica amministrazione. Senza il raggiungimento di una certa quota dei 400mila euro necessari, manifestazione diretta dell’interesse della collettività a tenere in vita lo storico impianto, la cestovia verrà dismessa e i fondi raccolti verranno utilizzati per continuare a far funzionare la funivia Oropa-lago del Mucrone, che si avvicina a una scadenza tecnica inevitabile e onerosa nel 2021. Continua >