Augusta Curreli

Augusta Curreli

(r.l.) Il 21 novembre 2013, alle ore 10,30 nelle sale della Biblioteca Civica di Cameri si terrà la premiazione della 3a edizione del concorso Biennale per Giovani Illustratori “Bosco di fiabe”, creato alla memoria dell’illustratrice per ragazzi Augusta Correli e finalizzato a dare spazio ai giovani illustratori aiutandoli ad affermarsi nel mondo del lavoro. In questa edizione 2013, per la quale è stata proposta la fiaba Giuanin senza paura, nella versione popolare della nostra zona, e la cui giuria è presieduta da Walter Fochesato, saranno premiati Matteo Pavani per la giuria degli adulti e Letizia Rossi per la giuria dei ragazzi. La mostra dei lavori selezionati per il premio sarà visitabile dal 27 ottobre al 21 novembre in biblioteca. Con questa iniziativa la biblioteca di Cameri ha voluto ricordare una sua illustre concittadina che si è dedicata con particolare passione alle fiabe tradizionali, ai temi paesaggistici e all’ecologia, sia come illustratrice che come pittrice e insegnante di scuola di pittura.

 

Perché “Bosco di Fiabe”: È sempre stata preoccupazione viva e fattiva della nostra concittadina sia promuovere giovani talenti dando loro occasioni di visibilità sia diffondere l’importanza della salvaguardia della natura. Per questo il comune di Cameri ha pensato di unire le due tematiche in un unico progetto che premi giovani talenti dell’illustrazione e valorizzi il grande bosco che si estende nel suo territorio comunale (ora facente parte di un più ampio Parco piemontese della valle del Ticino e lago Maggiore, di cui Cameri ospita la sede a villa Pichetta, una bella residenza di caccia del seicento. Per sottolinea l’importanza della tutela di un bene naturalistico e turistico che ci appartiene,Matteo la cerimonia di premiazione avverrà in occasione della celebrazione della Festa degli Alberi, con apposizione di una targhetta con i nomi dei vincitori su di un albero nel nostro “Giardino degli Illustratori”.

Perché le fiabe della tradizione popolare:

– Un motivo evidente è il legame con il bosco, luogo di ambientazione favorito di questi racconti orali trasmessi nel tempo fino a noi e conservati dalla cura sensibile ed attenta degli etnografi. Il bosco del Ticino, inoltre, è legato fortemente alla storia della nostra cittadina, e alle sue radici contadine, rappresentando un patrimonio naturalistico da difendere e da promuovere.

– Un secondo motivo è la volontà di trasmettere alle giovani generazioni, in una forma gradita ai bambini, la conoscenza delle fiabe della tradizione popolare italiana.

– In terzo luogo, o forse il motivo che ha permesso di unire tutto questo, è la prevalenza di una narrazione a forte tematica fiabesca nella biografia professionale di Augusta Curreli.

Madrina del premio è Barbara Tonelli, figlia di Augusta Curreli.

Per contatti e informazioni: biblioteca@comune.cameri.no.it